Giuseppe Bertoloni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Giuseppe Bertoloni (Sarzana, 16 settembre 1804Bologna, 15 dicembre 1874) è stato un botanico ed entomologo italiano.[1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Antonio e Maddalena Fenucci, si laureò in medicina all'Università di Bologna il 7 giugno 1828. Nel 1837, subentrò al padre alla guida della cattedra di botanica.[1]

Nel corso della sua carriera raccolse materiale per tre ricchissime collezioni: un erbario della flora bolognese; un altro erbario di piante esotiche, ereditato in parte dal padre e da lui arricchito con contributi di botanici da diverse parti del mondo; una raccolta entomologica di rari insetti del Mozambico, oggi conservata nel Museo di zoologia dell'Università di Bologna.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Descriptio novae speciei e coleoplerorum ordine, 1837
  • Dissertatio de insectis qua hyeme et vere annorum 1832-1837 Sata Tritici vastarunt in arvis Italiae, 1837
  • Esposizione di due fatti dai quali i geologi possono trarre lumi per ispiegare l'oscura origine del gesso idrato solfato di calce idrato delle colline bolognesi del professore Giuseppe Bertoloni, 1838
  • Sul trapiantamento degli alberi, 1840
  • Commentarius de Bupreste Fabricii deque damnis ab eruca eius illatis, 1841
  • De Botyde Silaceali deque damno quo afficit Cannabim Sativam L., 1842
  • Illustratio rerum naturalium Mozambici. Dissertatio I. De Coleopteris., 1849
  • Coleoptera nova Mozambicana., 1855
  • Notizie intorno alle piante spontanee dei monti Porrettani., 1865
  • Vegetazione dei monti di Porretta e dei suoi prodotti vegetali, 1867


G.Bertol. è l'abbreviazione standard utilizzata per le piante descritte da Giuseppe Bertoloni.
Consulta l'elenco delle piante assegnate a questo autore dall'IPNI o la lista delle abbreviazioni degli autori botanici.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Giuseppe Bertoloni, in Dizionario biografico degli italiani, Istituto dell'Enciclopedia Italiana.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN52071485 · SBN IT\ICCU\SBLV\043677 · WorldCat Identities (ENviaf-52071485