Duomo di Salò

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Duomo di Santa Maria Annunziata
Duomo di Salò facciata a Salò.jpg
La facciata
StatoItalia Italia
RegioneLombardia
LocalitàSalò
IndirizzoVicolo Campanile, 2
Religionecattolica
TitolareSanta Maria Annunziata
Diocesi Brescia
ArchitettoFilippo dalle Vacche
Stile architettonicoTardo gotico
Inizio costruzione1453
Sito webwww.parrocchiadisalo.it/

Coordinate: 45°36′24.3″N 10°31′52.86″E / 45.60675°N 10.53135°E45.60675; 10.53135

Il Duomo di Salò visto dal lago.

Il duomo di Salò è il più importante edificio religioso della città progettato da Filippo dalle Vacche nel XV secolo.

Storia e opere[modifica | modifica wikitesto]

Dedicato a Santa Maria Annunziata, custodisce al suo interno tele del Romanino, del Moretto, di Zenone Veronese e di Paolo Veneziano. Antonio Vassilacchi detto l'Aliense, vi eseguì diversi affreschi. La costruzione ex-novo nel luogo i cui si trovava la precedente chiesa fu curato da Filippo dalle Vacche da Caravaggio, che coerentemente alla sua formazione, sospesa tra il gotico e il rinascimento, realizzò una chiesa di stampo tardo gotico. La facciata è incompiuta.

Il portale[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Portale del duomo di Salò.

L'ingresso principale dell'edificio religioso è mediato dal grande portale eseguito tra il 1506 e il 1508 da Gasparo Cairano e Antonio Mangiacavalli, principali esponenti, soprattutto il Cairano, della scultura rinascimentale bresciana[1].

Organo[modifica | modifica wikitesto]

L'organo è di Giangiacomo Antegnati e ha subito una importante ristrutturazione da parte dei fratelli Serassi nel 1865. Sulle ante dell'organo a sinistra è rappresentato il Sacrificio di Abramo e Isacco di Palma il Giovane a destra l'uccisione di Abele di Antonio Vassilacchi detto anche l'Aliense. Le cantorie del presbiterio sono opera di Bartolomeo Otello del 1547-1548 e rappresentano Cristo con gli Evangelisti a sinistra e San Antonio di Padova con i Dottori della Chiesa a destra.

Duomo di Salò Ancona Bartolomeo da Isola Dovarese e Pietro Bussolo a Salò

Dipinti e opere conservate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Zani, pp. 127-128.
  2. ^ Ateneo di Salò. Presentazione volume Giovanni Teutonico.
  3. ^ Sara Cavatorti, Giovanni Teutonico. Scultura lignea tedesca nell'Italia del secondo Quattrocento, Perugia, 2016.
  4. ^ Enciclopedia Bresciana. Salò.
  5. ^ Il museo Duomo di Salò santa Maria Annunziata, Parrocchia di Salò. URL consultato il 9 ottobre 2018.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Monica Ibsen, Il duomo di Salò, Gussago, 1999.
  • Anton Maria Mucchi, Il duomo di Salò, Bologna, 1932.
  • Vito Zani, Gasparo Cairano, Roccafranca, La Compagnia della Stampa, 2010.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN143505103 · LCCN (ENnr88005595 · WorldCat Identities (ENlccn-nr88005595