Escárcega

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Escárcega (comune))
Comune di Escárcega
comune
Localizzazione
StatoMessico Messico
Stato federatoFlag of Campeche.svg Campeche
Amministrazione
CapoluogoEscárcega
SindacoAureliano Quirarte Rodríguez
Data di istituzione19 luglio 1990
Territorio
Coordinate
del capoluogo
18°36′N 90°44′W / 18.6°N 90.733333°W18.6; -90.733333 (Comune di Escárcega)Coordinate: 18°36′N 90°44′W / 18.6°N 90.733333°W18.6; -90.733333 (Comune di Escárcega)
Altitudine85 m s.l.m.
Superficie4 569,64 km²
Abitanti54 184[1] (2010)
Densità11,86 ab./km²
Altre informazioni
Prefisso982
Fuso orarioUTC-6
Cartografia
Mappa di localizzazione: Messico
Escárcega
Escárcega
Comune di Escárcega – Mappa
Il comune di Escárcega in Campeche
Sito istituzionale

Escárcega è uno degli 11 comuni dello stato della Campeche, Messico; si estende per un'area di 4.569,64 km² con una popolazione di 54.184 abitanti secondo il censimento del 2010. Tale comune venne creato il 19 luglio del 1990.

Confina al nord con il comune di Champotón; a est con il comune di Calakmul; a sud con il comune di Candelaria e a ovest con il comune di Carmen.

Località principali[modifica | modifica wikitesto]

A capo del comune c'è la città di Escárcega con 29.477 abitanti; l'unica altra località urbana è División del Norte con 3.259 abitanti. Le località rurali sopra i 1000 abitanti, con le relative popolazioni al 2010, sono[1]:

  • La Libertad 1.462
  • Matamoros 1.453
  • Haro 1.092
  • Don Samuel 1.081
  • Altamira de Zináparo 1.040

Cronologia dei governatori[modifica | modifica wikitesto]

Presidente del Comune Periodo
C. Mauro González Luna
(1992 - 1994)
C. Humberto Manuel Cahuich Jesús
(1995 - 1997)
C. Rigoberto Cambranis González
(1997 - 2000)
Rosaura Del Carmen Gonzalez Castillo
(2000-2003)
M.V.Z. Pedro Alfonzo Moreno Mora
(2003-2006)
C. Maria L. Carrillo de Quirarte
(2006-2009)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (ES) Escárcega, in Catálogo de localidades, Secretarìa de Desarrollo Social. URL consultato il 20 febbraio 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]