Giulio Cesare Sorrentino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Giulio Cesare Sorrentino (Napoli, 21 settembre 1606 (data del battesimo)[1]1684 circa) è stato un librettista e commediografo italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Giulio Cesare Sorrentino fu l'Inquieto dell'Accademia degli Erranti di Napoli[2]. Librettista di grande successo, alcune sue opere sono giunte a noi solo in forma manoscritta[1]. Il testo della prima commedia del 1631, L'astuta cortegiana, fu utilizzato da degli studiosi dell'Ottocento, per arricchire i loro vocabolari.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Vincenzo Palmisciano, Sulla biografia di Giulio Cesare Sorrentino, in Studi secenteschi, vol. LXI (2020), pp. 295-298.
  2. ^ Vincenzo Palmisciano, Un ritrovamento per Domenico Basile e due per Girolamo Fontanella, in Studi secenteschi, vol. LVI (2015), pp. 417-420.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Vincenzo Palmisciano, Un ritrovamento per Domenico Basile e due per Girolamo Fontanella, Studi secenteschi, vol. LVI (2015), pp. 417-420.
  • Vincenzo Palmisciano, Sulla biografia di Giulio Cesare Sorrentino, Studi secenteschi, vol. LXI (2020), pp. 295-298.
  • Vincenzio de Ritis, Vocabolario napoletano, lessigrafico e storico, Napoli, 1845-1851.
  • Raffaele D'Ambra, Vocabolario napolitano-toscano domestico di arti e mestieri, Napoli, 1873.
  • Emmanuele Rocco, Vocabolario del dialetto napolitano, Napoli, 1882-1891.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN9837153 · ISNI (EN0000 0000 6145 3936 · BAV 495/275872 · CERL cnp01994831 · GND (DE1055542868 · BNF (FRcb10609703b (data)