Ferdinand Ries

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ferdinand Ries

Ferdinand Ries (Bonn, 28 novembre 1784Francoforte sul Meno, 13 gennaio 1838) è stato un compositore e pianista tedesco.

Membro più famoso di una famiglia di compositori, fin da piccolo studiò il violino con suo padre Franz Anton, che era stato maestro e amico di Ludwig van Beethoven,[1] e il violoncello con Bernhard Romberg. Trasferitosi a Vienna nel 1801, studiò poi il pianoforte con Johann Georg Albrechtsberger per tre anni, e con lo stesso Beethoven, del quale divenne a sua volta amico e assistente.[2][3]

Brillante pianista[1] e membro dell'Accademia di Svezia,[4] è autore[2] di otto sinfonie, diverse ouverture, nove concerti per pianoforte e orchestra, ventotto sonate per violino e pianoforte, ventisei quartetti d'archi, quintetti, sestetti, canzoni, oratori (tra i quali Der Sieg des Glaubens op. 157) e opere liriche, oltre a un esteso catalogo pianistico di quattordici sonate, variazioni, rondò, fantasia, valzer, marce e composizioni per pianoforte a quattro mani.

Il suo lavoro più prezioso per la storia della musica è però la redazione, in collaborazione con il medico Franz Gerhard Wegeler, delle Biographische Notizen über L. van Beethoven, fonti primarie di informazioni negli studi sul grande compositore bonnese.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Music and musicians, Hansom Books, 1984, p. 6. URL consultato il 13 giugno 2015.
  2. ^ a b c Ferdinand Ries, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011, Treccani.it – Enciclopedie on line. URL consultato il 13 giugno 2015.
  3. ^ Ferdinand Ries: “Quando Beethoven mi dava lezione…”, su beethovenautentico.com.
  4. ^ (EN) John Nicols, The gentleman's magazine, vol. 85, Library of the University of Michigan, 1815, p. 442. URL consultato il 13 giugno 2015.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN22334988 · ISNI (EN0000 0001 0878 5816 · LCCN (ENn81063154 · GND (DE118600966 · BNF (FRcb13964314v (data) · BAV ADV11159183 · CERL cnp01259959 · NDL (ENJA01091756 · WorldCat Identities (ENn81-063154