Francesco de Notaris

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Francesco de Notaris

Senatore della Repubblica Italiana
Legislature XII
Gruppo
parlamentare
Progressisti-Verdi-La Rete
Collegio 11 (Castellammare di Stabia)
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico La Rete
Professione Giornalista, dirigente

Francesco de Notaris (Roma, 22 ottobre 1944) è un politico e giornalista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Senatore nella XII Legislatura per La Rete (di cui è stato in Campania coordinatore regionale[1]). Professore di Scuola sec.superiore.Dirigente P.A. Capogruppo in Commissione Affari Costituzionali e Difesa, ha fatto parte della presidenza nella Commissione di Indirizzo e Vigilanza sui servizi radiotelevisivi[2]; è stato attivo in molte azioni politiche in favore di pace e diritti umani[3] e per il servizio civile. Citato nel libro 'Uno straniero in Patria' di Corrado Stajano perché intervenuto il 14 Luglio 1994 sul decreto 'salvaladri' Biondi. ( "ci sono la mafia e la P2 al Governo").Presentatore del Disegno di legge , poi legge sull'obiezione di coscienza al servizio militare. Ideatore e Co-Autore della Mozione sulle mine anti-uomo approvata dal Senato il 2 agosto 1994.Presentatore il 26.04.1995 col sen.Gallo dell'interrogazione n.3-00598 sull'uranio impoverito. Autore Dis.legge 2026/'95 sulla regolamentazione rapporto di lavoro dei collaboratori parlamentari. Premiato dall'Associazione Campana licenziati per rappresaglia politica e sindacale per impegno nella riapertura dei termini L.36/74. Nel 2002 in Iraq in delegazione parlamentare per la pace. Sostenuto nell'attività parlamentare da Claudio Di Blasi, pacifista, volontario ed esperto del Servizio civile nazionale. Già dirigente nazionale Azione Cattolica Italiana. Responsabile dell'Associazione degli ex alunni dei Padri Gesuiti. È Coordinatore delle Assise della Città di Napoli e del Mezzogiorno d'Italia fondate dall'avv.Gerardo Marotta e direttore responsabile del Bollettino delle Assise , che affronta la questione meridionale e problematiche del mezzogiorno. È revisore dei conti dell'Associazione nazionale degli ex Parlamentari.[4] Vice Segretario Nazionale Vicario dell'Associazione "Antonino Caponnetto".Nel 1961 campione d'Italia a squadre juniores. di Tennis Tavolo.

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • "Realizzare la speranza - Voci della Città" ed.Dehoniane Roma 1991 (Premio Dorso)
  • "Messaggi per la pace", con Nicola Capone, La scuola di Pitagora editrice 2008 (Premio Capri San Michele 2009[5]).
  • "La rivoluzione della solidarietà" - La scuola di Pitagora editrice 2015

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ laretitudine.net[collegamento interrotto]
  2. ^ corriere.it/
  3. ^ peacelink.it
  4. ^ napoliassise.it; lavocedelquartiere.it Archiviato il 24 aprile 2008 in Internet Archive.
  5. ^ premiocaprisanmichele.it

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Scheda di Francesco de Notaris in senato.it