Discodoris atromaculata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Vacchetta di mare
Discodoris atromaculata.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Mollusca
Subphylum Conchifera
Classe Gastropoda
Sottoclasse Opistobranchia
Ordine Nudibranchia
Sottordine Doridacea
Superfamiglia Eudoridoidea
Famiglia Discodorididae
Sottofamiglia Discodoridinae
Genere Discodoris
Specie D. atromaculata
Nomenclatura binomiale
Discodoris atromaculata
(Bergh, 1880)
Sinonimi

Peltodoris atromaculata (Bergh, 1880)

Nomi comuni

leopardenschnecke (DE) vaquita suiza (ES)
leopard slug (EN) doris dalmatien (FR)

La vacchetta di mare (Discodoris atromaculata) è una specie del genere Discodoris, appartenente alla famiglia dei Discodorididae dei molluschi nudibranchia. La collocazione tradizionale nel genere Discodoris è talvolta contestata in studi recenti[1][2], che l'assegnano al genere Peltodoris.

Il nome deriva da Dôris, una delle Oceanine figlia di Oceano e Teti, moglie di Nereo e madre delle Nereidi, che dà il nome ai doridi, dal latino atro, cioè nero, e maculatus, cioè macchiato, maculato: in pratica doride maculato di nero.

Habitat e distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Mar Mediterraneo, di cui è endemica, su pareti rocciose anche a poca profondità.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Corpo di colore bianco, con macchie di colore bruno-rossastre, inconfondibili, più o meno abbondanti a seconda dell'alimentazione. Rinofori retrattili, dello stesso colore del corpo, ciuffo branchiale anch'esso retrattile, giallastro o biancastro. Dorso ruvido al tatto. Fino a 15 centimetri.

Alimentazione e comportamento[modifica | modifica wikitesto]

Di solito reperibile sulle spugne del genere Petrosia (Petrosia dura, Petrosia ficiformis), di cui si nutre. Spesso reperibile in gruppi di molti individui giovanili, più solitaria negli esemplari più vecchi.

Si nutre inoltre anche di Haliclona fulva, preferita[3] rispetto alla Petrosia.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Depone, durante il periodo autunnale, uova in tipiche ovature spiraliformi, gialle o bianche, di circa 5 centimetri di diametro. Una volta schiuse le larve, dotate in questa prima fase di conchiglia, vivono a livello planctonico, per poi perdere la conchiglia nella successiva fase di sviluppo prima di iniziare vita bentonica.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Avila, C., The growth of Peltodoris atromaculata Bergh, 1880 (Gastropoda, Nudibranchia) in the laboratory, in Journal of Molluscan Studies (The Malacological Society of London), nº 62, 1996, pp. 151-157, ISSN 02601230.
  2. ^ (EN) Valdés Á. (Natural History Museum of Los Angeles County, Los Angeles, California), A phylogenetic analysis and systematic revision of the cryptobranch dorids (Mollusca, Nudibranchia, Anthobranchia), in Zoological Journal of the Linnean Society, vol. 136, nº 4, 2002, pp. 535-636, DOI:10.1046/j.1096-3642.2002.00039.x.
  3. ^ (EN) Gemballa, S., Schermutzki, F. (Evolution, Bio-Geosphere Dynamics Program, University of Tuebingen, Tubinga, Germania), Cytotoxic haplosclerid sponges preferred: a field study on the diet of the dotted sea slug Peltodoris atromaculata (Doridoidea: Nudibranchia), in Marine Biology, vol. 144, nº 6, 2004, pp. 1213-1222, DOI:10.1007/s00227-003-1279-1).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Molluschi Portale Molluschi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di molluschi