Finestra (informatica)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Un esempio di interfaccia grafica in Ubuntu, con due finestre visualizzate, una parzialmente sovrapposta all'altra.

La finestra, in informatica, è un'area di forma generalmente rettangolare, visualizzata su uno schermo di un monitor di un computer, che espone al suo interno dei contenuti grafici all'utente. Si tratta di un componente essenziale di un'interfaccia grafica (GUI) di un sistema operativo (desktop environment) o di una applicazione.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Permette l'interazione con l'utente mostrando i risultati o l'oggetto dell'elaborazione in corso (icone, file, testo, immagini ecc...) e accettando i comandi che questo vorrà impartire usando mouse, tastiera, touchpad e negli ultimi modelli di monitor la tecnologia touch screen.

Una finestra si apre per effetto di un precedente comando impartito dall'utente sull'interfaccia grafica. Molto spesso è spostabile dall'utente sullo schermo per trascinamento, modificabile nelle dimensioni allargandola a schermo intero, riducendola ad icona sulla barra delle applicazioni tramite appositi pulsanti o allargandola/restringendola a proprio piacimento cliccando sui lati di questa. Infine può essere chiusa dall'utente stesso.

Più finestre possono essere aperte contemporaneamente e parzialmente sovrapposte tra loro con la possibilità di selezionare e visualizzare in primo piano quella desiderata e le altre tenute in background.

Se la finestra contiene molteplici elementi non tutti visibili contemporaneamente dall'utente è presente una scrollbar, orizzontale o verticale, che ne permette la visualizzazione completa.

In diversi sistemi operativi l'aspetto grafico delle finestre può essere personalizzato dall'utente secondo i suoi desideri, assieme ad altri componenti grafici del desktop environment.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

informatica Portale Informatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di informatica