Corebo (Eneide)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Corebo è un giovane guerriero nell' Eneide. Viene menzionato anche da Quinto Smirneo nell'opera Posthomerica, e dallo Pseudo-Euripide nel Reso.

Corebo
Miniatur des Codex Riccardianus 492 Blatt 75v.png
Miniatura del Codex Riccardianus con Corebo (all'estrema sinistra), Niso, Eurialo, Laocoonte e il Cavallo di Troia
SagaCiclo troiano
Nome orig.
Luogo di nascitaFrigia
Professioneguerriero, principe

Figlio del re Migdone di Frigia e di Anassimene, innamorato di Cassandra, viene ucciso da Peneleo durante l'ultima notte di Troia, nel tentativo di difendere la sacerdotessa amata.

" Ci sommergono subito col numero; e per primo Corebo
soccombe per mano di Peneleo vicino all'ara della dea
possente nell'armi "

(Virgilio, Eneide, II, traduzione di Luca Canali)