Cyril Genik

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cyril Genik

Cyril Genik (in ucraino: Кирило Ґеник?, traslitterato: Kyrylo Ġenyk; Bereziv Nyžnij, 1857Winnipeg, 12 febbraio 1925) è stato un agente di immigrazione ucraino-canadese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque nel 1857 a Bereziv Nyžnij, in Galizia, da Ivan Ġenyk, un sindaco di un altro comune, e da Ann Percovyč. Genik iniziò i suoi studi a Kolomyja, prima di trasferirsi a Stanislavov (oggi Ivano-Frankivs'k) per completare la sua formazione per l'insegnamento. Conseguì il diploma di maturità a Leopoli e fu assunto come insegnante nel 1879 nella contea di Nadvirna. Nel 1882 ritornò al suo paese natale dove fondò una scuola. Nel 1880 fondò un'attività molitoria e una cooperativa di produttori con il nome "Carpathian Store". Nel 1890 fu eletto al consiglio comunale nella città dei suoi primi studi, Kolomyja[1].

Incontrò Joseph Oleskiw, un uomo che aveva incoraggiato l'immigrazione di ucraini nel Canada. Oleskiw chiese a Genik se potesse accompagnare e guidare un gruppo di ucraini nel loro viaggio in Canada ed aiutarli a sistemarsi. Genik e la sua famiglia (una moglie e quattro figli) dettero il benvenuto ad un gruppo di 64 ucraini all'aeroporto della città di Québec il 22 giugno 1896. Portò il suo gruppo prima a Winnipeg e poi a Stuartburn, nel Manitoba, che è ormai considerato il primo insediamento della comunità ucraina nel Canada occidentale. Nel mese di agosto pensò di aprire una fattoria e stabilirsi definitivamente nella zona di Stuartburn, ma presto cambiò idea e si trasferì a Winnipeg. Nello stesso mese, Oleskiw lo raccomandò al Dipartimento canadese degli Interni come agente di immigrazione. Nel mese di settembre, Genik venne assunto come interprete al Dipartimento. Nel suo lavoro come agente di immigrazione, si recò a Québec svariate volte per accogliere nuovi immigrati ucraini; nell'ambito del suo impegno incoraggiò l'uso della lingua inglese e l'abbandono dei costumi tradizionali, e servì come consigliere ovunque fosse necessario[1]. Il suo carico di lavoro aumentò con il forte incremento dell'immigrazione ucraina in Canada, tanto che nel 1898 diventò dipendente a tempo pieno del governo canadese. Fu il primo ucraino a ricevere tale incarico[2].

Nel 1899 istituì nella sua casa la sala di lettura "Taras Shevchenko"[3], e nel 1903 fondò il primo giornale in lingua ucraina in Canada, Farmer Kanadyiskyi (agricoltore canadese). Pur non essendo religioso, riteneva che una denominazione cristiana sarebbe dovuta esistere, indipendentemente dalle norme greco-ortodosse e russo-ortodosse, per cui fondò la Chiesa Indipendente greca[4] in collaborazione con i ministri della chiesa presbiteriana di Winnipeg nel 1903-1904. Nel 1911, a seguito delle elezioni politiche in cui prevalse il Partito liberale, Genik perse il suo ufficio ed il suo lavoro; finì così la sua vita nella sfera pubblica. Visse per un po' negli Stati Uniti, ma negli ultimi anni della sua vita tornò a Winnipeg, dove morì il 12 febbraio 1925[1].

All'epoca sua morte, Genik era diventato così noto nella comunità ucraina canadese da essere conosciuto come "lo zar del Canada"[2][5].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Stella Hryniuk, Cyril Genik, in Dictionary of Canadian Biography. URL consultato il 25 gennaio 2011.
  2. ^ a b (EN) Forging Our Legacy: Canadian Citizenship and Immigration, 1900–1977, Citizenship and Immigration Canada, 2000. URL consultato il 25 gennaio 2011 (archiviato dall'url originale il 22 luglio 2010).
  3. ^ Orest T. Martynowych, (EN) The Taras Shevchenko Reading Club
  4. ^ Orest T. Martynowych, (EN) The Seraphimite, Independent Greek, Presbyterian and United Churches
  5. ^ (EN) Obituary for C. C. T. (Con) Genik, Passages MB, 2010. URL consultato il 25 gennaio 2011.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Dictionary of Ukrainian Canadian biography, pioneer settlers of Manitoba, 1891–1900, V. J. Kaye, Toronto, 1975.
  • (UK) Oleksander Dombrovsky, Outline of the history of the Ukrainian Evangelical-Reformed movement. New York e Toronto, 1979.
  • (EN) A heritage in transition: essays in the history of Ukrainians in Canada, M. R. Lupul, Toronto, 1982.
  • (EN) J.-P. Himka, Galician villagers and the Ukrainian national movement in the nineteenth century, New York, 1988.
  • (EN) V. J. Kaye, Early Ukrainian settlements in Canada, 1895–1900 Dr. Josef Oleskow's role in the settlement of the Canadian northwest. Toronto, 1964.
  • (EN) O.T. Martynowych, The Seraphimite, Independent Greek, Presbyterian and United Churches.
  • (EN) O.T. Martynowych, The Taras Shevchenko Reading Club.
  • (EN) O. T. Martynowych, Ukrainians in Canada: the formative period, 1891–1924, Edmonton, 1991.
  • (UK) M. H. Marunchak, Studies in the history of Ukrainians in Canada, 5 vol., Winnipeg, 1964.
  • (UK) O. I. Sych, From the «new land». Letters of Ukrainian emigrants from Canada. Edmonton, 1991.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie