Gjúki

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gjúki
Re dei Burgundi
In carica  ? – 407 circa
Successore Godemaro
Morte ca. 407
Figli Godemaro
Giselcaro
Gundicaro

Gjúki (... – 407 circa) (Gebicca, Gifica, Gibica, Gebicar, Gibicho o Gippich) fu un re dei Burgundi che visse nel tardo IV secolo e morì attorno al 407.

Fu il padre di Godemaro, Giselcaro e Gundicaro.

Nella tradizione mitologica[modifica | modifica wikitesto]

Gjúki è presentato nei poemi dell' Edda antica e nella Saga dei Völsungar come il padre di Gunnar, Högni, e Gothormr e Gudrun, che da lui prendono il nome di Gjúkungar; a questi si aggiunge, nel Gudhrúnarkvidha (I), una seconda figlia chiamata Gullrond. Nell' Edda di Snorri i figli di Gjúki sono quattro, due maschi, Gunnar e Högni, e due femmine, Gudrun e Gudny, mentre Gothormr è considerato un figliastro.

Gjúki viene citato anche nel Widsith con il nome di Gifica e nel Waltharius come Gibicho (Ghibicone).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Re dei Burgundi Successore
Sconosciuto  ? - 407 circa Godemaro