Cristiano Ridomi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Cristiano Ridomi (Udine, 9 marzo 1904Gardone Riviera, 4 luglio 1969) è stato un giornalista e scrittore italiano, presidente della Rai tra il 1951 e il 1954.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque a Udine, figlio di Giuseppe, commerciante veneziano stabilitosi ormai da tempo nel capoluogo friulano, e di Teresita Modolo. Si laureò in giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Padova e nel 1926 fu per un breve periodo vicepresidente della Società filologica friulana. Fu assunto come giornalista dal Corriere della Sera nel luglio dello stesso 1926 e all'inizio seguì la cronaca nera, svolgendo alcune inchieste giornalistiche di successo; dal 1928 fu invece corrispondente estero.

Nel maggio 1951 fu proposto dalla Democrazia Cristiana come Presidente della Rai. Il 3 gennaio 1954 inaugurò ufficialmente le prime trasmissioni televisive e continuò a dirigere l'ente radiotelevisivo fino al 1954, quando si dimise fra molte polemiche.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Luca Gianni, RIDOMI CRISTANO (1904-1969), su dizionariobiograficodeifriulani.it – Dizionario biografico dei friulani. Nuovo Liruti online, Istituto Pio Paschini per la storia della Chiesa in Friuli. URL consultato il 25 agosto 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Cristiano Ridomi, in Dizionario biografico dei friulani. Nuovo Liruti online, Istituto Pio Paschini per la storia della Chiesa in Friuli. Modifica su Wikidata
Controllo di autoritàSBN IT\ICCU\RAVV\085589 · LCCN (ENno2007141423 · WorldCat Identities (ENno2007-141423