Destrocardia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Destrocardia
Situs inversus chest Nevit.jpg
Specialitàgenetica clinica
Classificazione e risorse esterne (EN)
ICD-9-CM746.87
MeSHD003914
MedlinePlus007326

La destrocardia o Dexiocardia è una posizione anomala del cuore, che risulta confinato nella parte destra del torace. Si parla di destrocardia situs inversus, o speculare, se anche gli organi addominali sono invertiti.

Complicanze[modifica | modifica wikitesto]

Tra le complicanze a livello dell'apparato respiratorio ritroviamo sinusiti e bronchiectasie, mentre fra le complicanze cardiovascolari che si possono manifestare si evidenzia la stenosi polmonare.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Nella cultura popolare è nota la figura di Souther, detto il Sacro Imperatore, personaggio del manga giapponese Ken il guerriero a cui appartiene questa caratteristica fisica,sul quale i colpi del protagonista appaiono non avere effetto, in quanto anche la posizione dei punti di pressione, gli tsubo, risulta invertita. La condizione è anche rilevante per Fortune in Metal gear Solid 2. La si riscontra per ben due volte, riferita ad essa con la frase "avere un cuore speciale" nel film "Ninja Assassins", dove il tatuatore all'inizio del film mostra la cicatrice di una ferita che non gli era risultata letale solo perché perfettamente indirizzata al cuore dai ninja, cuore che nel suo caso era a destra.

Nel caso di destrocardia, l'ECG sarà invertito, cioè tutto il tratto PQRST sarà rivolto verso il basso e non verso l'alto, come succede nei cuori sani.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Joseph C. Segen, Concise Dictionary of Modern Medicine, New York, McGraw-Hill, 2006, ISBN 978-88-386-3917-3.
  • (EN) Loh Keng Yin, Abdul Latiff Mohamed, Dextrocardia with Situs Inversus, in The New England Journal of Medicine, vol. 353, n. 9, 1º settembre 2005, p. 933. URL consultato il 3 marzo 2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàThesaurus BNCF 41812