Crescenzo Di Maio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Crescenzo di Majo (Napoli, 1845Napoli, 1935) è stato un attore e commediografo italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Capostipite della famiglia, debuttò nel 1875, prima come attore e poi come commediografo. Scrisse vari lavori per il Teatro San Ferdinando, soprattutto per la compagnia di Federico Stella.[1]

Crescenzo cercò nei suoi lavori di dare un'impronta diversa al repertorio napoletano dell'epoca, improntata sull'aristocrazia e il francesismo di Eduardo Scarpetta, un teatro che si avvicinasse più alle tradizioni e ai costumi della città di Napoli.[2]

Fu anche attore cinematografico, recitando nei film Fenesta che lucive (1914), Nennella (1919) e Fenesta ca lucive (1926, riedizione del film del 1914) di Roberto Troncone, pioniere dell'industria cinematografica napoletana.[3]

Opere teatrali[modifica | modifica wikitesto]

  • Vicchiarella
  • Il calzolaio della Pignasecca
  • Napoli mia
  • L'ammaliatrice
  • La bella Giovanna
  • Milione della monaca
  • Padre Rocco
  • Senza scola
  • Tenebra e amore
  • Senza dimani

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La Storia di Napoli, Crescenzo di Maio Archiviato il 19 ottobre 2013 in Internet Archive.
  2. ^ Dela Morea e Luisa Basile, Storie pubbliche e private delle famiglie teatrali napoletane, Torre edizioni, 1996]
  3. ^ Crescenzo Di Majo - IMDb