Glory (film 1917)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Glory
Juanita Hansen Trading Card.jpg
Juanita Hansen, cartolina pubblicitaria del 1917
Titolo originaleGlory
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneUSA
Anno1917
Durata7 rulli (78 min - 2.100 metri)
Dati tecniciB/N
rapporto: 1,33 : 1
film muto
Generewestern
RegiaFrancis J. Grandon, Burton L. King[1]
SceneggiaturaAaron Hoffman
Casa di produzioneM.L.B. Film Company
FotografiaArthur Powelson
Interpreti e personaggi

Glory è un film del 1917 diretto da Francis J. Grandon e da Burton L. King. Sceneggiato da Aaron Hoffman, era interpretato da Max Dill e Juanita Hansen nel ruolo della protagonista Glory.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Strong, un magnate del petrolio, scopre che, all'insaputa dei suoi abitanti, la cittadina di Glory si trova proprio sopra un ricchissimo giacimento petrolifero. Si premura, quindi, di acquisire i diritti sulla zona, aiutato da Richard Graham, un avvocato di pochi scrupoli. Questo, mentre si trova a Glory, conosce June, una ragazza del posto. I due simpatizzano e si innamorano, finendo per sposarsi. Ma il matrimonio non dura a lungo: un giorno Graham, dopo una scena molto cruda in cui lo si vede picchiare selvaggiamente la ragazza, pianta la moglie incinta, che resta sola e abbandonata. Quando mette al mondo la sua creatura, June si rende conto che non potrà tenerla con sé e allora decide di lasciarla davanti alla porta dell'albergo locale. I due proprietari, Mike e Louis, quando vedono la piccola, si inteneriscono e decidono di tenerla con loro, allevandola come una figlia: la chiameranno Glory.
Gli anni passano: Glory è cresciuta, è diventata una bella ragazza ed è corteggiata da Tom Strong, il figlio del ricco petroliere. Strong padre, intanto, decide che è ormai giunto il momento di far fruttare il ricco giacimento di Glory. Ma quando gli abitanti vengono a sapere del suo piano, gli si rivoltano contro: tutta la città si coalizza contro Strong che ricorre allora al suo vecchio amico Graham, diventato, nel frattempo, giudice del tribunale.
Graham ricusa le ragioni della gente di Glory e dà ragione a Strong. Ma, Tom riesce a mettere le mani sopra alcuni documenti che rivelano i maneggi del padre. Strong e Graham devono ritornare sui propri passi: la città ha vinto e adesso Tom e Glory possono sposarsi e vivere tranquilli e felici.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu la prima produzione della M.L.B. Film Company.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Uscito nelle sale il 15 gennaio 1917, il film fu distribuito dall'Unity Sales Corp.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Su Silent Era come regista viene indicata Maud Lillian Berri

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) American Film Institute Catalog, Features Films 1911-1920, University of California Press 1988 ISBN 0-520-06301-5 pagg. 334-335

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema