Edward Togo Salmon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Edward Togo Salmon (Londra, 29 maggio 1905Londra, 1988) è stato uno storico britannico, specializzato in storia antica, conosciuto anche come E. T. Salmon.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Il secondo nome Togo gli venne attribuito dopo che, nel 1905, la flotta giapponese comandata dall'ammiraglio giapponese Togo distrusse la flotta baltica russa, nella battaglia di Tsushima.[1] Frequentò l'Università di Sydney, poi andò all'Università di Cambridge, dove ottenne la laurea in Lettere e filosofia, per poi perfezionare gli studi in Italia. Salmon è meglio conosciuto per la sua carriera accademica all'Università McMaster, a Hamilton in Ontario, dove insegnò per 43 anni fin dal 1930. Egli tenne la cattedra al Dipartimento di Storia della McMaster, come pure la vice-presidenza alla Principal of University College and Academic.

E. T. Salmon è forse meglio conosciuto per il suo lavoro sui sanniti e la romanizzazione dell'Italia.

Fu per diverso tempo radiocronista della CKOC.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Durante la guerra russo-giapponese, l'ammiraglio Tōgō Heihachirō [...] distrusse nel 1905 la Flotta Baltica Russa, nella battaglia di Tsushima, meravigliando il mondo intero per questo suo strategico capovolgimento. Questa storica battaglia compromise la potenza della Russia nell'Asia dell'Est, e si è anche detto che scatenò varie rivolte nella marina russa (nel 1905 le rivolte a Vladivostock e la rivolta della corazzata Potemkin), contribuendo alla Rivoluzione russa del 1905.

Bibliografia scelta[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) A history of the Roman world from 30 B.C. to A.D. 138 (1944; rev. ed 1963, 1968)
  • Il Sannio e i sanniti - titolo originale Samnium and the Samnites (1967)
  • (EN) Roman colonization under the Republic (1970)
  • (EN) Polis and imperium: studies in honour of Edward Togo Salmon (1974)
  • (EN) The nemesis of empire (1974)
  • (EN) The making of Roman Italy (1982)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN20621020 · ISNI: (EN0000 0001 0877 4551