Emissioni Diesel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Trattore stradale del ventesimo secolo che emetteva gas di scarico fuligginosi alla partenza

L'espressione emissioni Diesel indica le emissioni che sono prodotte dai motori Diesel.

Nei motori Diesel, a differenza dei motori a scoppio, la potenza è direttamente controllata dall'alimentazione del carburante, anziché controllata dall'alimentazione dell'aria. Infatti, quando il motore gira a bassa potenza, è presente abbastanza ossigeno per bruciare il combustibile.

In relazione alla loro presunta pericolosità per la salute[1], le emissioni Diesel sono classificate nel Gruppo 1, ossia "cancerogeni accertati per l'uomo" analogamente al benzopirene, prodotto da stufe e camini[2][1][3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b OMS: "le emissioni dei diesel sono cancerogene per l'uomo", Repubblica.it, 18 giugno 2012. URL consultato il 9 luglio 2012.
  2. ^ Diesel cancerogeno, quanto c'è di demagogia?
  3. ^ Health Protection Agency - Compendium of Chemical Hazards: Diesel (pubblicazione 2006)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]