Giulio De Angelis (letterato)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Giulio De Angelis (Firenze, 4 ottobre 1925Firenze, 4 dicembre 2000) è stato un saggista e traduttore italiano, ricordato soprattutto per la sua traduzione dell'Ulisse di Joyce.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Firenze, tranne un breve periodo di permanenza a Genova durante l'adolescenza, risiedette sempre nella città natale. Frequentò infatti a Firenze il liceo classico e si laureò successivamente in lettere moderne all'Università di Firenze nel 1947 discutendo con il Prof. Napoleone Orsini una tesi di laurea su de Quincey[1]. Ha insegnato nelle scuole medie superiori, si è interessato di cinema e di musica, collaborando fra l'altro col bimestrale di critica musicale "Disclub"[2] e con il Maggio Musicale Fiorentino[3]; la sua attività più importante è stata tuttavia quella del traduttore. Ha tradotto testi dal francese e dal tedesco, ma soprattutto dall'inglese. La sua fama è legata soprattutto alla prima traduzione in lingua italiana dell'Ulisse di James Joyce, risultato ottenuto dopo molti anni di lavoro e di studio[4][5].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Saggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Guida alla lettura dell'Ulisse di J. Joyce, Collezione Saggi ; 19, Milano : Lerici, 1961
  • "Letteratura e musica: Pound e il Rinascimento vivaldiano". In: Chigiana: rassegna annuale di studi musicologici, edita a cura dell'Accademia musicale Chigiana in occasione delle Settimane musicali senesi, Vol. 41 (1991), pp. 41-52

Traduzioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN10183020 · ISNI (EN0000 0000 6665 3240 · SBN IT\ICCU\CFIV\054243 · LCCN (ENn2002072024 · BNF (FRcb15879937p (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n2002072024