Gavialoidea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Gavialoidea
Gavialis gangeticus, ZOO Praha 045.jpg
Gaviale del Gange (Gavialis gangeticus)
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Reptilia
Ordine Crocodylia
Superfamiglia Gavialoidea
Hay, 1930
Sottogruppi

Gavialoidea è una delle tre superfamiglie di Crocodylia, insieme ad Alligatoroidea e Crocodyloidea. Sebbene siano note molte specie estinte, l'unica specie vivente è il gaviale del Gange (Gavialis gangeticus), e, forse, il falso gaviale (Tomistoma schlegelii).

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Gavialoidea contiene la famiglia Gavialidae e molte forme estinte primitive come Eosuchus e Ocepesuchus. All'interno di Gavialidae ci sono due sottofamiglie: Gavialinae, che comprende il gaviale del Gange, e Gryposuchinae, che comprende diverse forme estinte, come Gryposuchus e Aktiogavialis.[1]

Oltre a questi gruppi, recenti studi molecolari indicherebbero che il falso gaviale (e di conseguenza altre forme estinte correlate) tradizionalmente riconosciute come appartenenti alla sottofamiglia crocodiliana Tomistominae appartengano in realtà a Gavialoidea.[2] Come suggerisce il nome, una volta si pensava che il falso gaviale fosse imparentato solo lontanamente al gaviale vero proprio nonostante il suo aspetto simile. I falsi gaviali e altri tomistominae erano tradizionalmente classificati all'interno della superfamiglia Crocodyloidea come parenti stretti dei veri coccodrilli. Questa classificazione si basa su prove morfologiche che, quando incorporate nelle analisi filogenetiche, spesso collocano il gruppo all'interno di Crocodyloidea.[3]

Nuove relazioni e dati divergenti ricevuti dagli studi molecolari hanno rivelato che i gaviali sono un gruppo relativamente giovane (40 milioni di anni fa) più strettamente imparentato con i coccodrilli rispetto agli alligatori.[4] Lo studio di Mike Lee & Adam Yates (2018), tenendo conto dei dati molecolari, morfologici e dell'età fossile, e l'inclusione dell'approccio bayesiano, ha dimostrato che Thoracosaurus e Borealosuchus (spesso indicati come gavialoide) non erano gaviali, ma risiedevano al di fuori di Crocodylia. La posizione tassonomica dei gaviali, grazia agli approcci molecolari, è stata rivelata essere più giovane e maggiormente imparentati con i coccodrilli. Ciò significa che le caratteristiche da gaviale di animali come Thoracosaurus rappresentano un caso di convergenza evolutiva, probabilmente come adattamenti per catturare il pesce.[4]

Di seguito è riportato un cladogramma di Vélez-Juarbe et al. (2007) che mostra le relazioni filogenetiche dei membri di Gavialoidea, esclusi i Tomistominae:[1]

Gavialoidea 
 

Eothoracosaurus


 
 

Thoracosaurus?


 
 

Eosuchus


 

Argochampsa


Gavialidae 
 

Eogavialis


 
 

Gavialis


Gryposuchinae 
 

Ikanogavialis


 

Piscogavialis


 

Siquisiquesuchus


 

Gryposuchus


 

Aktiogavialis








Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Jorge Vélez-Juarbe, Brochu, C.A. e Santos, H., A gharial from the Oligocene of Puerto Rico: transoceanic dispersal in the history of a non-marine reptile, in Proceedings of the Royal Society B, vol. 274, nº 1615, 2007, pp. 1245–1254, DOI:10.1098/rspb.2006.0455, PMC 2176176, PMID 17341454.
  2. ^ R. E. Willis, L. R. McAliley, E. D. Neeley e L. D. Densmore Ld, Evidence for placing the false gharial (Tomistoma schlegelii) into the family Gavialidae: Inferences from nuclear gene sequences, in Molecular Phylogenetics and Evolution, vol. 43, nº 3, June 2007, pp. 787–794, DOI:10.1016/j.ympev.2007.02.005, PMID 17433721.
  3. ^ Jorge Gatesy, Amato, G., Norell, M., DeSalle, R. e Hayashi, C., Combined support for wholesale taxic atavism in gavialine crocodylians (PDF), in Systematic Biology, vol. 52, nº 3, 2003, pp. 403–422, DOI:10.1080/1063515035019703.
  4. ^ a b http://rspb.royalsocietypublishing.org/content/285/1881/20181071

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Rettili Portale Rettili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rettili