Cyclanthaceae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Come leggere il tassoboxProgetto:Forme di vita/Come leggere il tassobox
Come leggere il tassobox
Cyclanthaceae
Cyclanthus bipartitus NG.png
Cyclanthus bipartitus
Classificazione APG IV
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
(clade) Angiosperme
(clade) Mesangiosperme
(clade) Monocotiledoni
Ordine Pandanales
Famiglia Cyclanthaceae
Poit. ex A.Rich.
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Liliopsida
Sottoclasse Arecidae
Ordine Cyclanthales
Nakai, 1930
Famiglia Cyclanthaceae
Generi

vedi testo

Cyclanthaceae Poit. ex A.Rich. è una famiglia di angiosperme monocotiledoni appartenente all'ordine Pandanales,[1] diffusa nei neotropici.[2]

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Il sistema Cronquist) considerava Cyclanthaceae come unica famiglia nell'ordine Cyclanthales.[3] La moderna classificazione APG IV (2016) la assegna all'ordine Pandanales nel clade delle monocotiledoni.[1]

La famiglia ed è composta da 12 generi con un totale di circa 230 specie conosciute:[4][2]

Usi[modifica | modifica wikitesto]

Una delle specie più note è Carludovica palmata, coltivata in Ecuador, Bolivia e Perù, dove viene utilizzata per le foglie, con le cui fibre vengono confezionati i cappelli di Panama.[5]

Asplundia divergens viene usato come ingrediente per la preparazione della bevanda allucinogena ayahuasca.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) The Angiosperm Phylogeny Group, An update of the Angiosperm Phylogeny Group classification for the ordines and families of flowering plants: APG IV, in Botanical Journal of the Linnean Society, vol. 181, n. 1, 2016, pp. 1–20.
  2. ^ a b (EN) Cyclanthaceae Poit. ex A.Rich., su Plants of the World Online, Royal Botanic Gardens, Kew. URL consultato il 26 gennaio 2021.
  3. ^ (EN) Cronquist A., The evolution and classification of flowering plants, Bronx, NY, New York Botanical Garden, 1988.
  4. ^ (EN) Christenhusz, M. J. M. e Byng, J. W., The number of known plants species in the world and its annual increase, in Phytotaxa, vol. 261, n. 3, Magnolia Press, 2016, pp. 201–217, DOI:10.11646/phytotaxa.261.3.1.
  5. ^ Carludovica, su sapere.it. URL consultato il 24 settembre 2019.
  6. ^ (EN) Rätsch C., Ayahuasca Recipes, in The Encyclopedia of Psychoactive Plants, 2005, pp. 703-708. URL consultato il 24 settembre 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica