Duomo di Salò

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chiesa di Santa Maria Annunziata
Duomo Santa Maria Annunziata.JPG
La facciata
StatoItalia Italia
RegioneLombardia
LocalitàSalò
ReligioneCattolica
Diocesi Brescia
ArchitettoFilippo delle Vacche
Stile architettonicoTardo gotico
Inizio costruzione1453
Sito web

Coordinate: 45°36′24.3″N 10°31′52.86″E / 45.60675°N 10.53135°E45.60675; 10.53135

Il Duomo di Salò visto dal lago.

Il duomo di Salò è il più importante edificio religioso della città.

Storia e opere[modifica | modifica wikitesto]

Dedicato a Santa Maria Annunziata, custodisce al suo interno tele del Romanino, del Moretto, di Zenone Veronese e di Paolo Veneziano. Antonio Vassilacchi detto l'Aliense, vi eseguì diversi affreschi. La costruzione ex-novo nel luogo i cui si trovava la precedente chiesa fu curato da Filippo delle Vacche da Caravaggio, che coerentemente alla sua formazione, sospesa tra il gotico e il Rinascimento, realizzò una chiesa di stampo tardo gotico. La facciata è incompiuta.

Il portale[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: portale del duomo di Salò.

L'ingresso principale dell'edificio religioso è mediato dal grande portale eseguito tra il 1506 e il 1508 da Gasparo Cairano e Antonio Mangiacavalli, principali esponenti, soprattutto il Cairano, della scultura rinascimentale bresciana[1].

Dipinti e opere conservate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Zani, pp. 127-128.
  2. ^ Il museo Duomo di Salò santa Maria Annunziata, Parrocchia di Salò. URL consultato il 9 ottobre 2018.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Monica Ibsen, Il duomo di Salò, Gussago, 1999.
  • Anton Maria Mucchi, Il duomo di Salò, Bologna, 1932.
  • Vito Zani, Gasparo Cairano, Roccafranca, La Compagnia della Stampa, 2010.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN143505103 · LCCN (ENnr88005595 · WorldCat Identities (ENnr88-005595