Doksany

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Doksany
Comune
Doksany – Stemma Doksany – Bandiera
Doksany – Veduta
Strada di accesso al centro del paese
Localizzazione
StatoRep. Ceca Rep. Ceca
RegioneFlag of Usti nad Labem Region.svg Ústí nad Labem
DistrettoLitoměřice
Amministrazione
SindacoJaroslav Vaníček
Territorio
Coordinate50°27′17″N 14°09′46″E / 50.454722°N 14.162778°E50.454722; 14.162778 (Doksany)Coordinate: 50°27′17″N 14°09′46″E / 50.454722°N 14.162778°E50.454722; 14.162778 (Doksany)
Altitudine156 m s.l.m.
Superficie3,11[1] km²
Abitanti391[2] (1º gennaio 2011)
Densità125,72 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale411 82
Fuso orarioUTC+1
Codice ČSÚ564753
TargaLT
Cartografia
Mappa di localizzazione: Repubblica Ceca
Doksany
Doksany
Doksany – Mappa
Posizione di Doksany nel distretto
Sito istituzionale

Doksany è un comune della Repubblica Ceca facente parte del distretto di Litoměřice, nella regione di Ústí nad Labem.

Il complesso del castello-monastero
Edificio ripristinato nel complesso

Il castello e monastero di Doksany[modifica | modifica wikitesto]

Originariamente era un monastero femminile premonstratense, fondato nel 1144 e costruito in stile romanico. Tra il XVII e il XVIII secolo venne ricostruito in stile barocco.

Nell'anno 1782, nell'ambito delle soppressioni giuseppine, anche questo monastero fu soppresso, e l'edificio fu prima impiegato come ospedale militare e poi venduto all'asta a una famiglia nobile, che lo fece ricostruire nel XIX secolo come castello privato, con stalle e scuderie. Soltanto la chiesa, divenuta parrocchiale, continuò ad essere officiata dai Premonstratensi del monastero di Strahov.

Durante il regime comunista l'edificio conobbe una fase di profonda decadenza e di rovina.

Dal 2003 una comunità di Canonichesse premostratensi (non appartenenti a nessuna congregazione ma dipendenti direttamente dall'Ordine maschile) si è nuovamente insediata in un settore del complesso.[3]

Edificio principale del monastero è la chiesa della Natività della Beata Vergine Maria, in forme barocche, che conserva ancora una cripta romanica dell'epoca della prima fondazione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (CSEN) Dati forniti dall'Istituto Statistico Ceco (XLS), su czso.cz. URL consultato il 20 maggio 2012.
  2. ^ (CSEN) Dati forniti dall'Istituto Statistico Ceco (PDF), su czso.cz. URL consultato il 20 maggio 2012.
  3. ^ (EN) Storia dell'insediamento religioso, dal sito delle monache Premonstratensi, su klasterdoksany.cz. URL consultato il 3 novembre 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN235117648 · GND: (DE4238740-1
Repubblica Ceca Portale Repubblica Ceca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Repubblica Ceca