Domus dei tappeti di pietra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Domus dei tappeti di pietra
Domus Tappeti di Pietra 7.JPG
Domus dei Tappeti di Pietra a Ravenna.
Civiltà Civiltà romana
Utilizzo Palazzo
Stile Bizantino
Epoca III-II secolo a.C.
Localizzazione
Stato Italia Italia
Comune Ravenna
Dimensioni
Superficie 700
Scavi
Data scoperta 1993
Mappa di localizzazione
Domus dei tappeti di pietra
Sant'Eufemia Ravenna.JPG
Ingresso del museo dalla chiesa di Sant'Eufemia
Ubicazione
Stato Italia Italia
Località Ravenna
Indirizzo via Barbiani
Caratteristiche
Tipo Archeologia
Sito web

Coordinate: 44°25′07.99″N 12°11′41.33″E / 44.418886°N 12.194814°E44.418886; 12.194814

La Domus dei tappeti di pietra è un sito archeologico della città di Ravenna collocato in un ambiente ipogeo situato circa tre metri sotto la Chiesa di Sant'Eufemia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il sito fu ritrovato fortuitamente nel 1993 durante i lavori per la costruzione di alcune autorimesse sotterranee in via D'Azeglio 47.

Vennero alla luce diversi edifici sovrapposti, databili dall'età romana repubblicana (III-II secolo a.C.) al periodo tardo-antico. In particolare, fu scoperto un palazzo signorile bizantino (inizio del VI secolo) articolato in quattordici stanze e tre cortili e interamente decorato con meravigliosi mosaici e intarsi marmorei. Le quattordici pavimentazioni musive sono decorate con elementi geometrici, vegetali e figurativi, per una superficie complessiva di 700 m². Fra i maggiori si ricordano il cosiddetto Buon Pastore, differente dalla classica iconografia cristiana, e la Danza dei Geni delle stagioni, rarissimo caso di geni danzanti in cerchio.

Il monumento è stato inaugurato il 30 ottobre 2002 dall'allora Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, in occasione delle celebrazioni per i 1600 anni di Ravenna "Capitale dell'Impero Romano d'Occidente". Inoltre ha ottenuto anche il Premio Bell'Italia nel 2004.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]