Tatmadaw Kyi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Esercito della Birmania)
တပ်မတော်(ကြည်း)
Esercito della Birmania
Descrizione generale
Attiva 1945
Nazione Birmania Birmania
Tipo Esercito
Motto Ye Thaw Ma Thay, Thay Thaw Nga Ye Ma Lar
Anniversari 27 marzo 1945
Comandanti
Comandante in Capo Generale Anziano Min Aung Hlaing
Comandanti degni di nota Maggiore generale Aung San
Generale Ne Win

[senza fonte]

Voci su unità militari presenti su Wikipedia

L'Esercito della Birmania (တပ်မတော်(ကြည်း), taʔmədɔ̀ tɕí) è la più grande arma delle Forze Armate (Tatmadaw) del Myanmar (Birmania) e ha la responsabilità primaria di condurre operazioni militari terrestri. L'esercito del Myanmar mantiene la seconda più grande forza attiva nel Sud-Est asiatico dopo l'Esercito Popolare del Vietnam.

L'esercito del Myanmar aveva una forza di circa 350.000 soldati a partire del 2006.[1] L'esercito ha una vasta esperienza di combattimento nel combattimento degli insorti su terreni duri, considerando che ha condotto ininterrottamente operazioni di controguerriglia contro i ribelli etnici e politici sin dal suo inizio nel 1948.

La forza è diretta dal Comandante in capo (Esercito) (ကာကွယ်ရေးဦးစီးချုပ်(ကြည်း)), attualmente il Vice-Direttore generale Soe Win, contemporaneamente vice comandante in capo dei Servizi di Difesa, con il Generale Anziano Min Aung Hlaing come Comandante in Capo (တပ်မတော်ကာကွယ်ရေးဦးစီးချုပ်). Il grado più alto nell'esercito della Birmania è Generale Anziano, equivalente alla posizione di feldmaresciallo negli eserciti occidentali ed è attualmente detenuto da Min Aung Hlaing, dopo essere stato promosso da Vice-Generale Anziano.

Nel 2011, a seguito della transizione dal governo della giunta militare al governo parlamentare civile, l'esercito del Myanmar ha emanato un progetto militare per tutti i cittadini, tutti i maschi dai 18 ai 35 anni e tutte le femmine di età compresa tra 18 e 27 anni di età possono essere arruolati nel servizio militare per due anni come personale arruolato in tempo di emergenza nazionale. Le età per i professionisti sono fino a 45 per gli uomini e 35 per le donne per tre anni di servizio come ufficiali e sottufficiali.

Una pubblicazione ufficiale ha rivelato che quasi un quarto del nuovo bilancio nazionale del Myanmar sarà assegnato alla difesa. La Gazzetta del Governo riporta che 1.800 miliardi di kyat (circa $ 2 miliardi a tassi di mercato libero di scambio), o il 23,6 per cento del bilancio 2011 andrà alla difesa.[2]

Breve storia[modifica | modifica wikitesto]

Era post-indipendenza[modifica | modifica wikitesto]

Guardie d'Onore dell'Esercito del Myanmar salutano l'arrivo della delegazione tailandese nell'ottobre 2010.

Al momento dell'indipendenza del Myanmar nel 1948, il Tatmadaw era debole, piccolo e disunito. Comparvero crepe lungo le linee di origine etnica, appartenenza politica, origine organizzativa e servizi diversi. La sua unità e l'efficienza operativa venne ulteriormente indebolita dall'interferenza di civili e politici negli affari militari, e dal divario della percezione tra gli ufficiali e i comandanti sul campo. Il problema più grave era la tensione tra gli ufficiali etnici Karen, provenienti dall'Esercito della Birmania britannica, e gli ufficiali Bamar, provenienti dalle Forze Patriottiche Birmane (PBF).[3]

In conformità con l'accordo raggiunto alla Conferenza di Kandy nel settembre del 1945, il Tatmadaw venne riorganizzato incorporando l'Esercito della Birmania britannica e le Forze Patriottiche Birmane. Il corpo degli ufficiali condiviso da ufficiali ex-PBF e ufficiali dell'Organizzazione della Riserva dell'Esercito della Birmania (ARBO). I britannici inoltre decisero di addestrare quelli che erano noti come "Class Battalions" su base etnica. C'erano un totale di 15 battaglioni di fucilieri al momento dell'indipendenza e quattro di loro erano composti da ex membri delle PBF. Tutte le posizioni influenti all'interno del Ministero della Guerra e dei comandi erano presidiati da ufficiali non-ex PBF. Tutti i servizi, tra cui il Genio militare, i rifornimenti e il trasporto, gli ordigni e i servizi medici, della Marina e dell'Aeronautica Militare erano tutti comandati da ex funzionari dell'ABRO e dell'Esercito della Birmania britannica.[3]

Composizione etnica e militare del Tatmadaw nel 1948
Battaglione Composizione etnica/militare
No. 1 Burma Rifles Bamar (Polizia Militare della Birmania)
No. 2 Burma Rifles Maggioranza Karen + altre nazionalità non-Bamar (comandato dall'allora tenente colonnello Saw Chit Khin (ufficiale karen dell'Esercito della Birmania britannica)
No. 3 Burma Rifles Bamar / Ex membri delle Forze Patriottiche Birmane
No. 4 Burma Rifles Bamar / Ex membri delle Forze Patriottiche Birmane - Comandato dall'allora tenente colonnello Ne Win
No. 5 Burma Rifles Bamar / Ex membri delle Forze Patriottiche Birmane
No. 6 Burma Rifles Bamar / Ex membri delle Forze Patriottiche Birmane
No. 1 Karen Rifles Karen / Ex membri dell'Esercito della Birmania britannica e dell'ABRO
No. 2 Karen Rifles Karen / Ex membri dell'Esercito della Birmania britannica e dell'ABRO
No. 3 Karen Rifles Karen / Ex membri dell'Esercito della Birmania britannica e dell'ABRO
No. 1 Kachin Rifles Kachin / Ex membri dell'Esercito della Birmania britannica e dell'ABRO
No. 2 Kachin Rifles Kachin / Ex membri dell'Esercito della Birmania britannica e dell'ABRO
No. 1 Chin Rifles Chin / Ex membri dell'Esercito della Birmania britannica e dell'ABRO
No. 2 Chin Rifles Chin / Ex membri dell'Esercito della Birmania britannica e dell'ABRO
No. 4 Burma Regiment Gurkha
Chin Hill Battalion Chin

Addestramento e struttura[modifica | modifica wikitesto]

L'esercito è sempre stato di gran lunga il più grande servizio di Myanmar e ha sempre fatto la parte del leone nel bilancio della difesa.[4][5] Ha svolto la parte più importante nella lotta del Myanmar contro i 40 o più gruppi di ribelli dal 1948 e ha acquisito una reputazione come una forza militare dura e piena di risorse. Nel 1981, venne descritto come 'probabilmente il miglior esercito nel Sudest asiatico, a parte quello del Vietnam'.[6] Il giudizio venne ripreso nel 1983, quando un altro osservatore notò che "la fanteria del Myanmar è generalmente valutata come una delle più dure, più abituate al combattimento nel sud est asiatico".[7] Nel 1985, un giornalista straniero, con la rara esperienza di aver visto soldati birmani in azione contro i ribelli etnici e i narco-eserciti, era 'davvero colpito dalla loro abilità di combattimento, di resistenza e di disciplina'.[8] Altri commentatori in tutto quel periodo caratterizzarono l'esercito del Myanmar come 'il più duro, la più efficace forza di fanteria leggera della giungla che ora operi nel sud est asiatico'.[9] Anche il popolo thailandese non nota di lodare leggermente i birmani, descrissero l'esercito del Myanmar come 'esperti dell'arma della guerra della giungla'.[10]

Organizzazione[modifica | modifica wikitesto]

L'esercito del Myanmar aveva raggiunto circa 370.000 soldati attivi in tutti i ranghi nel 2000. Vi erano 337 battaglioni di fanteria, tra cui 266 battaglioni di fanteria leggera. Anche se la struttura organizzativa dell'esercito del Myanmar è basata sul sistema reggimentale, la manovra e l'unità da combattimento di base è il battaglione, noto come Tat Yinn ((တပ်ရင်း)) in birmano. Questo comprendeva un'unità QG; cinque compagnie di fucilieri Tat Khwe ((တပ်ခွဲ)) ognuna con tre plotoni di fucilieri Tat Su ((တပ်စု)); una compagnia d'amministrazione con unità mediche, trasporti, logistica e comunicazioni; una compagnia di armi pesanti tra cui plotoni di mortai, mitragliatrici e cannoni senza rinculo. Ogni battaglione è comandato da un tenente colonnello Du Ti Ya Bo Hmu Gyi o Du Bo Hmu Gyi con un Maggiore ( bo hmu ) come 2IC (comandante in seconda), con una forza totale costituita di 27 ufficiali e 723 altri ranghi. I battaglioni di fanteria leggera nell'esercito del Myanmar hanno una forza di costituzione molto più bassa di circa 500 uomini; questo porta spesso queste unità ad essere erroneamente identificate dagli osservatori e dai giornalisti come battaglioni di fanteria sottoforza.

Con i suoi numeri significativi di aumento del personale, delle armi e della mobilità, l'attuale Tatmadaw Kyee (တပ်မတော်(ကြည်း)) è una formidabile forza di difesa convenzionale per l'Unione del Myanmar. Le truppe pronte per il dovere di combattimento sono almeno raddoppiate dal 1988. Le infrastrutture di logistica e il Fuoco di Supporto dell'Artiglieria è stato notevolmente aumentato. La sua potenza militare di recente acquisizione era evidente nelle operazioni di stagione secca del Tatmadaw contro le roccaforti dell'Unione Nazionale Karen (KNU) a Manerplaw e Kawmura. La maggior parte delle vittime in queste battaglie furono il risultato di bombardamenti intensi e pesanti da parte del Tatmadaw Kyee. Il Tatmadaw Kyee ora è molto più grande di quanto non fosse prima del 1988, è più mobile ed è notevolmente migliorato negli inventari di corazzati, artiglieria e difesa aerea. I suoi sistemi (comando, controllo, comunicazioni, computer e intelligence) C3I sono stati ampliati e raffinati. Si stanno sviluppando formazioni auto-sostenute più grandi e più integrate per un'azione meglio coordinata da diverse armi da guerra. L'esercito può avere ancora armi relativamente modeste rispetto ai suoi vicini più grandi, ma è ora in una posizione molto migliore per scoraggiare le aggressioni esterne e rispondere a tale minaccia dovesse mai sorgere, anche se i bambini soldato non possono svolgere molto bene nella lotta con i nemici.[11]

Espansione[modifica | modifica wikitesto]

La prima divisione a formarsi dopo il golpe militare del 1988 fu l'11ª Divisione di Fanteria Leggera (LID) nel dicembre del 1988 con il colonnello Win Myint come comandante della divisione. Nel marzo 1990, venne aperto un nuovo comando militare regionale nel Monywa con il brigadier generale Kyaw Min come comandante e denominato Comando Militare Regionale Nord-Occidentale. Un anno dopo venne costituita la 101a LID nel Pakokku con il colonnello Saw Tun come comandante. Due Comandi Operativi Regionali (ROC) si formarono nel Myeik e nel Loikaw per facilitare il comando e il controllo. Essi erano comandati rispettivamente dal brigadier generale Soe Tinta e dal brigadier generale Maung Kyi. Il marzo 1995 vide una drammatica espansione del Tatmadaw, in quanto stabilì 11 Comandi Militari Operativi (MOC) in quel mese. I MOC sono simili alle divisioni di fanteria meccanizzata negli eserciti occidentali, ognuno con 10 battaglioni di fanteria regolari ( Chay Hlyin Tatyin ), un quartier generale, e unità di supporto organiche tra cui batterie d'artiglieria da campagna. Poi, nel 1996, vennero aperti due nuovi RMC, il RMC Regione Costiera venne inaugurato nel Myeik con il brigadier generale Sit Maung come comandante e il RMC Regione del Triangolo a Kengtung con il brigadier generale Thein Sein come comandante. I loro nuovi ROC vennero aperti a Kalay, Bhamo e Mongsat. Alla fine del 1998, vennero aperti due nuovi MOC a Bokepyin e Mongsat.[12]

L'espansione più significativa dopo la fanteria nell'esercito fu nei corazzati e nell'artiglieria. A partire dal 1990, il Tatmadaw si procurò 18 carri armati da combattimento T-69II e 48 carri armati leggeri anfibi T-63 dalla Cina. Vennero fatti ulteriori appalti, tra cui diverse centinaia di veicoli trasporto truppe (APC) Type 85 e Type 92. Entro l'inizio del 1998, il Tatmadaw aveva circa 100+ carri armati da combattimento T-69II, un numero simile di carri armati leggeri anfibi T-63 e diversi carri armati T-59D. Questi carri armati e veicoli trasporto truppe vennero distribuiti in cinque battaglioni di fanteria corazzata e cinque battaglioni di carri armati e formarono la prima Divisione Corazzata del Tatmadaw sotto il nome di 71º Comando Operazioni Corazzate con sede a Pyawbwe.

Capi di Stato Maggiore e Comandanti in capo[modifica | modifica wikitesto]

Fino al 1990, le Forze Armate del Myanmar avevano il sistema del Capo di Stato Maggiore e l'esercito del Myanmar era guidato dal Vice Capo di Stato Maggiore (Esercito). Venne introdotto un nuovo sistema nel 1990, durante la riorganizzazione delle forze armate, e tutte e tre le armi delle forze armate sono ora guidate dal Comandante in Capo.[5]

Seriale Nome & Grado Data Note
BC5107 Brigadiere generale Saw Kyar Doe 4 gennaio 1948 - 31 luglio 1948 Ufficiale Karen, allora con il nome di "vice capo di stato maggiore dell'esercito". Venne sostituito con Ne Win nel mese di agosto 1948. Così Kya Doe si spostò alla carica di Capo Operativo, ma venne costretto al ritiro a causa della guerra civile con i Karen
BC3502 Brigadiere generale Ne Win 1º agosto 1948 - 1º febbraio 1949 Membro dei Trenta Compagni, divenne capo di stato maggiore nel mese di febbraio 1949. In seguito divenne Presidente e Presidente del Partito del Programma Socialista della Birmania (BSPP) fino al luglio 1988
BC5458 Brigadiere generale Aung Gyi 28 aprile 1959 - 7 febbraio 1963 Promosso da colonnello di Stato Maggiore nel mese di aprile 1959 come vice capo di stato maggiore (Esercito), si dimise nel febbraio 1963 e venne incarcerato più volte. Primo presidente della LND ma si ritirò dopo pochi mesi nel mese di dicembre 1988.
BC3569 Brigadiere generale San Yu 9 febbraio 1963 - 20 aprile 1972 Più tardi divenne Capo di Stato Maggiore della Difesa nell'aprile 1972 // poi divenne segretario del Consiglio di Stato nel marzo 1974
BC3651 Brigadiere generale Thura Tin Oo 20 aprile 1972 - 1º marzo 1974 Succedette San Yu come Capo di Stato Maggiore della Difesa nel 1974, ma si dimise due anni più tardi e venne imprigionato per presunta detenzione di informazioni al tentativo di golpe dell'anno successivo, in seguito fondò la LND con Suu Kyi e Aung Gyi e divenne vicepresidente della Lega Nazionale per la Democrazia e presidente quando Aung Gyi si ritirò. Finì agli arresti domiciliari per alcune volte e divenne nuovamente Vice Presidente della LND e poi Patrono della LND
BC5332 Brigadiere generale Thura Kyaw Htin 2 marzo 1974 - 6 marzo 1976 Più tardi divenne Ministro della Difesa e Vice Primo Ministro // In breve divenne Segretario Generale Congiunto del BSPP nel luglio-settembre 1988
BC6133 Tenente generale Aye Ko 2 aprile 1976 - 7 agosto 1981 Più tardi divenne Segretario Generale del BSPP e poi Vice Presidente
BC5896 Tenente generale Tun Ye 7 agosto 1981 - 21 luglio 1983 Si ritirò dall'esercito nel 1983 all'età di 60 anni e divenne membro del Consiglio di Stato fino al 1988. Poi divenne Segretario Generale e poi Presidente del Partito di Unità Nazionale che fu la reincarnazione del BSPP
BC6187 Tenente generale Saw Maung 21 luglio 1983 - 4 novembre 1985 Divenne Capo di Stato Maggiore della Difesa nel novembre 1985 // poi promosso a Generale Anziano, fece il colpo di stato nel 1988 e formò la Legge dello Stato e della Restaurazione dell'Ordine (SLORC)
BC6710 Tenente generale Than Shwe 4 novembre 1985 - 23 aprile 1992 Divenne comandante in capo del Tatmadaw nel 1992 // poi promosso a Generale Anziano e Presidente del Consiglio per la Pace e lo Sviluppo dello Stato (SPDC)
BC7875 Tenente generale Maung Aye 1993 - 31 marzo 2011 poi promosso a Vice Generale Anziano e Vice Presidente del Consiglio per la Pace e lo Sviluppo dello Stato (SPDC)
BC16489 Tenente generale Soe Win 1/4/2011- poi promosso a Vice Generale Anziano

Ufficio Operazioni Speciali (BSO)[modifica | modifica wikitesto]

Comandi Militari Regionali (RMC)

L'Ufficio Operazioni Speciali (ကာကွယ်ရေးဌာန စစ်ဆင်ရေး အထူးအဖွဲ့) nell'Esercito del Myanmar sono unità sul campo di alto livello equivalenti ad armate in termini occidentali e sono composte da 2 o più Comandi Militari Regionali (RMC) e comandate da un tenente generale e 6 ufficiali di stato maggiore. Le unità vennero introdotte sotto l'Ufficio di Stato Maggiore il 28 aprile 1978 e il 1º giugno 1979. Nei primi mesi del 1978, l'allora presidente del BSPP, il generale Ne Win, visitò la sede del Comando Nord Orientale a Lashio per ricevere un briefing sui ribelli del Partito comunista birmano (BCP) e sulle loro operazioni militari. Era accompagnato dal brigadier generale Tun Ye dal Ministero della Difesa. Il brigadier generale Tun Ye fu il comandante del Comando Regionale Orientale per tre anni e prima ancora aveva lavorato nelle zone del Comando Nord-Orientale come comandante del Comando Operazioni Strategiche (SOC) e comandante della Divisione di Fanteria Leggera per quattro anni. Dato che le operazioni militari del BCP risultavano distribuite su tre Comandi Militari Regionali (RMC) (Settentrionale, Orientale e Nord Orientale), il brigadier generale Tun Ye era il comandante più informato sul BCP nell'esercito del Myanmar al momento. Al briefing, il generale Ne Win rimase colpito dal brigadier generale Tun Ye e si rese conto che era necessario il coordinamento tra i vari Comandi Militari Regionali (RMC); quindi, decise di formare un ufficio presso il Ministero della Difesa. In origine, l'ufficio era per "operazioni speciali", dove erano, che avevano bisogno di coordinamento tra i vari Comandi Militari Regionali (RMC). Più tardi, con l'introduzione di un altro ufficio, ci fu una divisione delle aree di comando. Il BSO-1 era quello per sorvegliare le operazioni sotto il Comando Settentrionale, il Comando Nord-Orientale, il Comando Orientale, e il Comando Nord Occidentale. Il BSO-2 era quello per sorvegliare le operazioni sotto il Comando Sud-Orientale, il Comando Sud-Occidentale, il Comando Occidentale e il Comando Centrale. Inizialmente, il capo del BSO aveva il grado di Brigadier Generale. Il grado venne aggiornato a Maggiore Generale, il 23 aprile 1979. Nel 1990, venne ulteriormente aggiornato a tenente generale. Tra il 1995 e il 2002, il Capo di Stato Maggiore (Esercito) tenne congiuntamente la carica di Capo del BSO. Tuttavia, all'inizio del 2002, vennero aggiunti altri due BSO alla Direzione Generale di Stato Maggiore; quindi non ci furono complessivamente che quattro BSO. Il quinto BSO venne fondato nel 2005 e il sesto nel 2007.

Attualmente ci sono sei Uffici di Operazioni Speciali nell'Ordine di Battaglia del Myanmar.[13]

Ufficio Operazioni Speciali Comandi Militari Regionali (RMC) Capo dell'Ufficio Operazioni Speciali Commenti
Ufficio Operazioni Speciali 1 Comando Centrale
Comando Nord Occidentale
Comando Settentrionale
Tn.Gen. Htun Htun Naung
Ufficio Operazioni Speciali 2 Comando Nord Occidentale
Comando Orientale
Comando Regione del Triangolo
Comando Centrale Orientale
Tn.Gen. Yar Pye
Ufficio Operazioni Speciali 3 Comando Sud Occidentale
Comando Meridionale
Comando Occidentale
Tn.Gen. Aung Kyaw Zaw
Ufficio Operazioni Speciali 4 Comando Costiero
Comando Sud Orientale
Tn.Gen. Min Naung
Ufficio Operazioni Speciali 5 Comando Yangon Tn.Gen. Kyaw Swe Allo stesso tempo, come capo di stato maggiore (esercito)
Ufficio Operazioni Speciali 6 Comando Naypyidaw Tn.Gen. Mya Tun Oo Allo stesso tempo, come capo degli Affari di Sicurezza Militare

Comandi Militari Regionali (RMC)[modifica | modifica wikitesto]

Per migliorare comando e comunicazione, il Tatmadaw formò la struttura dei Comandi Militari Regionali ( တိုင်း စစ်ဌာနချုပ်) nel 1958. Fino al 1961, c'erano solo due comandi regionali, supportati da 13 brigate di fanteria e una divisione di fanteria. Nel mese di ottobre 1961 vennero aperti nuovi comandi militari regionali e lasciate solo due brigate di fanteria indipendenti. Nel giugno 1963, venne temporaneamente costituito il Comando di Naypyidaw nello Yangon con il vice comandante e alcuni ufficiali di stato maggiore proveniente dal Comando Centrale. Venne riorganizzato e rinominato come Comando di Yangon il 1º giugno 1965.[13]

Un totale di 337 battaglioni di fanteria e di fanteria leggera sono organizzati in Comandi d'Operazioni Tattiche, 37 reggimenti indipendenti di artiglieria da campagna supportati da unità di supporto affiliate tra cui battaglioni di ricognizione corazzata e di carri armati. I RMC sono simili alle formazioni di corpi d'armata degli eserciti occidentali. I RMC, comandati dal grado ufficiale di Maggiore Generale, sono gestiti attraverso un quadro dell'Ufficio Operazioni speciali (BSO), equivalenti al Gruppo d'Armate in termini occidentali.[13]

Comando Militare Regionale (RMC) Stemma Stati & Divisioni Quartier generale Forza
Comando Settentrionale

(မြောက်ပိုင်းတိုင်းစစ်ဌာနချုပ်)

Mm-northern-rmc.svg Stato Kachin Myitkyina 33 Battaglioni di Fanteria
Comando Nord Orientale

(အရှေ့မြောက်ပိုင်းတိုင်းစစ်ဌာနချုပ်)

Mm-north-eastern-rmc.svg Stato Shan settentrionale Lashio 30 Battaglioni di Fanteria
Comando Orientale

(အရှေ့ပိုင်းတိုင်းစစ်ဌာနချုပ်)

Stato Shan meridionale e Stato Kayah Taunggyi 42 Battaglioni di Fanteria
inclusi 16× Battaglioni di Fanteria Leggera sotto il
Quartier generale del Comando Regionale Operativo (ROC) a Loikaw
Comando Sud Orientale

(အရှေ့တောင်တိုင်းစစ်ဌာနချုပ်)

Mm-south-eastern-rmc.svg Stati Mon e Kayin (Karen) Mawlamyaing (Moulmein) 36 Battaglioni di Fanteria
Comando Meridionale

(တောင်ပိုင်းတိုင်းစစ်ဌာနချုပ်)

Mm-southern-rmc.svg Regioni di Bago e di Magwe Toungoo 27 × Battaglioni di Fanteria
Comando Sud Occidentale

(အနောက်တောင်တိုင်းစစ်ဌာနချုပ်)

Mm-south-western-rmc.svg Regione di Ayeyarwady (Regione d'Irrawaddy) Pathein (Bassein) 11 × Battaglioni di Fanteria
Western Command

(အနောက်ပိုင်းတိုင်းစစ်ဌာနချုပ်)

Mm-western-rmc.svg Stati Rakhine (Arakan) e Chin Ann 33 × Battaglioni di Fanteria
Comando Nord Occidentale

(အနောက်မြောက်တိုင်းစစ်ဌာနချုပ်)

Mm-north-western-rmc.svg Regione di Sagaing Monywa 25 × Battaglioni di Fanteria
Comando di Yangon

(ရန်ကုန်တိုင်းစစ်ဌာနချုပ်)

Mm-yangon-rmc.svg Regione di Yangon Municipalità di Mayangone-Kone-Myint-Thar 11 × Battaglioni di Fanteria
Comando Regione Costiera

(ကမ်းရိုးတန်းတိုင်းစစ်ဌာနချုပ်)

Mm-coastal-rmc.svg Regione di Tanintharyi (Regione di Tenassarim) Myeik (Mergui) 43 Battaglioni di Fanteria
inclusi battaglioni sotto 2 MOC di stanza a Tavoy
Comando Regione del Triangolo

(တြိဂံတိုင်းစစ်ဌာနချုပ်)

Mm-triangle-rmc.svg Stato Shan orientale Kyaingtong (Kengtung) 23 Battaglioni di Fanteria
Comando Centrale

(အလယ်ပိုင်းတိုင်းစစ်ဌာနချုပ်)

Mm-central-rmc.svg Regione di Mandalay Mandalay 31 Battaglioni di Fanteria
Comando di Naypyidaw

(နေပြည်တော်တိုင်းစစ်ဌာနချုပ်)

Mm-army-4.svg Naypyidaw Pyinmana Formato nel 2006 - ? × Battaglioni di Fanteria
Comando Centrale Orientale

(အရှေ့အလယ်ပိုင်းတိုင်းစစ်ဌာနချုပ်)

Stato Shan centrale Kho Lam Formato nel 2011 - ? × Battaglioni di Fanteria

Comandanti dei Comandi Militari Regionali[modifica | modifica wikitesto]

[13]

Comando Militare Regionale (RMC) Stabilito Primo Comandante Comandante Attuale Note
Comando Orientale 1961 Brigadier generale San Yu Maggiore generale Aye Win All'inizio del 1961, San Yu venne nominato Comandante del Comando orientale, ma venne spostato al Comando NW e sostituito poi con il Col. Maung Shwe.
Comando Sud Orientale 1961 Brigadier generale Sein Win Nel 1961, quando venne costituito il Comando SE, Sein Win venne trasferito dall'ex Comando Meridionale, ma venne spostato al Comando Centrale e sostituito poi con Thaung Kyi.
Comando Centrale 1961 Colonnello Thaung Kyi Maggiore generale Soe Htut[14] Il Comando NW originale con sede a Mandalay venne ribattezzato Comando Centrale nel marzo 1990 e il Comando Centrale originale venne rinominato Comando Meridionale
Comando Nord Occidentale 1961 Brigadier generale Kyaw Min La parte meridionale dell'originale Comando Nord Occidentale a Mandalay venne ribattezzato Comando Centrale nel marzo 1990 e la parte settentrionale dell'originale Comando NW venne rinominato Comando NW nel 1990.
Comando Sud Occidentale 1961 Colonnello Kyi Maung Kyi Maung fu licenziato nel 1963 ed imprigionato più volte. Divenne Vice Presidente della LND nel 1990.
Comando di Yangon 1969 Colonnello Thura Kyaw Htin Costituito come Comando di Naypyidaw nel 1963 con il vice comandante e alcuni ufficiali di stato maggiore dal Comando Centrale. Riformato e ribattezzato Comando di Yangon il 1º giugno del 1969.
Comando Occidentale 1969 Colonnello Hla Tun Maggiore generale Aung Lin Dwe
Comando Nord Orientale 1972 Colonnello Aye Ko
Comando Settentrionale 1947 Brigadiere Ne Win Maggiore generale Win Bo Shein Il Comando Settentrionale originale venne diviso in Comando Orientale e Comando NW nel 1961. L'attuale Comando Settentrionale venne costituito nel 1969 come parte della riorganizzazione e formando la parte settentrionale del precedente Comando NW
Comando Meridionale 1947 Brigadiere Saw Kya Doe Il Comando Meridionale originale a Mandalay venne ribattezzato Comando Centrale nel marzo 1990
Comando Regione del Triangolo 1996 Brigadier generale Thein Sein Thein Sein più tardi divenne primo ministro ed eletto presidente nel 2011
Comando Regione Costiera 1996 Brigadier generale Thiha Thura Thura Sit Maung Sit Maung venne ucciso in un incidente in elicottero insieme con l'allora Capo di Stato Maggiore (Esercito), il tenente generale Tin Oo, il 19 febbraio 2001.[15]
Comando di Naypyidaw 2005 Brigadiere Wei Lwin
Comando Centrale Orientale 2011 Brigadiere Mya Tun Oo Maggiore generale Win Min Tun

Comandi Operazioni Regionali (ROC)[modifica | modifica wikitesto]

I Comandi Operativi Regionali (ROC) (ဒေသ ကွပ်ကဲမှု စစ်ဌာနချုပ်) sono comandati da un brigadier generale, sono simili alle brigate di fanteria negli eserciti occidentali. Ognuno è composto da 4 battaglioni di fanteria (Chay Hlyin Tatyin), QG ed unità di supporto organiche. Il comandante del ROC è una posizione tra il comandante LID/MOC ed il comandante del Comando Operazioni Tattiche (TOC), che comanda tre battaglioni di fanteria. Il comandante del ROC detiene l'autorità finanziaria, amministrativa e giudiziaria, mentre i comandanti del MOC e della LID non hanno autorità giudiziaria.[5][16]

Comando Operazioni Regionali (COR) Quartier Generale Note
Comando Operazioni Regionali di Loikaw Loikaw (လွိုင်ကော်) Stato Kayah
Comando Operazioni Regionali di Laukai Laukai (လောက်ကိုင်), Stato Shan
Comando Operazioni Regionali di Kalay Kalay (ကလေး), Regione di Sagaing
Comando Operazioni Regionali di Sittwe Sittwe (စစ်တွေ), Stato Yakhine
Comando Operazioni Regionali di Pyay Pyay (ပြည်), Regione di Bago
Comando Operazioni Regionali di Tanaing Tanaing (တနိုင်း), Stato Kachin Ex ROC di Bahmaw
Comando Operativo Regionale di Wanhseng Wanhseng, Stato Shan Formato nel 2011[17]

Comandi Operazioni Militari (COM)[modifica | modifica wikitesto]

I Comandi Operativi Militari (MOC) (စစ်ဆင်ရေး ကွပ်ကဲမှု ဌာနချုပ် (စကခ)), comandati da un brigadier generale, sono simili alle divisioni di fanteria negli eserciti occidentali. Ognuno consiste di 10 battaglioni di Fanteria Meccanizzata dotati di veicoli trasporto truppe BTR-3, quartier generale ed unità di supporto, tra cui le batterie di artiglieria da campagna. Questi dieci battaglioni sono organizzati in tre Comandi Operativi Tattico: un Comando Operazioni Tattiche Meccanizzato con veicoli trasporto truppe BTR-3, e due Comandi Operazioni Tattiche Motorizzati con camion 6x6 EQ-2102.

I MOC sono equivalenti alle Divisioni di Fanteria Leggera (LID) nell'ordine di battaglia dell'esercito del Myanmar, dato che entrambi comandano 10 battaglioni di fanteria attraverso tre TOC (Comandi Operazioni Tattiche).[16]

Comando Operazioni Militari (COM) Quartier generale Note
1º Comando Operazioni Militari (MOC-1) Kyaukme (ကျောက်မဲ), Stato Shan
2º Comando Operazioni Militari (MOC-2) Mong Nawng (မိုင်းနောင်), Stato Shan
3º Comando Operazioni Militari (MOC-3) Mogaung (မိုးကောင်း), Stato Kachin
4º Comando Operazioni Militari (MOC-4) Hpugyi (ဖူးကြီး), Regione di Yangon Designata Divisione Aviotrasportata
5º Comando Operazioni Militari (MOC-5) Taungup (တောင်ကုတ်), Stato Rakhine
6º Comando Operazioni Militari (MOC-6) Pyinmana (ပျဉ်းမနား), Regione di Mandalay
7º Comando Operazioni Militari (MOC-7) Hpegon (ဖယ်ခုံ), Stato Shan
8º Comando Operazioni Militari (MOC-8) Dawei (ထားဝယ်), Regione di Tanintharyi
9º Comando Operazioni Militari (MOC-9) Kyauktaw (ကျောက်တော်), Stato Rakhine
10º Comando Operazioni Militari (MOC-10) Kyigon (ကျီကုန်း (ကလေးဝ)), Regione di Sagaing
12º Comando Operazioni Militari (MOC-12) Kawkareik (ကော့ကရိတ်), Stato Kayin
13º Comando Operazioni Militari (MOC-13) Bokpyin (ဘုတ်ပြင်း), Regione di Tanintharyi
14º Comando Operazioni Militari (MOC-14) Mong Hsat (မိုင်းဆတ်), Stato Shan
15º Comando Operazioni Militari (MOC-15) Buthidaung (ဘူးသီးတောင်), Stato Rakhine
16º Comando Operazioni Militari (MOC-16) Theinni (သိန်းနီ), Stato Shan
17º Comando Operazioni Militari (MOC-17) Mong Pan (မိုင်းပန်), Stato Shan
18º Comando Operazioni Militari (MOC-18) Mong Hpayak (မိုင်းပေါက်), Stato Shan
19º Comando Operazioni Militari (MOC-19) Ye (ရေး), Stato Mon
20º Comando Operazioni Militari (MOC-20) Kawthaung (ကော့သောင်း), Regione di Tanintharyi
21º Comando Operazioni Militari (MOC-21) Bhamo (ဗန်းမော်), Stato Kachin

Divisioni di Fanteria Leggera (LID)[modifica | modifica wikitesto]

Ogni Divisione di Fanteria Leggera ( Chay Myan Tat Ma o Ta Ma Kha ), comandata da un brigadier generale, ha 10 battaglioni di Fanteria Leggera organizzati sotto tre Comandi Operazioni Tattiche, comandati da un colonnello, ( 3 battaglioni ciascuno e 1 di riserva ), 1 battaglione d'artiglieria da campagna, 1 squadrone corazzato e altre unità di supporto.[5][16]

Queste divisioni vennero introdotte nell'esercito del Myanmar nel 1966 come forze mobili di reazione rapida per le operazioni d'urto. La 77ª Divisione di Fanteria Leggera venne costituita il 6 giugno del 1966, seguita dall'88ª e dalla 99ª Divisione di Fanteria Leggera nei due anni successivi. la 77a LID fu in gran parte responsabile per la sconfitta delle forze comuniste del PCB (Partito Comunista della Birmania) con sede nelle colline boscose delle Montagne di Bago centrali nella metà degli anni '70. Altre tre LID vennero arruolate nella seconda metà degli anni '70 (66a, 55a e 44a), con i loro quartier generali a Pyay, Aungban e Thaton. Vennero seguite da altri due LID nel periodo precedente il colpo di stato militare del 1988 (la 33a LID, con sede a Sagaing e la 22a LID con sede a Hpa-An). L'11 LID venne costituita nel dicembre 1988 con sede a Inndine, Regione di Bago e la 101a LID venne costituita nel 1991 con sede a Pakokku.[5][16]

Ogni LID, comandata da ufficiali di livello brigadier generale ( Bo hmu gyoke ), è composta da 10 battaglioni di fanteria leggera appositamente addestrati in controguerriglia, guerra della giungla, operazioni "cerca e distruggi" contro i ribelli etnici ed antinarcotici. Questi battaglioni sono organizzati in tre Comandi Operazioni Tattiche (TOC; Nee byu har ). Ogni TOC, comandato da un colonnello ( Bo hmu gyi ), si compone di tre o più battaglioni da combattimento, con comando ed elementi di supporto simili a quelli delle brigate degli eserciti occidentali. Un battaglione di fanteria è tenuto in riserva. A partire dal 2000, tutte le LID hanno le loro proprie unità organiche d'artiglieria da campagna. Ad esempio, la 314ª Batteria d'Artiglieria è ora collegata alla 44ª LID. Alcuni dei battaglioni delle LID sono stati addestrati in Paracadutismo ed Operazioni Aviotrasportate e due delle LID sono state convertite all'addestramento di fanteria meccanizzata con artiglieria divisionale, blindati da ricognizione e battaglioni di carri armati[5]

Le LID sono considerate come una risorsa strategica dell'esercito del Myanmar, e dopo la riorganizzazione del 1990 e la ristrutturazione della struttura di comando del Tatmadaw, ora rispondono direttamente al Capo di Stato Maggiore (Esercito).[5][16]

Divisione di Fanteria Leggera (LID) Anno di Formazione Quartier Generale Primo Comandante Comandante Attuale Note
11ª Divisione di Fanteria Leggera 1988 Inndine Col. Win Myint Formata dopo il colpo di stato militare del 1988.
22ª Divisione di Fanteria Leggera
1987 Hpa-An Col. Tin Hla Coinvolta nella repressione di manifestanti disarmati durante la rivolta democratica dell'8.8.88
33ª Divisione di Fanteria Leggera 1984 Mandalay/poi Sagaing Col. Kyaw Ba
44ª Divisione di Fanteria Leggera 1979 Thaton Col. Myat Thin
55ª Divisione di Fanteria Leggera 1980 Sagaing/poi Kalaw Col. Phone Myint
66ª Divisione di Fanteria Leggera 1976 Pyay Col. Taung Zar Khaing
77ª Divisione di Fanteria Leggera 1966 Hmawbi/poi Bago Col. Tint Swe
88ª Divisione di Fanteria Leggera 1967 Magway Col. Than Tin
99ª Divisione di Fanteria Leggera 1968 Meiktila Col. Kyaw Htin
101ª Divisione di Fanteria Leggera
1991 Pakokku Col. Saw Tun Le unità della 101ª LID sono stati dispiegati durante l'epurazione dei servizi segreti militari nel 2004.

Unità missilistiche, d'Artiglieria e corazzate[modifica | modifica wikitesto]

Le unità missilistiche, d'Artiglieria e corazzate non erano utilizzate in ruolo autonomo, ma erano schierate a sostegno della fanteria da parte del Ministero della Difesa, come richiesto. Il Corpo della Direzione d'Artiglieria e Corazzati fu diviso in corpo separato nel 2001. Inoltre il Corpo della Direzione d'Artiglieria e Missili venne diviso in corpi separati nel 2009. Seguì una drammatica espansione delle forze in queste direzioni, con le attrezzature acquistatr da Cina, Russia, Ucraina e India.[5] [16]

Direzione dei Missili[modifica | modifica wikitesto]

No(1) Missile Operational Command MOC(1)[modifica | modifica wikitesto]

Direzione d'Artiglieria[modifica | modifica wikitesto]

Il Battaglione d'Artiglieria No. 1 venne costituito nel 1952 con tre batterie di artiglieria sotto il Corpo della Direzione d'Artiglieria. Altri tre battaglioni di artiglieria si formarono alla fine del 1952. Questa formazione rimase invariata fino al 1988. Dal 2000, il Corpo della Direzione d'Artiglieria ha supervisionato l'espansione dei Comandi Operazioni d'Artiglieria (AOC) da due a 10. L'intenzione dichiarata del Tatmadaw è quella di istituire un comando organico di operazioni d'artiglieria in ciascuno dei 12 quartieri generali del Comando Militare Regionale. Ogni comando Operazioni d'Artiglieria è composto dai seguenti:[13]

A partire dal 2000, l'ala d'Artiglieria del Tatmadaw ha circa 60 battaglioni e 37 compagnie/batterie indipendenti d'artiglieria collegate ai vari Comandi Militari Regionali (RMC), Divisioni di Fanteria Leggera (LID), Comandi Operazioni Militari (MOC) e Comandi Operazioni Regionali (ROC ). Ad esempio, la 314ª Batteria d'Artiglieria è sotto la 44ª LID, la 326ª Batteria d'Artiglieria è fissata al 5° MOC, la 074ª Batteria d'Artiglieria è sotto il comando del ROC (Bhamo) e la 076ª Batteria d'Artiglieria è sotto il RMC Nord-orientale. Venti di questi battaglioni d'artiglieria sono raggruppati nel 707º Comando Operazioni d'Artiglieria (AOC) situato a Kyaukpadaung e nell'808º Comando Operazioni d'Artiglieria (AOC) situato ad Oaktwin, nei pressi di Taungoo. I restanti 30 battaglioni, di cui 7 battaglioni d'artiglieria antiaerea, sono sotto il Corpo della Direzione d'Artiglieria.[5] [16]

Comando Operazioni d'Artiglieria (AOC)[modifica | modifica wikitesto]

I battaglioni d'artiglieria leggera consistono di 3 batterie d'artiglieria da campagna con 36 cannoni da campagna o obici (12 cannoni per batteria). I battaglioni d'artiglieria media sono composti da 3 batterie d'artiglieria media con 18 cannoni da campagna o obici (6 cannoni per batteria).[13] A partire dal 2011, tutte le armi da campagna del Corpo d'Artiglieria del Myanmar sono sottoposte a programmi di aggiornamento, tra cui sistemi di controllo antincendio GPS.

Comando Operazioni d'Artiglieria (AOC) Quartier generale Note
505º Comando Operazioni d'Artiglieria Myeik(မြိတ်)
707º Comando Operazioni d'Artiglieria Kyaukpadaung(ကျောက်ပန်းတောင်း)
606º Comando Operazioni d'Artiglieria Thaton(သထုံ)
808º Comando Operazioni d'Artiglieria Oak Twinn(အုပ်တွင်းမြို့)
909º Comando Operazioni d'Artiglieria Mong Khon--Kengtung
901º Comando Operazioni d'Artiglieria Baw Net Gyi(ဘောနက်ကြီး--ပဲခူးတိုင်း)
902º Comando Operazioni d'Artiglieria Hpa-An
903º Comando Operazioni d'Artiglieria Loi-Lan(လွိင်လင်)
904º Comando Operazioni d'Artiglieria Mohnyin(မိုးညှင်း)
905º Comando Operazioni d'Artiglieria Padein--Ngape

Direzione dei Corazzati[modifica | modifica wikitesto]

Le Compagnie Corazzate n° 1 e n° 2 vennero formate nel luglio 1950 sotto il Corpo della Direzione d'Artiglieria e Corazzati con carri armati Sherman, carri armati leggeri Stuart, Auto da Ricognizione Humber, autoblindo Ferret e Universal Carrier. Le due compagnie vennero fuse il 1º novembre 1950 per diventare il Battaglione Corazzato n° 1 con sede a Mingalardon. Il 15 maggio 1952 venne formato il Battaglione Corazzato n° 2, con 25 carri armati Comet acquisiti dal Regno Unito. Il Corpo Corazzato dentro l'Esercito del Myanmar fu il più trascurato per quasi trenta anni, da quando il Tatmadaw non si procurò alcun nuovo carro armato o veicolo trasporto truppe dal 1961.[senza fonte]

Le divisioni corazzate, note come Comandi Operazioni Corazzate (AROC), sotto il comando del Corpo della Direzione dei Corazzati, vennero anche ampliati in numero da uno a due, ciascuna con quattro battaglioni da Combattimento Corazzato dotati di veicoli da combattimento della fanteria e veicoli trasporto truppe, tre battaglioni di carri armati dotati di carri armati da combattimento e tre battaglioni di carri armati dotati di carri armati leggeri.[16] A metà del 2003, il Tamadaw acquistò 139+ carri armati da combattimento T-72 dall'Ucraina e firmò un contratto per costruire e attrezzare una fabbrica in Myanmar per produrre e assemblare 1.000 veicoli trasporto truppe BTR nel 2004.[18] Nel 2006, il governo dell'India trasferì un numero imprecisato di carri armati T-55, che stavano gradualmente ritirando dal servizio attivo, nel Tatmadaw con cannoni leggeri da 105 mm, veicoli trasporto truppe e HAL Light Combat Helicopter indigeni in cambio del sostegno e della cooperazione del Tatmadaw per stanare gruppi di insorti indiani che operavano dal suo suolo.[19]

Comandi Operazioni Corazzate (AROC)[modifica | modifica wikitesto]

I Comandi Operazioni Corazzate (AROC) equivalgono alle divisioni corazzate indipendenti in termini occidentali. Attualmente ci sono 5 Comandi Operazioni Corazzate sotto il Corpo della Direzione dei Corazzati nell'ordine di battaglia del Tatmadaw. Il Tatmadaw prevede d'istituire un AROC ciascuno nei 7 Comandi Militari Regionali.[13] Le tipiche divisioni corazzate nell'esercito del Myanmar sono composte dal quartier generale, Tre Comandi Operazioni Tattiche Corazzate - ciascuno con un battaglione di fanteria meccanizzata dotato di 44 veicoli da combattimento della fanteria BMP-1 o MAV-1, due battaglioni di carri armati dotati di 44 carri armati da combattimento ciascuno, un battaglione di ricognizione corazzata dotato di 32 carri armati leggeri anfibi Type-63A, un battaglione d'artiglieria da campagna e un battaglione di supporto. Il battaglione di supporto è composto da uno squadrone del Genio, due squadroni logistici, e una compagnia di comunicazioni.[13]

L'esercito del Myanmar ha acquisito circa 150 autoblindo ristrutturate EE-9 Cascavel da un'azienda israeliana nel 2005.[20] Classificato al servizio dell'esercito come un carro armato leggero, il Cascavel è attualmente dispiegato nelle regioni orientali dello Stato Shan e nelle regioni del triangolo vicino al confine con la Thailandia.

Comando Operazioni Corazzate (ArOC) Quartier generale Note
71º Comando Operazioni Corazzate Pyawbwe(ပျော်ဘွယ်)
72º Comando Operazioni Corazzate (အုန်းတော)
73º Comando Operazioni Corazzate (မလွန်)
74º Comando Operazioni Corazzate (အင်းတိုင်)
75º Comando Operazioni Corazzate (သာဂရ)

Ufficio della Difesa Aerea[modifica | modifica wikitesto]

Il Comando della Difesa Aerea si è formato nel corso della fine del 1990, ma non fu pienamente operativo fino alla fine del 1999. Venne ribattezzato Ufficio della Difesa Aerea nei primi anni 2000 (decade). All'inizio del 2000, il Tatmadaw stabilì il Sistema di Difesa Aerea Integrata del Myanmar (MIADS) con l'aiuto di Russia, Ucraina e Cina. Si tratta di un ufficio tri-servizio con unità di tutte e tre le armi delle forze armate del Myanmar. Tutte le attività di difesa aerea, ad eccezione dell'artiglieria antiaerea dentro l'arsenale de Tatmadaw, sono integrate nel MIADS. I cannoni AAA sono per lo più senza guida e distribuiti per utilizzare un tiro stile bombardamento contro un attacco aereo. Il MIADS dipende direttamente dall'Ufficio della Difesa Aerea sotto il Ministero della Difesa.[13]

Nel 2010, il Comando della Difesa Aerea del Myanmar ha completato l'installazione della rete di comunicazione in fibra ottica in tutto il paese. Queste reti devono essere utilizzate per le operazioni di difesa aerea fra il QG del Comando Centrale dalla capitale e le diverse basi aeree, stazioni radar di allarme precoce e unità mobili anti-aeree di missili e artiglieria. Dopo il completamento della progetto in fibra ottica e delle stazioni radar, il MIADS (Sistema di Difesa Aerea Integrata del Myanmar) diventa il sistema di DA più avanzato nella regione.

Capo di Stato Maggiore della Difesa Aerea Anni Note
Tn. Generale Soe Win 1997–2004 Più tardi divenne Primo Ministro
Tn. Generale Myint Hlaing 2004–2010
Tn. Generale Sein Win 2010 - presente

Comandi Operazioni di Settore[modifica | modifica wikitesto]

Sotto il MIADS, il paese venne suddiviso in sei settori di difesa aerea, ognuno controllato da un Centro Operazioni di Settore (SOC) e alle dirette dipendenze del Centro Operazioni Difesa Aerea Nazionale (ADOC) a Yangon. Ogni SOC trasmetteva nuovamente dati per intercettare i Centri Operazioni (IOC), che a loro volta controllavano le batterie di missili terra-aria e gli squadroni di caccia/intercettori in varie basi aeree. Ogni CIO venne ottimizzato per dirigere sia i SAM che gli aerei da combattimento/intercettori contro gli aerei o i missili nemici in arrivo. Ogni CIO era collegato per osservare e segnalare messaggi della zona di allarme rapido (RP) tramite reti metropolitane a fibre ottiche di proprietà militare. C'erano circa 100 stazioni radar situate in circa 40 siti in tutto il paese. I nuovi radar di difesa aerea, come il radar 1L117, il radar Galaxy Early Warning e il radar serie P sono installati in tutte le stazioni radar.[13]

Ogni Centro Operazioni di Settore (SOC) è comandato da un maggiore generale e si compone di una divisione di difesa aerea dell'esercito del Myanmar e di uno stormo caccia-intercettore dell'aeronautica militare del Myanmar. A volte le Fregate di Difesa Aerea della Marina militare birmana operano anche sotto il comando diretto del rispettivo SOC.

Ogni divisione di Difesa Aerea è comandata da un brigadier generale e si compone di tre Comandi Operazioni Tattiche di Difesa Aerea (TOC) ed unità di supporto. Un Comando Operazioni Tattiche-Missili Terra-Aria a Medio Raggio (MRSAM-TOC), con tre battaglioni dotati di sistema missilistico Buk M-1 o Kub, viene distribuito nel ruolo di Cintura di Difesa dell'Area. Un Comando Operazioni Tattiche-Difesa Aerea a Corto Raggio (SHORAD-TOC), con tre battaglioni dotati di sistema missilistico Tor M-1, è schierato nel ruolo di Punto di Difesa per le aree critiche come le stazioni radar, le basi da combattimento e i quartier generali dei SOC. Un Comando Operazioni Tattiche-Ricognizione Elettronica (EIR-TOC) da 6 a 8 compagnie radar e di comunicazione per preallarme, individuazione ed interdizione.

Ogni stormo caccia-intercettore è comandato da un brigadier generale ed è composto da tre squadriglie di caccia MiG-29 e d'intercettori F-7M Airguardi (dieci aerei per squadrone) e le loro unità di supporto di base terrestre.[13]

Centro Operazioni di Settore Quartier generale Note
SOC Settentrionale Myitkyina
SOC Meridionale Myeik
SOC Occidentale Sittwe
SOC Orientale Tachilek
SOC Sudorientale Yay
SOC Centrale Meiktila

Direzione delle Comunicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Subito dopo l'indipendenza nel 1948, venne costituito il Myanmar Signal Corps con le unità di comunicazioni della Birmania, note anche come Arma "X". Consisteva del QG Comunicazioni della Birmania, del Burma Signals Training Squadron (BSTS) e del Burma Signals Squadron. Il QG Comunicazioni della Birmania era situato all'interno del Ministero della Guerra. Il quartier generale del BSTS a Pyain Oo Lwin venne formato con Operating Cipher Training Troop, Dispacth Rider Training Troop, Lineman Training Troop, Radio Mechanic Training Troop e Regimental Signals Training Troop. Il BSS, con sede a Mingalardon, aveva nove sezioni: Administration Troop, Maintenance Troop, Operating Troop, Cipher Troop, Lineman and Dispatch Rider Troop, NBSD Singals Troop, SBSD Signals Troop, Mobile Brigade Singals Troop e Arakan Signals Troop. L'allora Capo di Stato Maggiore Ufficiale delle Comunicazioni (CSO) era il tenente colonnello Saw Aung Din. Il BSTS e il BSS furono in seguito ribattezzati No. 1 Signal Battalion e No.1 Signal Training Battalion. Nel 1952, venne formato l'Infantry Divisional Signals Regiment, poi rinominato No. 2 Signal Battalion. Il QG Comunicazioni della Birmania venne riorganizzato e divenne Direzione delle Comunicazioni e il direttore venne elevato al rango di colonnello. Nel 1956,venne formato il No. 1 Signal Security Battalion, seguito dal No. 3 Signal Battalion nel mese di novembre 1958 e dal No. 4 Signal Battalion nell'ottobre del 1959.

Nel 1961, i battaglioni delle comunicazioni vennero riorganizzati come No. 11 Signal Battalion sotto il Comando Militare Regionale Nordorientale, No. 121 Signal Battalion sotto il Comando Orientale, No. 313 Signal Battalion sotto il Comando Centrale, No.414 Signal Battalion sotto il Comando Sudoccidentale, e No. 515 Signal Battalion sotto il Comando Sudorientale. Il No.1 Signal Training Battalion venne rinominato Burma Signal Training Depot (Baho-Setthweye-Tat).

Nel 1988, la Direzione delle Comunicazioni comanda un deposito d'addestramento, otto battaglioni delle comunicazioni, un battaglione di sicurezza delle comunicazioni, un deposito archivio delle comunicazioni e due laboratori delle comunicazioni. Il Signal Corps venne ulteriormente ampliato sotto la Direzione delle Comunicazioni durante l'espansione e la riorganizzazione delle forze armate del Myanmar del 1990. Dal 2000, un battaglione delle comunicazioni è collegato ad ogni Comando Militare Regionale e le compagnie delle comunicazioni sono ora attaccate alle Divisioni di Fanteria Leggera e ai Comandi Operazioni Militari.

Nel 2000, il sistema Comando, Controllo e Comunicazione dell'esercito del Myanmar venne sostanzialmente migliorato attraverso la creazione di reti militari di comunicazione a fibre ottiche gestite dalla Direzione delle Comunicazioni in tutto il paese. Dal 2002 tutti i QG Comandi Militari Regionali dell'esercito del Myanmar utilizzano un proprio sistema di telecomunicazioni. Sono forniti anche collegamenti di comunicazione satellitari per i battaglioni di fanteria di schieramento avanzato. Tuttavia, i sistemi di comunicazione da campo di battaglia sono ancora poveri. Le unità di fanteria stanno ancora utilizzando TRA 906 e PRM 4051, che furono acquistati dal Regno Unito nel 1980. L'esercito del Myanmar utilizza anche il TRA 906 Thura costruito localmente e gli apparecchi radio cinesi XD-D6M. Telefoni a frequenza saltellante sono montati in tutte le unità di prima linea.[21]

Tra il 2000 e il 2005, l'esercito del Myanmar ha acquistato 50 unità di tecnologia radio avanzata Brett 2050 da Aussie attraverso terze parti da Singapore. Queste unità sono distribuite nei ROC delle regioni centrali e superiori da utilizzare nelle operazioni di controguerriglia.[13][16]

Direzione dei Servizi Medici[modifica | modifica wikitesto]

Al momento dell'indipendenza nel 1948, il corpo medico ha due Basi Ospedali Militari, ognuna con 300 posti letto, a Mingalardon e Pyin Oo Lwin, un Deposito Magazzino Medico a Yangon, un Riunito e sei Stazioni Campo d'Accoglienza situate a Myitkyina, Sittwe, Taungoo, Pyinmana, Bago e Meikhtila. Tra il 1958 e il 1962, il corpo medico venne ristrutturato e tutte le Stazioni Campo d'Accoglienza vennero riorganizzate in battaglioni medici.

Nel 1989, la Direzione dei Servizi Medici è notevolmente ampliata con la fanteria. Nel 2007, ci sono due Ospedali Generali dei Servizi della Difesa da 1000 letti (Mingalardon e Naypyitaw), due ospedali da 700 letti a Pyin Oo Lwin e Aung Ban, due ospedali militari da 500 posti letto a Meikhtila e Yangon, un Ospedale Ortopedico dei Servizi della Difesa da 500 letti a Mingalardon, due Ospedali Ostetrici, Ginecologici e Pediatrici dei Servizi della Difesa da 300 letti (Mingalardon e Naypyitaw), tre ospedali militari da 300 letti (Myitkyina, Ann e Kengtung), diciotto ospedali militari da 100 letti (Mongphyet, Baan, Indaing, Bahtoo , Myeik, Pyay, Loikaw, Namsam, Lashio, Kalay, Mongsat, Dawai, Kawthaung, Laukai, Thandaung, Magway, Sittwe, e Hommalin), quattordici battaglioni medici, che sono collegati a vari comandi militari regionali in tutto il paese. Ogni battaglione medico è composto da 3 compagnie mediche con 3 Unità Ospedale da Campo ed un team di specialisti ciascuno. L'Unità di Controllo Salute & Malattia (HDCU) è responsabile per la prevenzione, il controllo e l'eradicazione delle malattie.

Unità Quartier generale RMC
Centro Corpo Medico Hmawbi Comando di Yangon
No.(1) Field Medical Battalion Mandalay Comando Central
No.(2) Field Medical Battalion Taunggyi Comando Orientale
No.(3) Field Medical Battalion Taungoo Comando Meridionale
No.(4) Field Medical Battalion Pathein Comando Sudoccidentale
No.(5) Field Medical Battalion Mawlamyaing Comando Sudorientale
No.(6) Field Medical Battalion Hmawbi Comando di Yangon
No.(7) Field Medical Battalion Monywa Comando Nordoccidentale
No.(8) Field Medical Battalion Sittwe Comando Occidentale
No.(9) Field Medical Battalion Mohnyin Comando Settentrionale
No.(10) Field Medical Battalion Lashio Comando Nordorientale
No.(11) Field Medical Battalion Bhamo Comando Settentrionale
No.(12) Field Medical Battalion Kengtung Comando Regione del Triangolo
No.(13) Field Medical Battalion Myeik Comando Regione Costiera
No.(14) Field Medical Battalion Taikkyi Comando di Yangon
Health and Disease Control Unit Mingaladon Comando di Yangon

Addestramento[modifica | modifica wikitesto]

Vedi: Addestramento militare in Birmania

[5][13][16]

Accademie e collegi della Difesa[modifica | modifica wikitesto]

Flags Academies Locations
National Defence College - NDC Naypyidaw(နေပြည်တော်)
Defence Services Command and General Staff College - DSCGSC Kalaw(ကလော)
Defence Services Academy(စစ်တက္ကသိုလ်) - DSA Pyin U Lwin(ပြင်ဦးလွင်)
Defence Services Technological Academy - DSTA Pyin U Lwin (ပြင်ဦးလွင်)
Defence Services Medical Academy - DSMA Yangon(ရန်ကုန်)
Military Institute of Nursing and Paramedical Science - MINP Yangon (ရန်ကုန်)
Military Computer And Technological Institute - MCTI Hopong(ဟိုပုံး)

Scuole d'Addestramento[modifica | modifica wikitesto]

Badge Training Schools Locations
Officer Training School - OTS Fort Ba Htoo
Basic Army Combat Training School Fort Ba Htoo
1st Army Combat Forces School Fort Ba Htoo
2nd Army Combat Forces School Fort Bayinnaung
Artillery Training School Mone Tai
Armour Training School Maing Maw
Electronic Warfare School Pyin U Lwin
Engineer School Pyin U Lwin
Information Warfare School Yangon
Air, Land and Paratroops Training School Hmawbi
Special Forces School Fort Ye Mon

Gradi militari ed insegne[modifica | modifica wikitesto]

I vari gradi dell'esercito del Myanmar sono elencati di seguito in ordine decrescente:[13]

Ufficiali[modifica | modifica wikitesto]

Nota: il maggiore generale (OF-10) è il più alto rango delle forze armate del Myanmar e Vice Direttore generale/ammiraglio in Esercito, Marina, Aeronautica, Ufficio di Difesa Aerea, Capo di Stato Maggiore, Aiutante Generale, Quartiermastro Generale ed Ufficio delle Operazioni Speciali.

Titolo del Myanmar ဗိုလ်ချုပ်မှူးကြီး ဒုတိယ ဗိုလ်ချုပ်မှူးကြီး ဗိုလ်ချုပ်ကြီး ဒုတိယ ဗိုလ်ချုပ်ကြီး ဗိုလ်ချုပ် ဗိုလ်မှူးချုပ်
MLC TS Bo Gyoke Hmu Gyi Du Bo Gyoke Hmu Gyi Bo Gyoke Kyee Du Bo Gyoke Kyee Bo Gyoke Bo Hmu Gyoke
Abbreviazione ဗခမက ဒုဗခမက ဗခက ဒုဗခက ဗခ ဗမခ
Versione occidentale Generale Anziano Vice Generale Anziano Generale Tenente generale Maggiore generale Brigadier generale
Equivalente britannico Maresciallo di campo nil Generale Tenente generale Maggiore generale Brigadiere
Codice NATO OF-10 OF-9 OF-8 OF-7 OF-6
Titolo del Myanmar ဗိုလ်မှူးကြီး ဒုတိယ ဗိုလ်မှူးကြီး ဗိုလ်မှူး ဗိုလ်ကြီး ဗိုလ် ဒုတိယဗိုလ်
MLC TS Bo Hmu Gyi Du Bo Hmu Gyi Bo Hmu Bo Gyi Bo Du Bo
Abbreviazione ဗမက ဒုဗမက ဗမ ဗက ဒုဗ
Versione occidentale Colonnello Tenente colonnello Maggiore Capitano Tenente Sottotenente
Equivalente britannico Colonnello Tenente colonnello Maggiore Capitano Tenente Sottotenente
Codice NATO OF-5 OF-4 OF-3 OF-2 OF-1

Non-Commissioned Officers (NCOs)[modifica | modifica wikitesto]

I sottufficiali sono indicati come Saya (ဆရာ), che significa Maestro, sia dai soldati semplici che dagli ufficiali. Ad esempio, i marescialli, i Regimental Sergeant Majors e i Master Sergeant sono indicati come Sayagyi (ဆရာကြီး), che letteralmente significa "vecchio Maestro ", i sergenti sono indicati come Saya e i caporali/lance spezzate come Sayalay (ဆရာလေး). Questi gradi non ufficiali vengono utilizzati in tutta la vita quotidiana di tutte le armi. I sottufficiali (NCO) all'interno delle forze armate del Myanmar sono di solito stagionati veterani. Così gli ufficiali e i soldati semplici si riferiscono a loro come "maestro" in segno di rispetto.

Titolo del Myanmar အရာခံဗိုလ် ဒုအရာခံဗိုလ် တပ်ခွဲတပ်ကြပ်ကြီး တပ်ကြပ်ကြီး တပ်ကြပ် ဒုတပ်ကြပ် တပ်သား တပ်သားသစ်
MLC TS Ayagan Bo Du-Ayagan Bo Tatkhwè Tatkyatkyi Tatkyatkyi Tatkyat Du-Tatkyat Tet Thar Tet Thar Teet
Versione occidentale Warrant Officer Regimental Sergeant Major Staff Sergeant Sergente Caporale Lancia spezzata Privato Private Recruit
Equivalente britannico Warrant Officer Class One Warrant Officer Class Two Staff Sergeant Sergente Caporale Lancia spezzata Privato Private Recruit

Ordine di Battaglia[modifica | modifica wikitesto]

[13][16]

  • 14 x Comandi Militari Regionali (RMC) organizzati in 6 Uffici di Operazioni Speciali (BSO)
  • 6 x Comandi Operazioni Regionali (ROC)
  • 20 × Comandi Operazioni Militari (MOC) inclusa 1 x Divisione di Fanteria Aviotrasportata
  • 10 x Light Infantry Divisions (LID)
  • 10 x Comandi Operazioni Corazzate (AOC) (Ognuno con 6 Battaglioni Carri e 4 Battaglioni di Fanteria Carrista (IFV/APC).)
  • 10 x Comandi Operazioni d'Artiglieria (AOC) (con 113 Battaglioni d'Artiglieria)
  • 6 x Divisioni d'Artiglieria Antiaerea/Difesa Aerea (ognuno con 3 × Battaglioni SAM a Medio Raggio, 3 × Battaglioni SAM a Corto Raggio, 3 × Battaglioni AAA/AD)
  • 40+ Compagnie di Sicurezza degli Affari Militari (L'Unità MAS sostituisce l'ex unità militari dell'intelligence dopo lo scioglimento della Direzione del Servizio d'Intelligence della Difesa (DDSI))
  • 45 Battaglioni di Comunicazioni Avanzate
  • 54 Battaglioni del Genio
  • 4 Battaglioni del Genio Corazzato
  • 14 Battaglioni Medici

Equipaggiamento[modifica | modifica wikitesto]

Veicoli blindati[modifica | modifica wikitesto]

Foto Modello Tipo Quantità Origine Notes
Carri armati
Al-Khalid IDEAS 2012.jpg MBT-2000 Carro armato da combattimento 148[22] Cina Cina / Pakistan Pakistan 3 reggimenti
T-72B3 - TankBiathlon2013-09.jpg T-72S Carro armato da combattimento 139[23][24][25] URSS URSS Acquistato dall'Ucraina. 3 reggimenti sono dotati di 48 carri armati ciascuno.[26]
Type 79-ІІ Chinese Tank.jpg Type 69-II[27] Carro armato da combattimento 80[28] Cina Cina Utilizzato principalmente per l'addestramento e come riserve.
Type 59 tank - front right.jpg Type 59D Carro armato da combattimento 160[29] Cina Cina
T-54-.jpg T-55 Carro armato medio 10[23] URSS URSS Acquistato dall'India.
Type 62 tank - front.jpg Type 62[28] Carro armato leggero 105[28] Cina Cina
Type 63 tank - above.jpg Type 63[28] Carro armato leggero 50[28] Cina Cina
Veicoli blindati
BTR3.jpg BTR-3U[30][31] Veicolo da combattimento della fanteria, Veicolo trasporto truppe 522 (1,000 in ordine) Ucraina Ucraina Acquistato come kit da assemblare in loco fino al 2013 per aggirare l'embargo.
ChineseType85C2Veh.jpg Type 90 Veicolo trasporto truppe 55[18] Cina Cina
ChineseType63APC.jpg Type 85 Veicolo trasporto truppe 250[32] Cina Cina Type 85#Operatori
Soviet MT-LB.JPEG MT-LB Veicolo trasporto truppe 98[33] Ucraina Ucraina Consegnato nel 2007. 3 reggimenti sono dotati di 44 MT-LB MSH ciascuno.
Ferret-latrun-2.jpg Ferret Autoblindo 45[34] Regno Unito Regno Unito
AML-90 DM-SC-91-12078.JPEG Panhard AML Autoblindo 50[35] Francia Francia Modernizzato da Israele
Humber pigMK1!2.jpg Humber Pig Veicolo trasporto truppe 40[23] Regno Unito Regno Unito
immagine [1] BAAC o MAV-1[36] Veicolo trasporto truppe 44[37] Birmania Birmania mitragliatrice 12,7 mm 1983-1991 di produzione locale
PanhardM3old.JPG Panhard M3[38] Veicolo trasporto truppe 10[23] Francia Francia Modernizzato da Israele
Sri Lanka Military 0007.jpg WZ551 Veicolo trasporto truppe 144[39] Cina Cina Variante del cacciacarri PTL02.
Mahindra Mine Protected Vehicle.jpg MPV [2] Mine-Resistant Ambush Protected 10[23] India India Veicolo trasporto truppe protetto da mine.
Cascavel EE-009.JPG EE-9 Cascavel Veicolo corazzato da ricognizione 150[20] Brasile Brasile Venduto da Israele, con sede nelle regioni orientali dello Stato Shan e del Triangolo vicino al confine tra Thailandia e Myanmar.[40]
Bundeswehrmuseum Dresden 68.jpg Type 84[41] Veicolo gettaponte 16 Cina Cina Visto su MRTV locale
Image [3] Type 653[38] Veicolo corazzato da recupero 18 Cina Cina

Artiglieria[modifica | modifica wikitesto]

Photo Modello Origine Quantità Note
Semovente d'artiglieria
Image [4] Norinco SH1 Cina Cina[42] 78 Semovente d'artiglieria da 155 mm
Nora B52.jpg Nora B-52[43] Serbia Serbia 30 Obice semovente da 155 mm
1372 bm 21 grad.JPG BM-21/BA-84/Type-90 URSS URSS 320[24] Usato durante la Battaglia del Posto di Confine 9631with Thais, visto in TV locale
Artiglieria trainata
122- мм гаубица Д-30 (1).jpg D-30M URSS URSS 244[32] Obice da 122 mm
130-мм пушка М-46 образца 1953 года (1).jpg Type 59-1 Cina Cina 16[32] Cannone da campagna da 130 mm
M2A2 Terra Star 105mm Auxiliary Propelled Howitzer front quarter.jpg Vari cannoni da 105 mm bandiera Jugoslavia & Vari 100+[32] Tipi: M56 ed altri.
H12 Type 63 multiple rocket launcher.JPG Type 63 Cina Cina 30[32] lanciarazzi multiplo (trainato) da 107 mm
Obuzierul de Munte M1982 76mm.jpg M48 bandiera Jugoslavia 212[44] Cannone da montagna da 76 mm
M101-105mm-howitzer-camp-pendleton-20050326.jpg M101 Template:Flagu 242[senza fonte] M2A1 da 105 mm
25 Pounder Gun.JPG Ordnance QF 25 lb Regno Unito Regno Unito 50[24] Cannone da campagna/obice da 114.3 mm
155HowLeftRear.jpg KH-179[24] Corea del Sud Corea del Sud 100+ Obice da 155 mm
M-71-cannon-towed.JPG Soltam M-845P Israele Israele 72[24] obice cannone da 155 mm calibro 45
Ordnance bl55 140mm gun hameenlinna 1.jpg BL 5.5 inch Medium Gun Regno Unito Regno Unito 230?[24] Trainato da 140 mm

Difesa Aerea[modifica | modifica wikitesto]

Photo Modello Origine Quantità Note
Sistema missilistico
Bloodhound SAM at the RAF Museum.jpg BAe Dynamics Bloodhound Mk.II[5][45][46] Regno Unito Regno Unito 60 Forniti da Singapore
SA-2 Guideline.JPG SA-2 URSS URSS 48[24] Missile terra-aria
Chinese KS-1 SAM mobile launcher.jpg KS-1A Cina Cina 4 Battalions[24] Missile terra-aria a medio raggio
2K12 Kub backside at Central Museum of Russian Armed Forces.jpg SA-6 URSS URSS 24[24] Missile terra-aria a medio raggio
Hwasong 6.jpg Hwasong-6 Corea del Nord Corea del Nord 11[47] 700 km
SA-16 and SA-18 missiles and launchers.jpg 9K38 Igla (SA-18 Grouse)&(SA-16) URSS URSS 100 x SA16[32]
400 x SA18[24]
Sistema portabile missile terra-aria a raggio molto corto (MANPADS)
Amd 2s6.jpg SA-19 URSS URSS 24[24] Sistema SAM trainato
S125 Neva 250 brPVO VS, september 01, 2012.jpg Pechora-2M Russia Russia 24[24][48] Sistema missile terra-aria
Sistemi di cannoni
61-K.jpg Type-74 URSS URSS 24[32] 37 mm
QF 40mm Mk1 CFB Borden 1.jpg Vari modelli di cannoni antiaerei Varie 200[24] Cannoni antiaerei da 37mm/40mm/57mm
14,5-мм счетверенная зенитная пулеметная установка конструкции Лещинского ЗПУ-4 (4).jpg KPV (mitragliatrice) URSS URSS

Anticarro[modifica | modifica wikitesto]

Foto Modello Origine Quantità Note
Sistemi
Rcl106lat2.jpg M40 Stati Uniti Stati Uniti 200[24][49] Arma anticarro
Carl Gustav recoilless rifle.jpg Carl Gustav Svezia Svezia 1000[24] Anticarro

Armi[modifica | modifica wikitesto]

Nome Tipo Versioni Munizioni Usato da Immagine
Piccole armi
Browning Hi-Power[50] 9×19mm Parabellum
Browning HP West German Police.jpg
Heckler & Koch G3[50] 7.62×51mm NATO
DCB Shooting G3 pictures.jpg
MP5[50] Multiplo (9×19mm Parabellum, 10mm Auto MP5/10, o .40 S&W M5/40)
MP5.jpg
Heckler & Koch HK33[50] 5.56×45mm NATO
HK33A2 Flickr (yet another finn).jpg
SIG Sauer P226[50] 9×19mm Parabellum
SIG Sauer P226 neu.jpg
FN FAL[50] 7.62×51mm NATO
German FAL-G1.jpg
Type 81 (fucile d'assalto)[50] 7.62×39mm
Type-81rifle.JPG
SPAS 12[50] Calibro 12
SPAS-12 stock folded.jpg
Barrett M82[50] .416 Barrett
M107 1.jpg
M249[50] 5.56×45mm NATO
M249mg.jpg
Rheinmetall MG3[50] 7.62×51mm NATO
BundeswehrMG3.jpg
M2 Browning[50] .50 BMG
Machine gun M2 1.jpg

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ The Asian Conventional Military Balance 2006 (PDF), Center for Strategic and International Studies, 26 giugno 2006, p. 4.
  2. ^ Myanmar allocates 1/4 of new budget to military, Associated Press, 1º marzo 2011.
  3. ^ a b Defence Services Historical Museum and Research Institute (DSHMRI) Archives.
  4. ^ Working Papers - Strategic and Defence Studies Centre, Australian National University.
  5. ^ a b c d e f g h i j k Selth, Andrew (2002): Burma's Armed Forces: Power Without Glory, Eastbridge. ISBN 1-891936-13-1.
  6. ^ Far Eastern Economic Review, 20 May 1981.
  7. ^ FEER, 7 July 1983.
  8. ^ Bertil Lintner, Land of Jade.
  9. ^ Asiaweek 21 February 1992.
  10. ^ The Defence of Thailand (Thai Government issue), p.15, April 1995.
  11. ^ Myanmar's losing military strategy, Asia Times Online, 7 ottobre 2006. URL consultato il 28 luglio 2010.
  12. ^ WP 342. Australian National University.
  13. ^ a b c d e f g h i j k l m n o Defence Services Historical Museum and Research Institute.
  14. ^ Commander-in-Chief of Defence Services meets families of military station in Mandalay, The Global New Light Of Myanmar, 20 ottobre 2014. URL consultato il 16 luglio 2015.
  15. ^ Who Killed S-2 Tin Oo?, asiantribune.com. URL consultato il 29 novembre 2014.
  16. ^ a b c d e f g h i j k Myoe, Maung Aung: Building the tatmadaw - Myanmar Armed Forces Since 1948, Institute of SouthEast Asian Studies. ISBN 978-981-230-848-1.
  17. ^ http://www.irrawaddy.org/article.php?art_id=20435.
  18. ^ a b http://www.irrawaddy.org/article.php?art_id=954.
  19. ^ Defense19, india-defence.com. URL consultato il 29 novembre 2014.
  20. ^ a b Why Russia, web.archive.org. URL consultato il 12 marzo 2015.
  21. ^ Burmanet » Jane’s Intelligence Review: Radio active – Desmond Ball and Samuel Blythe, burmanet.org. URL consultato il 29 novembre 2014.
  22. ^ http://www.strategypage.com/dls/articles/Chinese-Tanks-For-Everyone-5-6-2012.asp .
  23. ^ a b c d e SIPRI Trade Register, Stockholm International Peace Research Institute.
  24. ^ a b c d e f g h i j k l m n o Myanmar, asiapacificdefencereporter.com. URL consultato il 29 novembre 2014.
  25. ^ David Fullbrook, Burma's Generals on a Buying Spree, Asia Sentinel, 18 dicembre 2006. URL consultato il 20 marzo 2011.
  26. ^ http://www.altsean.org/Research/SPDC%20Whos%20Who/Armssuppliers.htm#Russia.
  27. ^ Selth, Andrew: "The Burmese Army". In: Jane's Intelligence Review, 1 November 1995. Retrieved 30 January 2009.
  28. ^ a b c d e https://www.rand.org/content/dam/rand/pubs/monograph_reports/MR1119/MR1119.appa.pdf.
  29. ^ Mg Han, Myanmar Defence Weapons, mmmilitary.blogspot.com. URL consultato il 29 novembre 2014.
  30. ^ Amnesty International, EU Office. EU arms embargoes fail to prevent German engines being incorporated into military vehicles available in Burma/Myanmar, China and Croatia. Seen 4 January 2009.
  31. ^ Ashton, William: The Kiev Connection. In: The Irrawaddy, 12, 4 (2004). Seen 4 January 2009.
  32. ^ a b c d e f g Trade Registers, armstrade.sipri.org. URL consultato il 29 novembre 2014.
  33. ^ http://www.sipri.org/contents/armstrad/at_data.html.
  34. ^ Asean Defence Yearbook 2009, scribd.com. URL consultato il 29 novembre 2014.
  35. ^ Wheeled Armored Fighting Vehicles.
  36. ^ https://www.facebook.com/htnaw84/info.
  37. ^ Building the Tatmadaw: Myanmar Armed Forces Since 1948 By Maung Aung Myoe, p107-108.
  38. ^ a b MM, Myanmar Defence Weapons, mmmilitary.blogspot.com. URL consultato il 29 novembre 2014.
  39. ^ MM, Myanmar Defence Weapons, mmmilitary.blogspot.com. URL consultato il 29 novembre 2014.
  40. ^ Mg Han, Myanmar Defence Weapons, mmmilitary.blogspot.com. URL consultato il 29 novembre 2014.
  41. ^ MM, Myanmar Defence Weapons, mmmilitary.blogspot.com. URL consultato il 29 novembre 2014.
  42. ^ BIRN (2010).
  43. ^ BIRN (2007):Serbia's Arms Exports to Myanmar (Burma) "Legal", Ocnus.net. Seen 4 January 2009.
  44. ^ MM, Myanmar Defence Weapons, mmmilitary.blogspot.com. URL consultato il 29 novembre 2014.
  45. ^ Selth, Andrew (2000): Burma's Order of Battle: An Interim Assessment. ISBN 0-7315-2778-X, rspas.anu.edu.au. URL consultato il 29 novembre 2014.
  46. ^ IISS The Military Balance 2007.
  47. ^ Hwasong-6#Operators.
  48. ^ Unique surface-to-air missile baffles foreign military diplomats in Egypt, en.ria.ru. URL consultato il 29 novembre 2014.
  49. ^ Mg Han, Myanmar Defence Weapons, mmmilitary.blogspot.com. URL consultato il 29 novembre 2014.
  50. ^ a b c d e f g h i j k l Jones, Richard D. Jane's Infantry Weapons 2009/2010. Jane's Information Group; 35th edition (27 January 2009). ISBN 978-0-7106-2869-5.

Ulteriori letture[modifica | modifica wikitesto]

  • Samuel Blythe, 'Army conditions leave Myanmar under strength,' Jane's Defence Weekly, Vol. 43, Issue 14, 5 April 2006, 12.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]