Danilo Nannini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Danilo Nannini (Siena, 1º agosto 1921Siena, 15 febbraio 2007) è stato un imprenditore italiano, nel campo dell'industria dolciaria.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Guido, fondatore del primo locale di pasticceria a Siena, era diventato famoso come pasticcere lavorando nell'azienda di famiglia. Per 18 anni è stato presidente del Siena Calcio, squadra in cui aveva militato anche come calciatore.

Come imprenditore, dopo un periodo di successo in cui aveva diffuso il suo prodotto principale, il panforte, sul mercato nazionale, fu travolto da un fallimento con accuse di bancarotta fraudolenta [1]. Lungamente Priore della Contrada della Civetta, non ebbe mai la ventura di vedere la sua Contrada vincere il Palio negli anni in cui invece ricoprì il ruolo di Capitano. Danilo Nannini è morto il 15 febbraio 2007 al Policlinico Le Scotte di Siena dove era ricoverato da nove giorni a seguito di una grave malattia. Era padre della nota cantante Gianna Nannini e dell'ex pilota di Formula 1 Alessandro Nannini.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Corriere