Edgar de Wahl

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Edgar de Wahl

Edgar de Wahl (Ol'viopol', 23 agosto (11 agosto, nel calendario giuliano) 1867Tallinn, 9 marzo 1948) è stato un linguista estone, il creatore della lingua ausiliaria internazionale Occidental/Interlingue.[1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Studiò a San Pietroburgo e lavorò per la maggior parte della sua vita nella capitale estone Tallinn.

Dapprima seguace del volapük, de Wahl diventò poi uno dei primi utenti dell'esperanto, dando dei suggerimenti al suo fondatore Ludwik Lejzer Zamenhof su alcune questioni di grammatica e vocabolario. In seguito prese le distanze dall'esperanto per dedicarsi alla creazione di una nuova forma di lingua ausiliaria internazionale.

Nel 1922 pubblicò la "chiave" di una nuova lingua, l'Occidental, assieme al primo numero di un periodico titolato Kosmoglott (più tardi Cosmoglotta), scritto tutto in questa lingua. Formulò la cosiddetta regola di de Wahl. Negli anni successivi partecipò alla discussione sull'Occidental, lasciando però la lingua evolversi secondo le raccomandazioni dei suoi utenti. Dopo l'inizio della seconda guerra mondiale nel 1939 il suo contatto con il movimento dell'occidental, che a quel tempo aveva la sua sede in Svizzera, si fece sempre più intermittente. Trascorse gli ultimi anni della sua vita in un sanatorio in Estonia e morì nel 1948.

Il nome di "Occidental" venne cambiato in "Interlingue" nel 1949, sotto pressione delle autorità sovietiche che temevano che la denominazione "Occidental" alludesse a simpatie per i governi dell'Europa occidentale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giorno di nascita: 11 agosto secondo il calendario giuliano, 23 agosto secondo il calendario gregoriano.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN42843805 · LCCN: (ENnb2017002270 · GND: (DE126895708
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie