Curtis (Curtis Mayfield)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Curtis
ArtistaCurtis Mayfield
Tipo albumStudio
Pubblicazionesettembre 1970
Durata40:28
Dischi1
Tracce8
GenereSoul
Funk
EtichettaCurtom Records
ProduttoreCurtis Mayfield, Bill Inglot
Noten. 19 Stati Uniti
Curtis Mayfield - cronologia
Album precedente
Album successivo
(1971)
Singoli
  1. (Don't Worry) If There's a Hell Below, We're All Going to Go
    Pubblicato: novembre 1970
  2. Move On Up
    Pubblicato: giugno 1971
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
AllMusic 5/5 stelle[1]
Christgau's Record Guide B+[2]
Encyclopedia of Popular Music 3/5 stelle[3]
Q 5/5 stelle[4]
Rolling Stone 4/5 stelle
The Rolling Stone Album Guide 3.5/5 stelle
Sputnikmusic 4.5/5 stelle[5]
The Village Voice B[6]

Curtis è il primo album discografico solista di Curtis Mayfield, pubblicato nel 1970 dalla Curtom Records[7].

Lo stile musicale dell'album si distanzia dalle sonorità pop soul del precedente gruppo di Mayfield, The Impressions, includendo influenze funk e psichedeliche. Il soggetto dell'album incorpora argomenti politici e sociali dell'epoca.[8]

Curtis ebbe un buon riscontro di vendite alla sua pubblicazione negli Stati Uniti, posizionandosi in cima alla classifica Billboard Black albums (per cinque settimane non consecutive) e alla posizione numero diciannove nella Billboard Pop albums. Solamente il singolo (Don't Worry) If There's a Hell Below, We're All Going to Go entrò in classifica negli Stati Uniti; tuttavia, una versione notevolmente accorciata di Move On Up trascorse dieci settimane nella top 50 della UK Singles Chart in Gran Bretagna.


Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Lato 1
  1. (Don't Worry) If There's a Hell Below, We're All Going to Go – 7:50 - (Curtis Mayfield)
  2. The Other Side of Town – 4:01 - (Mayfield)
  3. The Makings of You – 3:43 - (Mayfield)
  4. We the People Who are Darker than Blue – 6:05 - (Mayfield)
Lato 2
  1. Move On Up – 8:45 - (Mayfield)
  2. Miss Black America – 2:53 - (Mayfield)
  3. Wild and Free – 3:16 - (Mayfield)
  4. Give It Up – 3:49 - (Mayfield)

Bonus tracks ristampa Rhino Records del 2000[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2000, la Rhino Records ha ripubblicato l'album con la colonna sonora Superfly, con numerose bonus track e alcuni demo.

  1. Power to the People [demo version] – 2:47 - (Curtis Mayfield)
  2. Underground [demo version] – 3:11 - (Mayfield)
  3. Ghetto Child [demo version] – 5:10 - (Mayfield)
  4. Readings in Astrology [demo version] – 3:31 - (Mayfield)
  5. Suffer [demo version] – 2:31 - (Donny Hathaway, Mayfield)
  6. Miss Black America [demo version] – 2:22 (Mayfield)
  7. The Makings of You – 4:35 - (Mayfield)
  8. (Don't Worry) If There's a Hell Below, We're All Going to Go – 9:34 - (Mayfield)
  9. (Don't Worry) If There's a Hell Below, We're All Going to Go [radio edit] – 3:26 - (Mayfield)

Classifiche e singoli[modifica | modifica wikitesto]

Titolo Informazioni
(Don't Worry) If There's a Hell Below, We're All Going to Go
  • Curtom single CR-1955, ottobre 1970
  • B-side: The Makings of You
Move On Up (Short Version)
  • Curtom single CR-101, giugno 1971
  • B-side: Little Child Runnin' Wild
Titolo Classifica (1970) Posizione
Curtis U.S. Billboard Pop Albums 19
Curtis U.S. Top R&B Albums 1
(Don't Worry) If There's a Hell Below, We're All Going to Go U.S. Billboard Pop Singles 29
(Don't Worry) If There's a Hell Below, We're All Going to Go U.S. Billboard R&B Singles 3
Titolo Classifica (1971) Posizione
Move On Up U.K. Singles Chart 12

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bruce Eder, Curtis – Curtis Mayfield, su AllMusic. URL consultato il 22 aprile 2008.
  2. ^ Robert Christgau, Consumer Guide '70s: M, in Christgau's Record Guide: Rock Albums of the Seventies, Ticknor & Fields, 1981, ISBN 0-89919-026-X. URL consultato il 7 marzo 2019. Ospitato su robertchristgau.com.
  3. ^ Colin Larkin, The Encyclopedia of Popular Music, vol. 5, 4th, MUZE, 2006, p. 588, ISBN 0-19-531373-9.
  4. ^ Curtis Mayfield: Curtis, in Q, n. 373, luglio 2017, p. 103.
  5. ^ Louis Arp, Curtis Mayfield – Curtis, su Sputnikmusic, 17 gennaio 2006. URL consultato il 13 luglio 2016.
  6. ^ Robert Christgau, Consumer Guide (16), in The Village Voice, New York, 1970. URL consultato il 5 aprile 2013.
  7. ^ Blow Up n. 188, pg. 75, gennaio 2014, Mauro Zanda: 20 Essentials: Black (1967-1974), Editore: Tuttle Edizioni
  8. ^ Chris Jones, Review of Curtis Mayfield - Curtis, in BBC Music, 2008. URL consultato il 13 luglio 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica