Masai Mara

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Riserva faunistica di Masai Mara
Masai Mara Game Reserve
Mara River Massai Mara.jpg
Il fiume Mara
Tipo di areaRiserva faunistica
Codice WDPA1297
Class. internaz.Categoria IUCN II: parco nazionale
StatiKenya
Superficie a terra320 km²
Mappa di localizzazione
Sito istituzionale

Coordinate: 1°29′24″S 35°08′38″E / 1.49°S 35.143889°E-1.49; 35.143889

La riserva faunistica di Masai Mara (o Maasai Mara), in inglese Masai Mara Game Reserve o Masai Mara National Reserve, è una grande riserva naturale situata nella parte sudoccidentale del Kenya. Il nome della riserva deriva dal nome del popolo Masai (che abita varie zone nella pianura di Serengeti) e del fiume Mara.

La riserva, istituita nel 1961, non è protetta come parco nazionale ma come riserva faunistica (game reserve); di conseguenza non viene amministrata dal Kenya Wildlife Service (l'istituzione governativa di protezione dell'ambiente) ma dalle autorità distrettuali locali. I biglietti d'ingresso al Masai Mara (come agli altri parchi nazionali) costituiscono un'importante fonte di reddito per il Kenya; il biglietto d'ingresso nel 2004 costava 30 dollari americani. All'interno del parco non mancano strutture ricettive, dai confortevoli lodge ai campi tendati.

La superficie del Masai Mara è di 320 km². L'intera area è attraversata dalla Grande Rift Valley che unisce il Mar Mediterraneo al Mozambico centrale. L'habitat più rappresentato è quello della prateria africana o savana, punteggiata dalle tipiche acacie nella zona sudorientale. La maggior parte della fauna è concentrata sul bordo occidentale, dove la pianura paludosa è ricca d'acqua e meno frequentata dai turisti, che si concentrano nella zona orientale, a circa 224 chilometri da Nairobi.

Ecosistema[modifica | modifica wikitesto]

La riserva è confinante con il Parco nazionale del Serengeti in Tanzania, con il quale forma un unico ecosistema. La riserva è nota per l'eccezionale concentrazione di fauna e per la celebre Grande migrazione di gnu e zebre che ha luogo in aprile-maggio.

Migrazione di gnu nel Masai Mara

L'icona più nota del Masai Mara è probabilmente l'immagine del leone, di cui si trovano grandi branchi; nel parco sono comunque presenti tutti i cosiddetti Big Five, sebbene la popolazione di rinoceronti neri sia in serio pericolo, (nel 2000 si stimava la presenza di appena 37 esemplari). Gli ippopotami sono numerosi nel fiume Mara e nel fiume Talek. I ghepardi sono anch'essi presenti, ma anch'essi sono considerati in pericolo, forse anche a causa del disturbo che i turisti causano alla loro attività di caccia diurna.

Come nel Parco del Serengeti, gli gnu sono i principali abitanti (milioni di esemplari). Essi migrano dal Serengeti al Masai Mara in primavera e viceversa in autunno. Numerose sono anche altre specie di antilopi, in particolare la gazzella di Thomson e la gazzella di Grant, gli impala, e altre. Grandi branchi di zebre si trovano ovunque nella riserva. Nella pianura abitano anche giraffe Masai. L'avifauna comprende centinaia di specie.

Nel parco lavorano numerose unità anti-bracconaggio che pattugliano le zone non frequentate dai turisti.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND (DE4193009-5