George Gower

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
George Gower

George Gower (1540 circa – Londra, 1596) è stato un pittore inglese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Armada portrait, Ritratto di Elizabetta I, 1588, Abbazia di Woburn

Non si sa molto sulla vita di George Gower, tranne il fatto che era nipote di Sir John Gower di Stettenham, Yorkshire.[1]. Non era molto frequente, nel periodo in cui è vissuto, che il rampollo di una famiglia aristocratica svolgesse un'attività manuale. Gower dipinse un suo autoritratto nel 1579 in cui sono raffigurati sia lo stemma di famiglia sia gli strumenti necessari per il suo lavoro, dimostrando orgoglio in un'epoca in cui il rango sociale di un pittore era poco al di sopra di quello di un artigiano.

I primi lavori documentati risalgono al 1573: il ritratto di Sir Thomas Kytson e quello compagno raffigurante la moglie, conservati nella Tate Gallery di Londra.

Gower fu nominato pittore ufficiale di Elisabetta I d'Inghilterra nel 1581. Questo gli permise di ritrarre la maggior parte dell'aristocrazia inglese. Tra le sue mansioni vi era anche la sovrintendenza delle decorazioni delle residenze reali, degli stemmi e dei mobili. Fra i suoi lavori sono ricordati una fontana (poi distrutta) e un orologio astronomico, entrambi nel palazzo reale di Hampton Court. Aveva inoltre il compito di approvare i ritratti della Regina eseguiti da altri artisti prima della loro esposizione ufficiale.

Il lavoro più famoso di Gower è il ritratto di Elisabetta I detto "Armada portrait": è stato eseguito per commemorare la vittoria sull'Invincibile Armada spagnola nel 1588 ed è attualmente conservato nell'Abbazia di Woburn. Una copia di minori dimensioni, conservata nella National Portrait Gallery, è attribuita anch'essa a Gower; la versione detta "Drake" è invece di altri[2].

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Hearn, Karen, ed. Dynasties: Painting in Tudor and Jacobean England 1530-1630, p. 107
  2. ^ Hearn, p. 43; Strong 1969

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Biografia di George Gower, The National Maritime Museum Art Gallery.
  • Gower, George, Union List of Artists Names, The J. Paul Getty Trust.
  • Ritratti di Gower, Tate Britain Gallery di Londra.
  • Hearn, Karen, ed. Dynasties: Painting in Tudor and Jacobean England 1530-1630. New York: Rizzoli, 1995. ISBN 0-8478-1940-X.
  • Strong, Roy: The English Icon: Elizabethan and Jacobean Portraiture, 1969, Routledge & Kegan Paul, Londra (Strong 1969)
  • Strong, Roy: Gloriana: The Portraits of Queen Elizabeth I, Thames and Hudson, 1987, ISBN 0-500-25098-7 (Strong 1987)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN65226012 · ISNI (EN0000 0000 8251 2456 · LCCN (ENnr00039827 · GND (DE135583837 · ULAN (EN500032228 · CERL cnp01143196