Corrado Maria Saglietti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Corrado Maria Saglietti nel 2014

Corrado Maria Saglietti (Costigliole d'Asti, 1957) è un cornista e compositore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Corrado Maria Saglietti nasce nel 1957 a Costigliole d'Asti. Studia il Corno con Giacomo Zoppi e si diploma con il massimo dei voti.

Dal 1977 fa parte dell'Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI di Torino, dove dal 1990 ricopre il ruolo di 1º Corno[1]. Parallelamente all'orchestra svolge un'intensa attività cameristica in svariate formazioni.

Nel 1986 sotto la guida dei Prof. Santo Tresca e Gilberto Bosco si diploma in Composizione al Conservatorio "G. Verdi" di Torino. Le opere di Corrado Saglietti hanno ottenuto numerosi premi internazionali e sono eseguite in tutto il mondo.

A novembre 2010 Corrado Saglietti è tra i dodici cornisti selezionati dalla International Horn Society per uno studio sullo stile cornistico nelle varie nazioni europee.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Tre movimenti per Tromba, Corno e Organo (1985)
  • Concerto per Tuba e Quattro Corni (1986)
  • Virtuoso per Corno e Pianoforte (1988)
  • Four for "Four'bones" per Quartetto di Tromboni (1991)
  • Suite per Trombone Contralto e Quartetto d'Archi (1993)
  • Suite per Corno e Quartetto d'Archi (1993)
  • Concertissimo per Tuba e Banda (1997)
  • Psalms per Tromba e Organo (1998)
  • Impressioni per Quintetto di Ottoni (1998)
  • Piazze di Torino per Tuba e Orchestra d'Archi (2004)
  • Weekend in Tokyo per Flauto, Oboe e Pianoforte (2006)
  • Racconti per Arpa (2008)
  • Tre pezzi per Ottetto per Ottetto di Ottoni (2009)
  • Concerto per Tromba e Orchestra (2010)
  • Souvenirs per Corno e Archi (2011)
  • Concertino per Tromba (2014)
  • El tanguero per Trombone e Pianoforte (2014)
  • Trio di Velluto per Corno, Eufonio e Tuba (2016)
  • Monsters per Tuba e Pianoforte (2019)
  • The Magic Horn per 2 Corni (2019)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sistema musica - Nozze d'argento, su sistemamusica.it (archiviato dall'url originale il 12 maggio 2006).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN265425263 · ISNI (EN0000 0003 8253 8092 · LCCN (ENnr00036652 · WorldCat Identities (ENlccn-nr00036652