YYZ (brano musicale)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(EN)

« It's always a happy day when YYZ appears on our luggage tags[1]. »

(IT)

« È sempre un giorno felice quando YYZ appare sulle etichette dei nostri bagagli. »

(Neil Peart)
YYZ
Artista Rush
Autore/i Geddy Lee & Neil Peart[2]
Genere Rock progressivo
Edito da Mercury Records
Pubblicazione
Incisione Moving Pictures
Data 1981
Durata 4 min: 24 s
Moving Pictures – tracce
Precedente
Red Barchetta
Successiva
Limelight

YYZ è una canzone del gruppo rock canadese Rush. Si tratta di un brano strumentale pubblicato per la prima volta nell'album Moving Pictures nel 1981 come terza traccia. È in ordine cronologico la seconda strumentale del trio canadese (la prima è La Villa Strangiato presente sul disco Hemispheres) e ci vorranno dieci anni affinché i Rush ne pubblichino un'altra, precisamente Where's My Thing? (Part IV, "Gangster of Boats" Trilogy) uscita nel 1991 sull'album Roll the Bones. Dal momento della sua prima comparsa YYZ è diventata subito una delle canzoni più apprezzate e più suonate in sede live dai Rush. Inoltre compare in tutti i CD dal vivo del trio (eccezion fatta per A Show of Hands e R30: 30th Anniversary World Tour) e nei video Exit...Stage Left, A Show of Hands (anche se nella versione DVD non compare nella scaletta), Grace Under Pressure Tour e Rush in Rio.

Titolo[modifica | modifica wikitesto]

YYZ[3] è il codice aeroportuale IATA del Pearson International Airport di Toronto, città natale del trio[4]. È una pratica diffusa associare il codice aeroportuale con il corrispettivo codice Morse e segnalarlo tramite il sistema VHF Omnidirectional Range. L'inizio della canzone riproduce proprio le lettere Y - Y - Z in codice Morse[5].

YYZ tradotta in Codice Morse
Y Y Z
- . - - - . - - - - . .

Riconoscimenti e nomination[modifica | modifica wikitesto]

YYZ è stata candidata al Grammy nel 1982 come miglior canzone nella categoria rock strumentale, ma alla fine si aggiudicò il premio Behind my Camel, brano dei Police del disco Zenyatta Mondatta [6].

Cover[modifica | modifica wikitesto]

YYZ è stata reinterpretata da molti artisti tra i quali i Dream Theater[7] (una versione in studio è contenuta su The Majesty Demos ed una dal vivo su Los Angeles, California 5/18/98), Godsmack (in Batalla de los Tambore nel DVD live Changes [8]), Umphrey's McGee (nel Live at Fox Theatre registrato il 29 marzo 2003[9]), Tuesday's Coming. I Primus hanno inserito l'intro di YYZ sia nella versione live di John the Fisherman presente nell'album Suck on This sia su To Defy the Laws of Tradition, brano del disco Frizzle Fry[10]. Gli stessi Alex Lifeson e Geddy Lee hanno suonato YYZ col batterista Taylor Hawkins durante un concerto dei Foo Fighters all'Air Canada Center di Toronto il 22 marzo 2008[11]. In almeno 3 concerti diversi a Toronto, i Muse hanno utilizzato il riff di YYZ come intro/outro di alcuni pezzi. Inoltre YYZ è presente sui giochi Guitar Hero II[12] e Rock Band[13].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock