Domenico Loricato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
San Domenico Loricato
Saint Dominic of Loricatus. Engraving after M. de Vos. Wellcome V0031911.jpg
San Domenico Loricato. Incisione su disegno di Maarten de Vos
 

Eremita

 
MorteFrontale, 14 ottobre 1060
Venerato daChiesa cattolica
Ricorrenza14 ottobre

Domenico Loricato (Cantiano, ... – Frontale, 14 ottobre 1060) è stato un eremita camaldolese che la Chiesa cattolica considera santo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Le scarse informazioni biografiche su Domenico Loricato sono desunte da una Vita agiografica redatta da Pier Damiani e dedicata a papa Alessandro II.[1]

Era probabilmente originario di Luceoli, l'odierna Cantiano. I genitori, a sua insaputa, ottennero la sua ordinazione in cambio di una pelle di capra:[2] quando Domenico seppe dell'atto simoniaco, si ritirò in penitenza tra i camaldolesi dell'eremo di Luceoli. In quell'eremo o a Fonte Avellana, dove soggiornò in seguito, conobbe Pier Damiani, di cui fu allievo.[1]

Nella vita si assoggettò a numerose penitenze: vestiva una lorica (donde il soprannome "Loricato"), recitava il salterio due volte al giorno, si flagellava con catenelle di ferro, faceva numerose genuflessioni, dormiva a terra, si nutriva di pane e erbe.[1]

Morì nell'eremo camaldolese di Frontale, alle falde del monte San Vicino.[1]

Culto[modifica | modifica wikitesto]

Il suo elogio si legge nel Martirologio romano al 14 ottobre[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Giuseppe Cacciamani, BSS, vol. IV (1964), col. 688.
  2. ^ Giuseppe Cacciamani, BSS, vol. IV (1964), col. 687.
  3. ^ Martirologio romano (2004), p. 804.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Il martirologio romano. Riformato a norma dei decreti del Concilio ecumenico Vaticano II e promulgato da papa Giovanni Paolo II, Libreria Editrice Vaticana, Città del Vaticano 2004.
  • Filippo Caraffa e Giuseppe Morelli (curr.), Bibliotheca Sanctorum (BSS), 12 voll., Istituto Giovanni XXIII nella Pontificia Università Lateranense, Roma 1961-1969.
Controllo di autoritàVIAF (EN169207582