D-2 Narodovolets

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
D-2 Narodovolets
Д-2 «Народоволец»
Shadowgraph Dekabrist class I series submarine mod.svg
profilo del sommergibile
Descrizione generale
Naval Ensign of the Soviet Union (1950-1991).svg
Tiposommergibile
Classe"D" o Dekabrist
In servizio conVoenno-morskoj flot
(URSS)
Cantieredel Baltico, Leningrado
Impostazione5 marzo 1927
Varo9 maggio 1929
Entrata in servizio11 ottobre 1931
Radiazione5 marzo 1987
Destino finale59°55′57.56″N 30°13′58.65″E / 59.932656°N 30.232959°E59.932656; 30.232959
sommergibile musealizzato a San Pietroburgo dal 1993
Caratteristiche generali
Dislocamento in immersione1.354 tonnellate
Dislocamento in emersione933 tonnellate
Lunghezza76 m
Larghezza6,5 m
Pescaggio3,8 m
Profondità operativa90 m
Propulsionediesel-elettrica:
  • 2 eliche tripala
  • 2 motori Diesel MAN/Kolomna da 1.100 hp
  • 2 motori elettrici PG-20 da 525 hp
  • 2 batterie ad accomulatori 60 DK
Velocità in immersione 8,7 nodi
Velocità in emersione 11,3 nodi
Autonomia3.600 MN a 14 nodi in superficie

7.500 MN a 9 nodi in superficie 132 MN a 2 nodi in immersione e a 10 nodi in emersione,
335 MN in immersione a 2 nodi.

Equipaggio54
Armamento
Armamentoartiglieria:

1 × 100mm
1 × 45mm
1 × 7.62 siluri: 8 tubi lanciasiluri da 533 mm
6 a prua
2 a poppa;
(14 siluri in totale)

voci di sottomarini presenti su Wikipedia

Il D-2 Narodovolets (in russo: Д-2 «Народоволец», traducibile all'incirca come: "Populista"[1]) è un sommergibile a propulsione diesel-elettrica della classe Dekabrist[2], battello musealizzato ed esposto a San Pietroburgo; è filiale del Museo navale militare centrale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Secondo battello della prima serie di sommergibili di produzione sovietica, ispirata a quelli italiani della classe Balilla dei quali si erano ottenute le cianografie[3], il Narodovolets è stato Impostato sugli scali del cantiere navale dell'allora Leningrado (odierna San Pietroburgo), il 5 marzo 1927.

Varato il 19 maggio 1929 è entrato ufficialmente in servizio l'11 ottobre 1931; dopo aver preso parte alla grande guerra patriottica, che lo ha visto protagonista di numerosi affondamenti, è stato declassato nel 1946 a battello scuola per i sommergibilisti, ruolo che ha mantenuto sino al 1955.

Posto in riserva, è stato infine radiato il 5 marzo 1987; trasformato in sommergibile museo nel 1993, ha ufficialmente aperto al pubblico il 2 settembre 1994.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Narodovolets" era il termine col quale si indicava l'attivista politico appartenente all'organizzazione sovversiva russa Narodnaja volja, ovvero "Volontà del Popolo" e cioè "populista" (sebbene in italiano manchi il termine appropriato corrispondente).
  2. ^ Tutta l'onomastica dei battelli della classe Dekabrist, aveva rimandi agli attivisti di vari movimenti rivoluzionari:
    D-1 Dekabrist (Decabrista)
    D-2 Narodovolets (Populista)
    D-3 Krasnogvardyeyets (Guardia Rossa)
    D-4 Revolutsioner (Rivoluzionario)
    D-5 Spartakovets (Spartachista)
    D-6 Yakobinets (Giacobino)
  3. ^ Cfr. sul capitolo "Foreign aid from Italy", a cura di Mikhail Monakov, Jurgen Rohwer in Stalin's Ocean-going Fleet. Soviet Naval Strategy and Shipbuilding Programs, 1935-53, Routledge, 2002

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Mikhail Monakov, Jurgen Rohwer, Stalin's Ocean-going Fleet. Soviet Naval Strategy and Shipbuilding Programs, 1935-53, Routledge, 2002

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]