Grotta Montecroce

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Grotta Montecroce
Burger KriznaJama 02.jpg
Il "porto di Venezia" all'interno delle grotta
StatoSlovenia Slovenia
Regione statisticaCarso interno
ComuneLoška Dolina
OrigineCarsica
Data scoperta1832
Esplorazione1926
Coordinate45°49′12″N 14°14′45″E / 45.82°N 14.245833°E45.82; 14.245833
Mappa di localizzazione: Slovenia
Grotta Montecroce
Grotta Montecroce

La grotta Montecroce[1][2] o grotta di Monte Croce[3][4] (in sloveno Križna jama) è una grotta nel Carso interno, in Slovenia. È nota per la sua serie di ventidue laghi sotterranei di acqua verde smeraldo. Fu scoperta nel 1832 ma l'esplorazione delle profondità della caverna, con i suoi laghi e ruscelli sotterranei, risale appena al 1926, da parte di speleologi sloveni.

Presso il Calvario (una delle sale più caratteristiche) vi è la confluenza di due ruscelli sotterranei e la grotta si divide in due rami, Blata a nord e Pisani rov a nord-est. Il passaggio verso la prima è difficoltoso, per cui le visite turistiche si dirigono di solito lungo il Pisani rov, grazie all'uso di piccoli battelli. La grotta di Montecroce prosegue attraverso un sifone nella "nuova grotta di Montecroce" (Nova Križna jama), esplorata a partire dal 1991.[5]

Dal Pisani rov si dirama una galleria laterale, Matjažev rov, con numerose grandi colonne. Lungo l'asse principale del Pisani rov si entra invece nella Kristalna gora ("montagna di cristallo"), la sala più grande della grotta, dove è possibile scalare una pila di rocce collassate ed alzarsi parecchio rispetto al ruscello sotterraneo.

Grazie alla scoperta di 44 specie di organismi viventi, la Križna jama è il quarto ecosistema tra le grotte di tutto il mondo quanto a biodiversità.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Touring Club Italiano, Slovenia. Lubiana, le città storiche, il parco del Triglav, il Carso e i centri termali, Touring Editore, 2005, p. 52.
  2. ^ Scheda Grotta Montecroce nel Catasto storico delle grotte della Società Alpina delle Giulie.
  3. ^ Radacich Maurizio, Le cartoline a soggetto speleologico. La Križna Jama/Grotta di Monte Croce, in TuttoCAT 2014, dicembre 2014, Club Alpinistico Triestino, Trieste, 2015, pp. 40-44.
  4. ^ Memorie per servire alla descrizione della carta geologica d'Italia, voll. 10-11, Comitato geologico, Ufficio geologico d'Italia, 1926, p. 14.
  5. ^ Nova Križna jama
  6. ^ (SL) Mitja Prelovšek, Križna jama [Cross Cave], in Enciklopedija naravne in kulturne dediščine na Slovenskem – DEDI [Encyclopedia of Natural and Cultural Heritage in Slovenia]. URL consultato il 20 agosto 2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Slovenia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Slovenia