Fabrizio D'Aloia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fabrizio D'Aloia

Fabrizio D'Aloia (Benevento, 17 febbraio 1964) è un ingegnere italiano, fondatore della Microgame.

Nel 1982, appena diplomato, inizia a lavorare come programmatore presso la M.Data System. Dal 1984 al 1989, diventa consulente per la SIED Informatica, per passare poi alla SOFT.Lab (1989-2006).

Nel 1993 consegue la laurea in ingegneria elettronica, con indirizzo informatico, presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II. Si specializza successivamente presso la New York University in Information Technology[senza fonte].

Nel 1996 fonda la Microgame, di cui è stato presidente (fino a marzo 2013) e amministratore delegato (fino al 5 dicembre 2012). Nel 1999 vince il Premio Marrama come uno dei migliori giovani imprenditori campani.[1] L'azienda è al 2010 leader nel mercato italiano del poker online[2] e delle scommesse sportive online.[3] Nel mese di aprile 2014 esce definitivamente dalla società.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ I vincitori - Concorso "Alla ricerca di talenti - Premio Roberto Marrama - Anno 1999, Il Denaro. URL consultato il 26-08-2010.
  2. ^ Poker on line: tra gennaio e luglio 2010 un terzo del mercato in mano a Microgame (5), in AGICOS - Agenzia Giornalistica Concorsi e Scommesse, 03 agosto 2010. URL consultato il 26-08-2010.
  3. ^ Scommesse on line: tra gennaio e luglio giocati online oltre 800 milioni di euro. Microgame ancora leader di mercato (2), in AGICOS - Agenzia Giornalistica Concorsi e Scommesse, 03 agosto 2010. URL consultato il 26-08-2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]