Erik Lund (regista)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Erik Lund, nato Manfred Liebenau (Berlino, 16 settembre 1893 – 1935 circa), è stato un regista e produttore cinematografico tedesco del cinema muto.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Berlino nel 1893 come Manfred Liebenau, dopo la laurea intraprese una carriera di architetto. Alla fine della guerra, però, accettò di lavorare per il regista e produttore Joe May di cui sposò la figlia, la sedicenne Eva May. Produsse i suoi primi film con il regista Adolf Gärtner e cambiò il proprio nome in quello di Erik Lund. Diventato regista, mise in cantiere una serie di pellicole di intrattenimento molte delle quali avevano come protagonista la giovanissima moglie. Questi film diedero una grande popolarità all'attrice presso il pubblico dell'epoca. Lund diresse numerosi attori già noti o che sarebbero diventati di lì a poco dei grandi nomi del cinema tedesco, come Hans Albers (Sadja, 1918) e Conrad Veidt. Nel contempo, Lund era anche produttore della gran parte dei suoi film con la casa di produzione berlinese Ring-Film GmbH.

Dal 1922, dopo il divorzio dalla moglie (che avrebbe sposato altri due registi e poi si sarebbe suicidata nel 1924 a soli ventidue anni), Lund non trovò più lavoro se non come direttore di produzione di un paio di film sonori nel 1930. Da quel momento, di lui si perde ogni traccia. Presumibilmente, essendo di origine ebraica, lasciò la Germania all'avvento del nazismo e la sua cittadinanza tedesca venne annullata[1]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Produttore[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN810145857991823021590 · GND (DE109091735X · WorldCat Identities (ENviaf-810145857991823021590