Figlie della Madonna del Divino Amore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Le Figlie della Madonna del Divino Amore sono un istituto religioso femminile di diritto pontificio: le suore di questa congregazione pospongono al loro nome la sigla F.M.D.A.[1]

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

La congregazione venne fondata da Umberto Terenzi (1900-1974) presso il santuario della Madonna del Divino Amore di Castel di Leva, presso Roma, di cui era rettore: non riuscendo a trovare insegnanti di catechismo per le sei scuole rurali della zona, decise di iniziare un nuovo istituto.[2]

Terenzi si rivolse a Antonietta Fabbri, Maria Fasuli, Adelaide Guidotti, Elena Pieri e Franca Salfa, cinque giovani donne militanti nell'Azione Cattolica era che aveva conosciuto quando era stato viceparroco di Sant'Eusebio a Piazza Vittorio:[3] nel maggio 1934 la comunità si stabilì in una casa colonica presso il santuario e, con l'approvazione del cardinale Francesco Marchetti Selvaggiani, diede origine alla congregazione.[2]

La comunità venne riconosciuta come pia associazione con decreto del 25 marzo 1942 e nello stesso giorno le prime dieci Figlie della Madonna del Divino Amore furono ammesse alla professione dei voti religiosi;[3] la congregazione venne eretta in istituto religioso di diritto diocesano il 5 agosto 1959 e venne elevata a istituto di diritto pontificio con decreto del 5 agosto 1961.[2]

Attività e diffusione[modifica | modifica wikitesto]

Le Figlie della Madonna del Divino Amore si dedicano all'assistenza ai malati negli ospedali, all'educazione nelle scuole dell'infanzia, alla catechesi nelle parrocchie, alla pastorale giovanile, all'accoglienza nelle case di spiritualità e turismo religioso.[3]

Oltre che in Italia, le suore sono presenti anche in Brasile, Colombia, Filippine, India e Perù;[3] la sede generalizia è in via Ardeatina a Roma.[1]

Al 31 dicembre 2008 la congregazione contava 205 religiose in 38 case.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Ann. Pont. 2010, p. 1584.
  2. ^ a b c G. Rocca, DIP, vol. III (1976), coll. 1599-1600.
  3. ^ a b c d Le Figlie della Madonna del Divino Amore, su santuariodivinoamore.it. URL consultato il 22-7-2010 (archiviato dall'url originale il 14 settembre 2010).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Annuario Pontificio per l'anno 2010, Libreria Editrice Vaticana, Città del Vaticano 2010. ISBN 978-88-209-8355-0.
  • Guerrino Pelliccia e Giancarlo Rocca (curr.), Dizionario degli Istituti di Perfezione (DIP), 10 voll., Edizioni paoline, Milano 1974-2003.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cattolicesimo Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cattolicesimo