ePub

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Epub)
EPUB silk icon.svg Electronic Publication (EPUB)
Estensione.epub
Tipo MIMEapplication/epub+zip
Sviluppato daInternational Digital Publishing Forum (IDPF)
1ª pubblicazioneSettembre 2007
Ultima versione3.1 (5 gennaio 2017)
Tipoformato per eBook
Estensione diOpen eBook, XHTML, CSS, DTBook
StandardISO/IEC TS 30135
Formato aperto?
Sito webidpf.org
Esempio di file ePub. Screenshot del programma Sigil che mostra a sinistra la struttura interna (directory e file), e a destra una anteprima dell'eBook

ePub (abbreviazione di electronic publication, "pubblicazione elettronica", e indicato anche come EPub, epub, o EPUB) è uno standard aperto specifico per la pubblicazione di libri digitali (eBook) e basato su XML. A partire da settembre 2007 è lo standard ufficiale dell'International Digital Publishing Forum (IDPF) - un organismo internazionale non profit al quale collaborano università, centri di ricerca e società che lavorano in ambito sia informatico che editoriale. Lo standard ePub sostituisce, aggiornandolo, l'Open eBook (OeB), elaborato dall'Open E-book Forum.[1]

In pochi anni dalla sua nascita l'ePub è divenuto uno dei formati più diffusi nel mondo dell'editoria digitale.

Formato del file[modifica | modifica wikitesto]

Lo standard, che ha file con estensione .epub, consente di ottimizzare il flusso di testo in base al dispositivo di visualizzazione ed è costituito a sua volta da altre tre specifiche:

  • l'Open Publication Structure (OPS) 2.0, descrive la formattazione dei contenuti;
  • l'Open Packaging Format (OPF) 2.0, descrive in xml la struttura del file .epub;
  • l'OEBPS Container Format (OCF) 1.0, un archivio compresso zip che raccoglie tutti i file.

In sostanza, l'ePub utilizza internamente codice XHTML o DTBook (una variante dello standard XML creata dal consorzio DAISY Digital Talking Book) per le pagine di testo, e il CSS per il layout e la formattazione. L'XML è utilizzato per il documento "manifest", il "table of contents" (TOC, o indice), e i metadati. Infine i file, strutturati in directory specifiche, sono compressi in un archivio .zip con estensione .epub.

Epub3[modifica | modifica wikitesto]

Nell'ottobre 2011 l'IDPF ha pubblicato le specifiche per la versione 3 del formato epub.[2] Tra le novità più significative:

  • utilizzo di HTML5 e CSS3, con possibilità di inserire elementi multimediali, come video ed audio;
  • possibilità di utilizzare MathML per scrivere formule matematiche;
  • introduzione di JavaScript;
  • metadati integrati nel codice;
  • utilizzo di elementi di semantic web;

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

  • Formato aperto
  • Testo "re-flowable" (consente di ottimizzare il flusso di testo in base al dispositivo di visualizzazione, e di rimodellarlo a seconda delle impostazioni utente) e ridimensionabile
  • Grafica raster e vettoriale
  • Metadata inclusi
  • Supporto DRM[3]
  • Utilizzo degli stili CSS
  • Possibilità di incorporare font
  • Utilizzo di tutte le funzionalità XML

Critiche[modifica | modifica wikitesto]

I maggiori difetti di questo formato sono legati essenzialmente al fatto che sia ottimizzato per testi e per grafica semplice, mentre non è l'ideale per eBook dalla grafica avanzata (come ad esempio fumetti, o anche testi tecnici con uso intensivo di immagini, tabelle e grafica).[4]

Software[modifica | modifica wikitesto]

Esistono vari software (sia proprietari che open source) per creare e modificare i file in formato ePub:

Soltanto alcuni software reader sono in grado di visualizzare il formato ePub.

Hardware[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: eBook reader.

Quasi tutti i dispositivi di lettura eBook sono ottimizzati per la visualizzazione del formato ePub. Fanno eccezione i lettori della serie Kindle che supportano il formato proprietario mobi, derivato dall'ePub; sui tablet Kindle Fire HD e HDX è comunque possibile leggere i file .epub installando appositi programmi come MoonReader.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) IDPF, OPS 2.0 Elevated to Official IDPF Standard, su idpf.org, 15 ottobre 2007. (archiviato dall'url originale il 27 maggio 2010).
  2. ^ (EN) IDPF Recommended Specification, su idpf.org, 11 ottobre 2011.
  3. ^ (EN) IDPF, IDPF's Digital Book Standards FAQs, su idpf.org, 20 novembre 2006. (archiviato dall'url originale il 3 settembre 2009).
  4. ^ (EN) David Rothman, The ePub torture test: Starring ‘Three Shadows,' a graphic novel, su teleread.org, 27 luglio 2008. (archiviato dall'url originale il 26 giugno 2009).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND: (DE102917637X
Informatica Portale Informatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di informatica