Fanale di Heugh Hill

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Heugh Hill lighthouse
Fanale di Heugh Hill
StatoRegno Unito Regno Unito
LocalitàLindisfarne
Coordinate55°40′05.56″N 1°47′58.56″W / 55.66821°N 1.7996°W55.66821; -1.7996Coordinate: 55°40′05.56″N 1°47′58.56″W / 55.66821°N 1.7996°W55.66821; -1.7996
Mappa di localizzazione: Regno Unito
Fanale di Heugh Hill
Costruzione1995
Altezzam
Elevazione24 m s.l.d.m.
Portata5 miglia nautiche
Tipo otticafissa direzionale
Segnale
intermittente, di colore bianco, rosso o verde a seconda della direzione

Il fanale di Heugh Hill (in inglese: Heugh Hill lighthouse) è un fanale eretto da Trinity House nel 1995 all'ingresso del porto di Lindisfarne o "Isola Santa" (in inglese: Holy Island), nel Northumberland (Inghilterra). Esso costituisce un ulteriore riferimento oltre a quello fornito dai dromi e dal fanale detti "Old Law" e situati sulla punta di Guile Point, di fronte all'ingresso del porto.

Il 1º novembre 1995 l'incarico per gli ausili alla navigazione per le navi in ingresso ed uscita dal porto di Lindisfarne, fino ad allora gestiti a livello locale, fu affidata a Trinity House che provvide a sostituire il fanale esistente sull'obelisco di East Old Law a Guile Point (noto anche come "Guile Point East") e ad installarne uno nuovo, il fanale di Heugh Hill, in prossimità del porto.

Si tratta di una torre metallica reticolare, alta 8 metri, che sostiene il segnale luminoso ad una quota ("elevazione") di 24 metri sul livello medio del mare. Il fanale emette una luce bianca, rossa o verde a seconda della direzione da cui si osserva, visibile fino ad una distanza di 5 miglia nautiche, la caratteristica è intermittente, con un'eclisse ogni 6 secondi. Sulla torre è montato un triangolo metallico rosso, che ha la funzione di segnalamento diurno.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Heugh Hill Lighthouse, in Trinity House official site. URL consultato il 27 luglio 2011 (archiviato dall'url originale il 29 luglio 2011).