Eopterosauria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Eopterosauria
Preondactylus.png
Illustrazione scheletrica di Preondactylus
Stato di conservazione
Fossile
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Ordine † Pterosauria
Clade Eopterosauria
Andres et al., 2014
Sottogruppi

Eopterosauria (il cui nome significa "primi pterosauri") è un clade di pterosauri basali vissuti nel Triassico superiore, circa 228-201 (Norico-Retico), principalmente in Europa. Il termine fu usato per la prima volta da Andres et al. (2014) per includere Preondactylus, Austriadactylus, Peteinosaurus ed Eudimorphodontidae. All'interno del gruppo sorsero altri due nuovi cladi, Preondactylia, che includeva Preondactylus e Austriadactylus, ed Eudimorphodontoidea, che includeva Eudimorphodontidae e Raeticodactylidae. Eopterosauria è stata definita come "il clade meno inclusivo contenente Preondactylus buffarinii ed Eudimorphodon ranzii".[1] L'esemplare BSP 1994, precedentemente assegnato a Eudimorphodon, è stato nominato taxon separato nel 2015, come Austriadraco, ed è stato assegnato alla nuova famiglia Austriadraconidae, ma non è stata descritta un'ulteriore classificazione.[2]

Di seguito è riportato un cladogramma degli studi di Andres et al. (2014):[1]


Eopterosauria
Preondactylia

Preondactylus buffarinii

Austriadactylus cristatus

Peteinosaurus zambellii

Eudimorphodontoidea
Raeticodactylidae

Raeticodactylus filisurensis

Caviramus schesaplanensis

Eudimorphodontidae

Arcticodactylus cromptonellus

Carniadactylus rosenfeldi

Eudimorphodon ranzii

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b B.B. Andres, J. Clark e X. Xu, The Earliest Pterodactyloid and the Origin of the Group, in Current Biology, vol. 24, 2014, pp. 1011–6, DOI:10.1016/j.cub.2014.03.030, PMID 24768054.
  2. ^ A.W.A. Kellner, Comments on Triassic pterosaurs with discussion about ontogeny and description of new taxa, in Anais da Academia Brasileira de Ciências, vol. 87, nº 2, 2015, pp. 669–689, DOI:10.1590/0001-3765201520150307.