Crotales

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Crotales
Crotales1.jpg
Crotali (sopra).
Informazioni generali
Classificazione 111.222
Idiofoni a percussione diretta
Uso
Musica dell'antichità

I crotali, talvolta chiamati anche piatti antichi, sono strumenti a percussione a suono determinato, consistenti in piccoli dischetti accordati di bronzo o ottone. Ognuno di questi misura circa 4 pollici (10 cm) in diametro con una superficie piana in cima e una protuberanza alla base. Sono comunemente suonati percuotendoli con appositi martelletti duri, ma si possono anche percuotere due dischi assieme nello stesso modo in cui si suonano i cimbalini a dita, oppure li si può suonare con un archetto. Il loro suono è paragonabile a quello di piccole campane intonate, con la differenza che i crotali hanno un timbro più squillante e con risonanza più lunga.

I crotali moderni sono ordinati in base all'intonazione ed i loro set spaziano fra due ottave. Ci possono però anche essere set da una sola ottava, e si possono persino acquistare crotali singolarmente. Uno dei primi utilizzi di questo strumento nel repertorio orchestrale è nel Prélude à l'après-midi d'un faune di Claude Debussy. La composizione di musica da camera From Me Flows What You Call Time di Tōru Takemitsu, Contiene i crotali in un ruolo preminente. I crotali esistevano già in preistoria: Il National Museum of Ireland espone molti esempi di queste percussioni che risalgono alla tarda Età del Bronzo (1200-800 a.C.)

Usi moderni[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica