Giuseppe Marchiori (critico)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giuseppe Marchiori (Lendinara, 19011982) è stato un critico d'arte italiano.

Critico d'arte e articolista scrisse monografie e collaborò al Corriere Padano. Suoi epistolari sono conservati nella biblioteca di Lendinara. Fondatore nel 1946 della Nuova Secessione Artistica Italiana poi diventata Fronte nuovo delle arti che si sciolse nel 1950 a cui partecipano i pittori Renato Birolli, Emilio Vedova, Bruno Cassinari, Renato Guttuso, Antonio Corpora, Ennio Morlotti, Armando Pizzinato, Afro, Giuseppe Santomaso.
La Fondazione Bevilacqua La Masa gli dedica una mostra dal 26 ottobre 2001 al 13 gennaio 2002.

Note[modifica | modifica wikitesto]


Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • AA. VV. Lo Spazio dell'Immagine, Alfieri edizioni d'arte, Venezia, 1967
  • Nicola Gasparetto, L'Anonimo del Novecento: Giuseppe Marchiori dagli esordi all’affermazione nella critica d’arte, Adria, Apogeo Editore, 2017. ISBN 978-88-9947-921-3.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN54268310 · ISNI: (EN0000 0001 0902 5923 · SBN: IT\ICCU\CFIV\017080 · LCCN: (ENn50040687 · GND: (DE124886140 · BNF: (FRcb12623412q (data) · BAV: ADV10011218