Giulio Polerio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giulio Cesare Polerio, soprannominato l'Abruzzese (Lanciano, 1548Roma, 1612), è stato uno scacchista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1575 Polerio accompagnò il suo amico Giovanni Leonardo a Madrid; lì disputarono il primo torneo di scacchi del mondo, organizzato dal Re Filippo II. In quel torneo, sfidarono e sconfissero il formidabile Ruy Lopez e Alfonso Ceron; in seguito, i due italiani furono raggiunti da Paolo Boi, noto come 'il Siracusano'.

Dopo l'incontro del 1575, Polerio decise di rimanere a Madrid: diversi manoscritti risalenti alla fine del sec. XVI (1580-1600) e lì ritrovati, sono stati attribuiti a lui. Di fatto, è merito del suo lavoro se oggi è rimasta testimonianza – in Spagna e in Italia – del gioco degli scacchi di quel periodo.

Dopo il suo ritorno a Roma, Polerio divenne il maestro di scacchi del Principe Buoncompagno. Nel 1606, nella stessa città perse un match con Geronimo Cascio.

Infine, all'Abruzzese va altresì il merito di aver introdotto l'arrocco (sia pure in versione diversa da quella corrente).

Partite[modifica | modifica wikitesto]

Si riporta ora una partita giocata da Polerio nel corso della permanenza a Sora, ove poté godere dell'ospitalità di Giacomo Boncompagni, Duca di Sora per l'appunto; essa è rinvenibile nel codice vaticano «Boncompagni n. 3», il più complesso e importante codice scacchistico della Biblioteca Apostolica Vaticana (D'Elia, 2000).


Polerio - Lorenzo [C53], Sora

1.e4 e5 2.Cf3 Cc6 3.Ac4 Ac5 4.c3 De7 5.0-0 d6 6.d4 Ab6 7.Ag5 Cf6 8.a4 a6 9.Ad5 Cb8 10.Cbd2 c6 11.Aa2 Ag4 12.Db3 Aa7 13.Dd1 g6 14.dxe5 dxe5 15.Axf7+ Rd8 16.Cxe5 Dxe5 17.Axf6+ Rc8 18.Dxg4+ Cd7 19.Axh8 Dxh8 20.Ae6 De8 21.Cc4 Rc7 22.Df4+ Rd8 23.Dd6 Ab8 24.Dxd7+ Dxd7 25.Axd7 Rxd7 26.Cb6+ Rd6 27.Cxa8 Aa7 28.Tfd1+ Rc5 29.Td4 a5 30.Tad1 b5 31.b4+ axb4 32.cxb4# 1-0

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giovanni Baffioni. Giulio Cesare Polerio Lancianese Maestro di Scacchi (XVI-XVII). Lanciano, Regione Abruzzo Centro Servizi Culturali, 1993.
  • Giovanni Baffioni. Lectura Polerii - Regione Abruzzo - Centro Servizi Culturali - Lanciano 1994
  • Giovanni Baffioni. Giulio Cesare Polerio - "L'Apruzzese" - Maestro di Scacchi Europeo (XVI - XVII). 1995
  • Diego D'Elia. Il codice vaticano «Boncompagni n. 3». Il più complesso ed importante codice scacchistico della Biblioteca Apostolica Vaticana. Roma, Edizioni Quasar, 2000
  • Alessandro Sanvito. I codici scacchistici di Giulio Cesare Polerio e Gioacchino Greco. Brescia, Messaggerie Scacchistiche, 2008. ISBN 8890152583
Controllo di autoritàVIAF: (EN285208913
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie