Giovanni Aquilecchia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giovanni Aquilecchia (Nettuno, 28 novembre 1923Londra, 3 agosto 2001) è stato un letterato italiano.

Fu autore di importanti studi su Giordano Bruno e Pietro Aretino. Scrisse inoltre Schede di italianistica (1976) e Nuove schede di italianistica (1994).

Fu inoltre professore di italiano presso il Bedford College di Londra.

Cenni biografici[modifica | modifica wikitesto]

Giovanni Aquilecchia nacque da Vincenzo Aquilecchia, funzionario dell'esercito italiano, e Maria Letizia Filibeck, sua moglie. Studiò inizialmente a Torino per poi proseguire i suoi studi presso il liceo Torquato Tasso di Roma. A diciannove anni fu ammesso alla facoltà di Lettere dell'Università di Roma e si laureò a pieni voti nel 1946.

Nel 1951 sposò Costantina Maria Bacchetta, una studentessa. Loro ebbero tre figli: Adolfo, Vincenzo e Maria Letizia. Il matrimonio finì nel 1973, e nel 1992 egli prese in moglie Catherine Posford.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN165344143 · LCCN: (ENn79060375 · SBN: IT\ICCU\CFIV\011213 · ISNI: (EN0000 0003 7548 7872 · GND: (DE119315750 · BNF: (FRcb12028496r (data) · NLA: (EN35007630 · BAV: ADV10150059
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie