Giulia Alberico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Giulia Alberico (San Vito Chietino, 1949) è una scrittrice italiana. Attualmente vive a Roma.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Insegnante di Italiano e Storia nelle scuole superiori di Roma per trent'anni, ha pubblicato diversi romanzi con i più importanti editori italiani, saggi, e racconti nelle antologie Il silenzio del falco (Aragno 2003) e Sotto al ponte c'è tre conche (Orient Express 2005).[1]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Narrativa[modifica | modifica wikitesto]

  • Madrigale, racconti, Sellerio 1999 (premio Arturo Loria 2000)
  • Il gioco della sorte, romanzo, Sellerio 2002
  • Come Sheherazade, romanzo, Rizzoli 2004
  • Il vento caldo del Garbino, romanzo, Mondadori 2007
  • Cuanta pasion! Storie di fatica, d'avventura e d'amore nella scuola pubblica italiana, racconti, Mondadori 2009
  • Un amore sbagliato, romanzo, Sonzogno 2015
  • Grazia, romanzo, SEM 2017

Saggistica[modifica | modifica wikitesto]

  • Il corpo gentile. Conversazione con Massimo Girotti, Sossella 2003
  • I libri sono timidi, Filema 2007 (premio Torre Petrosa 2008)
  • Notizie di Aligi. Sei narratori abruzzesi, Carabba 2009
  • Sicuramente ho rubato. Conversazioni sulla scrittura, i libri, la scuola, con Simone Gambacorta, Duende 2012

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Biografia, su zam.it.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN27320426 · ISNI (EN0000 0000 4599 840X · LCCN (ENno98039946 · BNF (FRcb146268313 (data) · WorldCat Identities (ENno98-039946