Dōbutsu no kuni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Dōbutsu no kuni
どうぶつの国
Generefantasy
Manga
AutoreMakoto Raiku
EditoreKōdansha
RivistaBessatsu Shōnen Magazine
Targetshōnen
1ª edizione9 settembre 2009 – 8 febbraio 2014
Periodicitàmensile
Tankōbon14 (completa)

Dōbutsu no kuni (どうぶつの国? lett. "Il paese degli animali") è uno shōnen manga scritto e disegnato da Makoto Raiku sulla rivista Bessatsu Shōnen Magazine di Kōdansha tra il 9 settembre 2009 e l'8 febbraio 2014. La serie si compone di 56 capitoli, incluso un prologo, suddivisi in 14 volumi tankōbon pubblicati tra il 2010 e il 2014; il manga è stato tradotto e pubblicato anche in Francia, negli Stati Uniti e a Taiwan. La storia segue un bambino che viene abbandonato dalla madre per finire in un mondo abitato da soli animali.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

In un mondo abitato da soli animali, un tanuki di nome Monoko rimane orfana a causa della morte dei suoi genitori da parte di una lince, diventando l'unica tanuki senza una famiglia. Un giorno, mentre stava pescando, trova un bambino abbandonato in una cesta di nome Tarouza e decide di tenerlo e crescerlo come se fosse suo figlio. Il bambino cresce così tra gli animali e diventa capace di comunicare con qualunque specie viene a contatto, riuscendo così a salvare la lince nera Kurokagi. Insieme ad altri animali, in sette anni costruisce un villaggio dove diverse specie di erbivori possano vivere in pace.

Crescendo, Tarouza viene a contatto con altri umani: Capri, una bambina cresciuta da un branco di leoni; Jū, un ragazzo che conduce una vita solitaria con un lupo; Giller, un uomo che desidera distruggere tutti gli animali tramite degli esseri geneticamente modificati chiamati chimere; Riemu, una ragazza cresciuta tra i gorilla. Venendo a contatto con numerose specie di animali, Tarouza inizia a coltivare il sogno di riunire in un unico gruppo tutti gli animali creando un mondo pacifico e cercando una tipologia di cibo che possa essere mangiato sia da carnivori sia da erbivori.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Tarouza (タロウザ?): un bambino che viene abbandonato dalla madre che lo lascia in una cesta su un fiume, venendo in seguito adottato da una tanuki di nome Monoko. Ha un misterioso potere che gli permette di parlare e connettersi con tutti gli animali. Cresce in un gruppo di animali erbivori, favorendo la costruzione di una società di animali e difendendola dai carnivori che si aggirano nel territorio circostante, sviluppando poi il desiderio di creare una comunità di animali che includesse anche i carnivori, ricercando cibarie che possano essere mangiate sia dai carnivori sia dagli erbivori. Dopo la morte di Monoko, lascia la comunità e si avventura con alcuni animali alla ricerca di questo alimento.
  • Monoko (モノコ?): un tanuki che, dopo la morte dei suoi genitori per mano di una lince, soffre di solitudine poiché è l'unica tanuki senza una famiglia. Durante la ricerca di pesci in un fiume, recupera una cesta contenente Tarouza, un bambino umano, che decide di allevare come se fosse suo.
  • Kurokagi (クロカギ?): è una lince che viene salvata da Tarouza e che da quel momento giura di proteggere, vivendo per anni insieme al branco di animali erbivori. Ha sempre vissuto col motto "Il più forte divora il più debole".
  • Capri (カプリ Kapuri?): è una bambina allevata da un branco di leoni, cosa che causa diversi scontri col gruppo di erbivori di Tarouza. Vede ogni erbivoro come una potenziale preda ed è anche lei in possesso di un potere che le permette di parlare con gli animali.
  • (ジュウ?): è il secondo umano incontrato da Tarouza, è un ragazzo sadico e violento che vive insieme ad un lupo, con cui è sempre in viaggio.
  • Giller (ギラー Girā?): un uomo che utilizza il suo potere di parlare con gli animali e la tecnologia a disposizione nella Torre di Babele per distruggere ogni essere vivente sul pianeta.
  • Riemu (リエム?): un'umana cresciuta dai gorilla, possiede anch'ella il potere di comunicare con gli animali.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Makoto Raiku dichiarò di voler scrivere una storia a target shōnen con spunti inediti[1]. Il primo personaggio creato da Raiku fu Monoko, inizialmente pensata alle prese della crescita di Tarouza nel mondo umano, ma cambiò idea dopo un confronto col suo editore[2]. L'abilità di Tarouza di riuscire a comunicare con tutte le specie animali è stata descritta dall'autore come una versione potenziata del linguaggio umano[2][3]. Raiku partecipò inoltre ad un viaggio alla riserva faunistica di Masai Mara in Kenya per effettuare ricerche sulle varie specie animali poiché necessitava di fotografie degli animali a causa della difficoltà trovata nel disegnarli, i quali furono disegnati in maniera tale da consentirgli l'inserimento nella storia di sketch comici nonostante i temi difficili presenti nel manga[2][4][5][6]

Pubblicazione[modifica | modifica wikitesto]

Makoto Raiku ha iniziato la serializzazione di Dōbutsu no kuni sul numero di inaugurazione della rivista Bessatsu Shōnen Magazine il 9 settembre 2009 con un capitolo 0 che fa da prologo alla storia e presenta il personaggio di Kurokagi[7][8]; il manga ha continuato la sua serializzazione fino al numero 3 del 2014 di Bessatsu Shōnen Magazine, uscito l'8 febbraio 2014, dove si è concluso col capitolo 56[9][10]. I capitoli sono stati raccolti in 14 volumi tankōbon e pubblicati tra il 17 marzo 2010 e il 7 marzo 2014. Inoltre sono stati pubblicati due one-shot il 17 marzo e il 18 agosto 2010 sulla rivista Weekly Shōnen Magazine[11][12][13], oltre a alcuni yonkoma scritti da 28 autori per festeggiare il sesto mesiversario di pubblicazione della serie su Bessatsu Shōnen Magazine[14].

All'estero, il manga è tradotto in inglese dal 16 agosto 2011 da Kodansha Comics USA col titolo Animal Land[15], in Francia da Ki-oon dal 23 gennaio 2014 col titolo Animal Kingdom[16] e in Taiwan da Tong Li Publishing tra il 31 luglio 2010 e il 12 giugno 2014[17][18].

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

In Giappone, i volumi del manga hanno riscosso un buon successo, con i volumi 8[19], 10[20], 11[21], 13[22] e 14[23] che si classificano tra i 50 manga più venduti nella settimana di uscita. Young Adult Library Services Association, divisione dell'American Library Association, ha inserito Dōbutsu no kuni tra le migliori serie a fumetti per ragazzi del 2012.[24]. Nel 2013 la serie ha vinto il 37° Kodansha Manga Award nella categoria per il miglior manga per bambini[25]. Negli Stati Uniti, il terzo volume del manga risulta anche tra i manga best seller nella lista del The New York Times[26]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (JA) 雷句誠、ダ・ヴィンチで新作「どうぶつの国」を語る, su Comic Natalie, 5 settembre 2009. URL consultato il 15 marzo 2015.
  2. ^ a b c Makoto Raiku, Dōbutsu no kuni 1, Kōdansha, 2010, p. 188–190, ISBN 978-4-06-384274-6.
  3. ^ (EN) AICN Anime - Don't Call It a Comeback, Eden Returns After 24 Months - Also New Manga Bloody Monday, Animal Land and Gen, su Ain't It Cool News, 21 settembre 2011. URL consultato il 15 maggio 2015.
  4. ^ Makoto Raiku, Dōbutsu no kuni 2, Kōdansha, 2010, p. 188–191, ISBN 978-4-06-384351-4.
  5. ^ Makoto Raiku, Dōbutsu no kuni 2, Kōdansha, 2010, p. sovraccoperta, ISBN 978-4-06-384351-4.
  6. ^ Rebecca Silvermann, Animal Land - GN 1, su Anime News Network, 11 settembre 2011. URL consultato il 15 maggio 2015.
  7. ^ Makoto Raiku (Zatch! Bell) inizia il suo nuovo manga, su AnimeClick.it, 5 maggio 2009. URL consultato il 17 maggio 2015.
  8. ^ (JA) 雷句誠の新作「どうぶつの国」序章が週刊マガジンに出張, su Comic Natalie, 9 settembre 2009. URL consultato il 15 maggio 2015.
  9. ^ (JA) 別冊少年マガジン2号目発売で、創刊号を無料ネット公開, su Comic Natalie, 9 ottobre 2009. URL consultato il 15 maggio 2015.
  10. ^ (JA) 雷句誠「どうぶつの国」完結!別マガ創刊号から4年半連載, su Comic Natalie, 9 febbraio 2014. URL consultato il 15 maggio 2015.
  11. ^ Makoto Raiku (Zatch! Bell) nel mondo degli animali: Animal Country, su AnimeClick.it, 15 marzo 2010. URL consultato il 17 maggio 2015.
  12. ^ (JA) 舞台は人間界。「どうぶつの国」番外編が週マガに出張掲載, su Comic Natalie, 17 marzo 2010. URL consultato il 16 maggio 2015.
  13. ^ (JA) 上条明峰「C0DE:BREAKER」100話目は水着ギャル満載, su Comic Natalie, 18 agosto 2010. URL consultato il 16 maggio 2015.
  14. ^ (JA) 「スクールランブル」が読み切り復活、別マガ3月号にて, su Comic Natalie, 9 febbraio 2010. URL consultato il 16 maggio 2015.
  15. ^ (EN) Kodansha Comics Announces Summer 2011 Manga Releases, Kodansha Comics, 12 dicembre 2010. URL consultato il 17 maggio 2015.
  16. ^ (FR) Animal Kingdom T01, Ki-oon. URL consultato il 17 maggio 2015.
  17. ^ (EN) Animal Land (manga) [Release Dates], su Anime News Network. URL consultato il 17 maggio 2015.
  18. ^ (ZH) 奇想之國, Tong Li Publishing. URL consultato il 17 maggio 2015 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  19. ^ (EN) Japanese Comic Ranking, February 6-12, su Anime News Network, 15 febbraio 2012. URL consultato il 17 maggio 2015.
  20. ^ (EN) Japanese Comic Ranking, December 10-16, su Anime News Network, 19 dicembre 2012. URL consultato il 17 maggio 2015.
  21. ^ (EN) Japanese Comic Ranking, March 11-17, su Anime News Network, 20 marzo 2013. URL consultato il 17 maggio 2015.
  22. ^ (EN) Japanese Comic Ranking, November 11-17, su Anime News Network, 20 novembre 2013. URL consultato il 17 maggio 2015.
  23. ^ (EN) Japanese Comic Ranking, March 10-16, su Anime News Network, 20 marzo 2014. URL consultato il 17 maggio 2015.
  24. ^ (EN) U.S. Librarians Rank Wandering Son, Bride's Story in Teens' Top 10, su Anime News Network, 24 gennaio 2012. URL consultato il 17 maggio 2015.
  25. ^ (EN) Animal Land, Ore Monogatari!! Win 37th Kodansha Manga Awards, su Anime News Network, 9 maggio 2013. URL consultato il 17 maggio 2015.
  26. ^ (EN) Best Sellers > Manga, su The New York Times, 15 gennaio 2012. URL consultato il 17 maggio 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]