Discussione:Lolita (romanzo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Crystal Clear app ksirtet.pngQuesta voce rientra tra gli argomenti trattati dal progetto tematico sottoindicato.
Puoi consultare le discussioni in corso, aprirne una nuova o segnalarne una avviata qui.
Nuvola apps bookcase.svgLetteratura
Monitoraggio non fatto.svg
ncNessuna informazione sull'accuratezza dei contenuti. (che significa?)
ncNessuna informazione sulla scrittura. (che significa?)
ncNessuna informazione sulla attendibilità delle fonti. (che significa?)
ncNessuna informazione sulla presenza di immagini o altri supporti grafici. (che significa?)

Vorrei solo dire che, secondo me, Lolita è semplicemente una ragazzina edipica, in cerca di un padre. Finchè Lolita non viene mandata in campeggio, si ricostituisce la triade tipica della fase edipica anche perchè ha perso il padre quando era ancora una bambina e sicuramente Lolita sente profondamente la mancanza di un padre. In ultimo la fase Edipica non termina bruscamente ai 6 anni ma ne rimangono tracce nella pubertà ed adolescenza: se tutto procede bene, da un punto di vista psicologico, termina con l'uscita dall'adolescenza e con un rapporto significatico con un ragazzo o con una ragazza a seconda del sesso (e dell'orientamento sessuale, logicamente). Questo stra-usato termine "ninfetta" è solo una parola per così dire "maschilista", esprime um punto di vista "maschilista". Il professore è chiaramente un pedofilo. Nonostante ciò il film è bello, ben girato, ben recitato, coraggioso, inquietante.

(Da Elitre Noia 64 apps email.png (discussioni): Sposto questo testo dalla pagina principale e lo inserisco qui come quote, se la cosa sembra inopportuna rollbaccatemi.)

L'incipit di Lolita in francese è il seguente:

« Lolita, lumière de ma vie, feu de mes reins. Mon péché, mon âme. Lo-lii-ta : le bout de la langue fait trois petits pas le long du palais pour taper, à trois reprises, contre les dents. Lo. Lii. Ta. Le matin, elle était Lo, simplement Lo, avec son mètre quarante-six et son unique chaussette. Elle était Lola en pantalon. Elle était Dolly à l'école. Elle était Dolorès sur les pointillés. Mais dans mes bras, elle était toujours Lolita. »

In inglese, invece:

« Lolita, light of my life, fire of my loins. My sin, my soul. Lo-lee-ta: the tip of the tongue taking a trip of three steps down the palate to tap, at three, on the teeth. Lo. Lee. Ta. She was Lo, plain Lo, in the morning, standing four feet ten in one sock. She was Lola in slacks. She was Dolly at school. She was Dolores on the dotted line. But in my arms she was always Lolita. »

Pronuncia[modifica wikitesto]

Ho rimosso:

Nabokov nel romanzo consigliava di pronunciare la prima sillaba di Lolita con la L liquida come per la parola lollipop (lecca lecca).

Da non reinserire finché non si trovano fonti. --Azrael 19:44, 1 lug 2011 (CEST)

LOLITA IN "TOTO' FABRIZI E I GIOVANI D'OGGI"[modifica wikitesto]

Questa sera mi è capitato di guardare qualche minuto di "Totò Fabrizi e i giovani d'oggi" (su Rai Movie), il film è del 1960. E' stato sufficiente per cogliere questo dialogo di Fabrizi con la moglie: "Io le conosco queste Lolita". Il film è del 1960 e il romanzo di Nabokov è stato tradotto in italiano appena un anno prima (il film di Kubrick, poi, è del 1962). E' ragionevole ipotizzare che questo sia il primo uso pubblico (almeno a livello cinematografico) della parola "lolita" in Italia.