Gilles Jacob

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gilles Jacob nel 2009

Gilles Jacob (Parigi, 22 giugno 1930) è un critico cinematografico, regista e produttore cinematografico francese, presidente dell'organizzazione del Festival di Cannes dal 2001 al 2014.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Membro di una famiglia ebraica della borghesia parigina, è costretto per le sue origini ad allontanarsi dalla città all'inizio della seconda guerra mondiale con la famiglia.[1] Il padre, capitano dell'esercito, viene fatto prigioniero e internato in Germania, Gilles e la famiglia trovano rifugio in un convento presso Miribel-les-Échelles. La sua storia sarà fonte di ispirazione per Louis Malle che la narrerà in Arrivederci ragazzi, film del 1987. Al termine del conflitto, rientra a Parigi per concludere gli studi.[2] Saggista, critico influente nella cinematografia francese, viene proposto nel 1977 come delegato per il Festival di Cannes.[2]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Produttore[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Premi cinematografici[modifica | modifica wikitesto]

Festival di Cannes[modifica | modifica wikitesto]

Nastro d'argento[modifica | modifica wikitesto]

  • 2010 - Nastro d'argento alla carriera

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Grand'ufficiale della Legion d’onore - nastrino per uniforme ordinaria Grand'ufficiale della Legion d’onore
Grand'Ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Grand'Ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana
— 27 dicembre 2003. Su proposta della Presidenza del Consiglio dei Ministri.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il aura tout vu, su liberation.fr. URL consultato il 7 maggio 2001.
  2. ^ a b Gilles Jacob, le commandeur de Cannes, su lemonde.fr. URL consultato il 13 maggio 2008.
  3. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN73882542 · ISNI (EN0000 0000 7830 8065 · SBN IT\ICCU\SBLV\284305 · LCCN (ENnr90025889 · GND (DE138889317 · BNF (FRcb121016297 (data) · BNE (ESXX5211419 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-nr90025889