Giovanni Boccia Artieri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giovanni Boccia Artieri

Giovanni Boccia Artieri (Bologna, 18 aprile 1967) è un sociologo, saggista e docente italiano. Professore di Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Urbino Carlo Bo. Il suo lavoro si concentra soprattutto sullo studio dei nuovi media, osservati nel loro evolversi socio-tecnologico, secondo l'approccio che l'autore ha chiamato "deriva tecnologica"[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureato in Scienze Politiche e specializzatosi in Sociologia, Giovanni Boccia Artieri ha indirizzato il suo lavoro verso lo studio della comunicazione e dei media.

È Professore Ordinario presso il Dipartimento di Scienze della Comunicazione, Studi Umanistici e Internazionali: Storia, Culture, Lingue, Letterature, Arti, Media (DISCUI) dell'Università degli Studi di Urbino Carlo Bo dove insegna “Sociologia della comunicazione e dei media digitali” e “Comunicazione pubblicitaria e linguaggi mediali”.

È inoltre Presidente della Laurea in Informazione media pubblicità, coordinatore del Dottorato di Ricerca in Sociologia della comunicazione e scienze dello spettacolo e vicedirettore del LaRiCA, laboratorio di ricerca sulla comunicazione avanzata. I suoi interessi di ricerca riguardano la relazione tra media, identità e società; i linguaggi e le forme espressive della modernità compiuta; le culture partecipative e le narrazioni transmediali; i pubblici connessi e i pubblici produttivi.

Nel 2009 un estratto dalla prefazione scritta da Giovanni Boccia Artieri al libro di Henry Jenkins Fan, Blogger e Videogamers. L'emergere delle culture partecipative nell'era digitale[2], è stato selezionato come traccia per la prova di Italiano all'esame di Maturità per l'ambito tecnico-scientifico[3].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Giovanni Boccia Artieri, Lo sguardo virtuale. Itinerari socio-comunicativi nella deriva tecnologica, Milano, Franco Angeli, 1998, ISBN 88-464-0577-3.
  • Giovanni Boccia Artieri, Tracce nella rete. Le trame del moderno fra sistema sociale ed organizzazione, a cura di Graziella Mazzoli, Milano, Franco Angeli, 2000, ISBN 88-464-1799-2.
  • Giovanni Boccia Artieri, S. Antonioni e L. Gemini, Comunicazione e luoghi del vissuto. Osservare un territorio al femminile, Milano, Franco Angeli, 2004, ISBN 88-464-5262-3.
  • Giovanni Boccia Artieri, I media-mondo. Forme e linguaggi dell'esperienza contemporanea, Roma, Meltemi, 2004, ISBN 88-8353-321-6.
  • Giovanni Boccia Artieri, Facebook per Genitori, 40K, 2011.
  • Giovanni Boccia Artieri, Stati di Connessione. Pubblici, cittadini e consumatori nella (Social) Network Society, Milano, Franco Angeli, 2012, ISBN 978-88-204-0294-5.
  • Giovanni Boccia Artieri, Media e generazioni nella società italiana, a cura di Fausto Colombo, Luigi Del Grosso Destreri, Francesca Pasquali, Michele Sorice, Milano, Franco Angeli, 2012, ISBN 978-88-568-4572-3.
  • Giovanni Boccia Artieri, Gli effetti sociali del Web. Forme della comunicazione e metodologie della ricerca online, Milano, Franco Angeli, 2015, ISBN 978-88-204-1741-3.
  • Bentivegna S., Boccia Artieri G., Le teorie delle comunicazioni di massa e la sfida digitale, Roma-Bari, Laterza, 2019
  • Bentivegna S., Boccia Artieri G. (a cura di), Niente di nuovo sul fronte mediale. Agenda pubblica e campagna elettorale, Franco Angeli, Milano, 2019

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giovanni Boccia Artieri, Lo Sguardo Virtuale. Itinerari socio-comunicativi nella deriva tecnologica, Milano, Franco Angeli, 1998, pp. 288, ISBN 9788846405777.
  2. ^ Henry Jenkins, Fan, Blogger e Videogamers. L'emergere delle culture partecipative nell'era digitale., Milano, Franco Angeli, 2008, pp. 288, ISBN 978-88-464-8945-6.
  3. ^ Traccia della prova di Italiano, ambito tecnico-scientifico, Maturità 2009 (PDF), su download.repubblica.it.
Controllo di autoritàVIAF (EN4185545 · ISNI (EN0000 0000 4250 4275 · LCCN (ENn95101088 · BNF (FRcb16203290d (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n95101088