Diocesi di Agatonice

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Agatonice
Sede vescovile titolare
Dioecesis Agathoniciana
Patriarcato di Costantinopoli
Sede titolare di Agatonice
Mappa della diocesi civile di Tracia (V secolo)
Vescovo titolare sede vacante
Istituita XVIII secolo
Stato Bulgaria
Diocesi soppressa di Agatonice
Suffraganea di Filippopoli
Eretta  ?
Soppressa  ?
Dati dall'annuario pontificio
Sedi titolari cattoliche

La diocesi di Agatonice (in latino: Dioecesis Agathoniciana) è una sede soppressa e sede titolare della Chiesa cattolica.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Agatonice, identificabile con Palicastro o con Belasitsa a nord di Plovdiv nell'odierna Bulgaria, è un'antica sede vescovile della provincia romana di Tracia nella diocesi civile omonima. Essa faceva parte del patriarcato di Costantinopoli ed era suffraganea dell'arcidiocesi di Filippopoli.

La sede non è menzionata dal Lequien nell'opera Oriens Christianus e nessun vescovo è documentato dalle fonti antiche. Essa appare per la prima volta in una lista di vescovati di Tracia dell'inizio del X secolo con il nome di Agathonikia[1], ed è ancora documentata nelle Notitiae Episcopatuum fino al XII-XIII secolo.

Dal XVIII secolo Agatonice è una sede vescovile titolare della Chiesa cattolica; la sede è vacante dal 1º febbraio 1993.

Cronotassi dei vescovi titolari[modifica | modifica wikitesto]

  • Ferdinand Oesterhoff, O.Cist. † (20 dicembre 1723 - 22 ottobre 1748 deceduto)
  • Jean-Baptiste Lamy † (19 luglio 1850 - 29 luglio 1853 nominato vescovo di Santa Fe)
  • Pasquale (Amato) Pagnucci, O.F.M. † (15 aprile 1867 - 1º febbraio 1901 deceduto)[2]
  • William Brasseur, C.I.C.M. † (10 giugno 1948 - 1º febbraio 1993 deceduto)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Raymond Janin, La hiérarchie ecclésiastique dans le diocèse de Thrace, in Revue des études byzantines, tomo 17, 1959, p. 144.
  2. ^ Gli Annuari Pontifici riportano date diverse per la nomina di Pagnucci, tra cui la data spesso ricorrente del 2 aprile 1856; cfr. Annuari Pontifici 1860, p. 231; e 1872, p. 268.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi