Exocoetus volitans

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Pesce volante
Exvol u0.gif
Exocoetus volitans
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Beloniformes
Famiglia Exocoetidae
Genere Exocoetus
Specie E. volitans
Nomenclatura binomiale
Exocoetus volitans
Linnaeus, 1758

Il pesce volante (Exocoetus volitans) è un pesce di mare della famiglia Exocoetidae.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di una specie circumtropicale molto comune in tutti i mari e gli oceani nella fascia tropicale. D'estate può penetrare nel mar Mediterraneo occidentale, compresi i mari italiani ed anche l'Adriatico ma vi è molto raro.

Si tratta di un pesce pelagico che abitualmente frequenta zone molto al largo; si può incontrare nei pressi delle coste solo attorno alle isole. Vive nei primissimi centimetri d'acqua.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Ha il caratteristico aspetto della famiglia Exocoetidae con pinne pettorali molto grandi. Le pinne ventrali invece sono corte ed inserite piuttosto in avanti. Il muso è corto.

Il dorso è azzurro vivace ed i fianchi argentei. Tutto il corpo ha riflessi iridescenti. Le pinne pettorali sono grigie chiare con un bordo biancastro.

Misura fino a 20 cm.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Avviene durante tutto l'anno; le uova sono pelagiche. Apparentemente non si riproduce nel mar Mediterraneo.

Pesca[modifica | modifica wikitesto]

Talvolta abbocca alle lenze a traina o viene attratto dalle luci delle reti da circuizione. Le carni sono buone come in tutti gli Exocoetidae.

Specie affini[modifica | modifica wikitesto]

Il pesce rondine (Exocoetus obtusirostris, Günther, 1866) è molto simile a questa specie ed ha abitudini simili in tutto e per tutto all'Exocoetus volitans da cui si riconosce, oltre che per il numero di raggi nelle pinne e di branchiospine anche per il muso molto più corto e per l'aspetto generale più tozzo. Anche questa specie viene talvolta trovata in Mediterraneo, anche in acque italiane.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Collette, B.B., Singh-Renton, S., Robertson, R., Marechal, J., Aiken, K.A., Dooley, J., Oxenford, H., Pina Amargos, F. & Kishore, R., Exocoetus volitans, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2020.2, IUCN, 2020.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Louisy P., Trainito E. (a cura di) Guida all'identificazione dei pesci marini d'Europa e del Mediterraneo. Milano, Il Castello, 2006. ISBN 88-8039-472-X
  • Tortonese E. Osteichthyes, Calderini, 1975
  • Costa F. Atlante dei pesci dei mari italiani, Mursia, 1991 ISBN 88-425-1003-3
  • Lythgoe J. e G Il libro completo dei pesci dei mari europei, Mursia, 1971

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàThesaurus BNCF 42158
Pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci